Connect with us

Featured

Abominevole uccisione di una bambina britannica di 11 anni scuote il villaggio francese

Published

on

Un villaggio nel nord-ovest della Francia, dove un pensionato olandese avrebbe ucciso a colpi di pistola una bambina britannica di 11 anni e ferito gravemente i suoi due genitori, è sotto shock a causa di questa violenza “abominevole”.

“È una tragedia”, ha dichiarato Kim McKanney, 64 anni, una pensionata britannica in giro con il suo barboncino a poche centinaia di metri dalla scena del crimine.

“Sono scioccata e sconvolta dal fatto che una famiglia sia stata colpita in questo modo e che un bambino sia stato ucciso in un piccolo villaggio così tranquillo, pacifico e amichevole”, ha aggiunto la donna, che sembrava quasi in lacrime pur non conoscendo le vittime.

“Ci si aspetterebbe di trovarsi in una città, ma non qui”

Situato sulle colline di Monts d’Aree, nella Bretagna occidentale, l’isolato borgo di Plonevez-du-Faou ospitava la famiglia britannica dal 2019.

Il padre, Adrien T, ha iniziato a rimuovere la vegetazione e i detriti dal suo terreno, un tempo sede di una segheria, attirandosi le ire della coppia di vicini di 70 e 69 anni, noti in loco come “i belgi”, anche se secondo i pubblici ministeri avrebbero la nazionalità olandese.

Advertisement

Con i vicini infastiditi dal rumore della motosega di Adrien e dal fatto che la loro casa fosse ora visibile dalla strada, il municipio è intervenuto inizialmente per mediare.

“Abbiamo visto che (il vicino) si lamentava, ma non c’era nulla di allarmante. Era un terreno (di Adrien), può farne ciò che vuole” nella disputa, ha detto il sindaco Marguerite Bleuzen.

Completamente selvaggio

A parte gli attriti con i vicini, la famiglia britannica ha rapidamente messo radici nel suo villaggio, mandando le figlie nelle scuole vicine.

Descritta come “una persona adorabile”, la madre lavorava come assistente domiciliare per gli anziani.

La famiglia ha anche aiutato a organizzare le feste del villaggio, permettendo persino ai visitatori di parcheggiare sul loro terreno.

“Sono molto simpatici, molto gentili, sempre felici di aiutare”, ha detto un vicino di casa ottantenne che ha chiesto di non essere nominato.

Egli ha tracciato un contrasto tra la famiglia e il presunto tiratore, che ha detto di non aver “mai visto di persona” da quando la coppia è arrivata nel 2017.

Advertisement

“Non li abbiamo mai visti. Nessun contatto, niente di niente”, ha aggiunto l’anziano, secondo cui “qui non è mai successo niente” in tutti gli anni in cui è arrivato nel 1948.

Nessuno conosceva il sospetto“, ha concordato il sindaco Bleuzen, che ha descritto il suo aspetto al momento dell’arresto come “un piccoletto con lunghi capelli bianchi, una lunga barba e un aspetto completamente selvaggio“.

“Cosa mai gli sarà passato per la testa?”, si è chiesta.

Le sparatorie multiple di sabato sono state “spaventose, abominevoli”, ha detto una residente locale mentre lasciava rose bianche sulla soglia della casa della famiglia britannica.

La ragazza uccisa “aveva la stessa età di mio nipote, sono davvero commossa. Chi non lo sarebbe?“, ha aggiunto, sembrando lei stessa prossima alle lacrime.

Una fonte vicina alle indagini ha detto all’AFP che una grande quantità di cannabis è stata trovata nella casa del sospetto quando è stata perquisita dalla polizia.

I procuratori della vicina città di Brest terranno una conferenza stampa nella giornata di oggi.

Advertisement