sabato, Marzo 2, 2024
HomeEditorialiIl Times di Malta riceve un Wikimediano in redazione

Il Times di Malta riceve un Wikimediano in redazione

Times of Malta sta collaborando con la comunità Wikimedia di Malta per ospitare un wikimediano in residenza.

L’accademico Toni Sant lavorerà con la redazione di Times of Malta per identificare i modi in cui redattori e giornalisti possono sviluppare un rapporto produttivo con la Wikimedia Foundation e i suoi vari strumenti online.

La fondazione senza scopo di lucro ospita Wikipedia, la più grande enciclopedia del mondo, oltre a numerose altre iniziative come Wikidata, una vasta biblioteca di dati open-source, e Wikimedia Commons, un archivio di foto rese disponibili con licenze Creative Commons.

In qualità di Wikimediano in residenza, Sant aiuterà Times of Malta a trovare modi per ampliare e approfondire il suo impegno con Wikipedia.

Questo potrebbe andare dall’identificazione delle informazioni del Times of Malta che possono essere rese disponibili alla più ampia comunità di Wikimedia, all’educazione del personale del Times of Malta sugli open data e su come il loro lavoro quotidiano possa contribuire agli organi di conoscenza di Wiki.

La collaborazione è stata annunciata ufficialmente al Malta Book Festival giovedì sera. Si tratta del primo progetto Wikimedian-in-residence a tutti gli effetti che coinvolge un’entità maltese.

“Questo andrà a beneficio dei lettori del Times of Malta, naturalmente, ma nel processo, i professionisti dei media e i lavoratori della conoscenza associati avranno l’opportunità di utilizzare strumenti contemporanei per la realizzazione del loro lavoro”, ha detto Sant.

sono sicuro che, col tempo, sia i giornalisti che i lettori apprezzeranno questo come un passo nella giusta direzione per garantire un ambiente di notizie vivace nel mondo in continua evoluzione della comunicazione globale”

Sant, che è direttore di Digital Media & Film Production presso l’Università di Salford nel Regno Unito, è un membro fondatore di Wikimedia Community Malta, il capitolo locale della Wikimedia Foundation.

Il redattore online del Times of Malta, Bertrand Borg, si è detto entusiasta di vedere cosa sarebbe emerso dal progetto durato 15 mesi.

“Come principale fonte di notizie di Malta e con decenni di storia nei suoi archivi, Times of Malta svolge un ruolo cruciale nell’informare le persone su Malta. Vogliamo mettere a disposizione del maggior numero possibile di persone questa conoscenza, ed è per questo che stiamo collaborando con la Wikimedia Foundation, che ospita la più grande enciclopedia del mondo.

“Si tratta di una collaborazione altamente innovativa – nessun’altra organizzazione giornalistica che conosciamo ha adottato un Wikimediano in residenza – e non sappiamo ancora dove ci porterà, per questo siamo ansiosi di sentire i nostri lettori riguardo al progetto”, ha detto Borg.

Il programma Wikimedian-in-residence è iniziato nei primi anni 2010 con Liam Wyatt e il British Museum. Wyatt si è concentrato sul rendere le collezioni del museo più ampiamente disponibili al pubblico.

Da allora, ci sono stati oltre 200 progetti di residenza di wikimediani, la maggior parte dei quali si è concentrata su istituzioni come musei, biblioteche, università e istituti di ricerca. Il Centro europeo per la libertà di stampa e dei media ha ospitato un Wikimediano in residenza tra il 2015 e il 2016.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE