martedì, Aprile 23, 2024
HomeLo sai cheEventiCosa c'è a Malta e Gozo questa settimana: dal 12 al 18...

Cosa c’è a Malta e Gozo questa settimana: dal 12 al 18 giugno 2023

ARTE

Festival internazionale delle arti di Malta

Il Malta International Arts Festival (MIAF) prende il via questa settimana con un ricco programma di eventi che si svolgeranno dal 16 al 25 giugno.

Lo spettacolo di apertura è Dik is-Siġra f’Nofs ta’ Triq, scritto da Immanuel Mifsud e coprodotto con Teatru Malta. Si tratta di uno spettacolo da passerella che racconta una storia fantastica di tensioni tra passato e presente, ricca di realismo magico.

Con un cast di oltre 20 interpreti, lo spettacolo promette immagini magiche, canzoni memorabili ed emozioni sentite. È diretto da Chris Gatt e andrà in scena dal 16 giugno al 2 luglio al MCAST di Paola.

City Gate, La Valletta, ospiterà Arti – Full immersion, un’esperienza immersiva di son et lumiere, con videografia dell’arte maltese, dal 16 al 25 giugno.

Il 17 e 18 giugno, il Valletta Campus Theatre ospiterà M.A.D – Music And Dance, un programma di residenza di danza che mette in contatto artisti internazionali con talenti locali, con nuove coreografie di Ido Gidon (Israele) e Justin Roy Barker (Malta), accompagnate da un recital musicale del Javus String Quartet (Austria). Lo spettacolo è realizzato in collaborazione con l’Ambasciata d’Austria e il NewAustrian Sound of Music.

Sono previsti anche numerosi eventi collaterali, tra cui Fashion Unleashed, il 17 giugno alle 20.00. Questa produzione di moda e movimento è presentata dagli studenti del MCAST Institute for the Creative Arts, Advanced Diploma in Fashion and Retail in collaborazione con l’Advanced Diploma in Performing Arts, con tre collezioni che saranno accompagnate da una performance basata sul movimento.

Un’altra performance teatrale ispirata a vari rituali di morte, B’riħ jew riefnu minn hawn irridu nsiefru, si svolgerà presso il Santuario Madonna tal-Herba, Birkirkara, tra il 18 e il 25 giugno.

Per ulteriori informazioni e biglietti, visitare il sito

The poster of <em>Dik is-Sigra f'Nofs ta' Triq</em>, the first performance of this year's Malta International Arts Festival, opening on June 16.La locandina di Dik is-Sigra f’Nofs ta’ Triq, il primo spettacolo del Malta International Arts Festival di quest’anno, che si aprirà il 16 giugno.

Festival internazionale delle arti di Victoria

Il Victoria International Arts Festival prosegue il 12 giugno con un recital di pianoforte di Gabriele Vianello presso l’Aula Mons. G. Farrugia. Il 13 giugno il Coro della Farnesina si esibirà nella Basilica di San Giorgio e il 14 giugno l’arpista Jacob Portelli nella chiesa di Sant’Agostino.

Il Duo Lentia, composto dai violinisti Simon Mattern e Lukas Hebenstreit, terrà un recital presso la Chiesa di Sant’Agostino il 15 giugno, mentre il Trio Sattva, composto da Sophie Joanna Knöchelmann (violino), Mira Luisa Maranta (viola) e Alice Burla (pianoforte) si esibirà presso l’Aula Mons. G. Farrugia il 16 giugno. La sala ospiterà anche un trio composto da Florian Muehlberger (clarinetto), Anne Harvey-Nagl (violino) e Biliana Tzinlikova (pianoforte) il 17 giugno.

Tutti gli spettacoli iniziano alle 20.00. Il festival dura fino al 10 luglio e tutti gli eventi sono gratuiti. Per ulteriori informazioni, visitare il sito https://www.festivals.mt/miaf


TEATRO

Camminare verso casa

Prickly Pear Productions presenta in anteprima il suo ultimo spettacolo al Teatro Astra di Gozo dal 16 al 18 giugno.

Walking Home è uno spettacolo di creazione che esplora la politica e le tensioni legate al tema della violenza sessuale contro le donne e le persone di genere emarginato. Si basa su più di 40 storie vere di esperienze reali raccolte da persone di diverso genere, nazionalità e ceto sociale di tutto il mondo.

Lo spettacolo è diretto da Chantelle Micallef Grimaud e interpretato da Sean Borg, Michela Farrugia, Alex Weenink e Zoë Alba Farrugia.

I biglietti sono disponibili al seguente link: https://www.teatruastra.org.mt/events/2023/walking-home. Questo spettacolo è sostenuto dall’Arts Council Malta – Programme Support Fund.

The cast of <em>Walking Home</em>. Photo: <strong>Facebook</strong>/Prickly Pear ProductionsIl cast di Walking Home. Foto: Facebook/Prickly Pear Productions

Come vi piace: Shakespeare in giardino

Il WhatsTheirNames Theatre metterà in scena la commedia di Shakespeare As You Like It al Vincent’s Eco Estate di Mġarr tra il 13 e il 18 giugno.

La commedia, diretta da Philip Leone Ganado, è interpretata dallo stesso Leone Ganado, da Becky Camilleri, Gianni Selvaggi, Tina Rizzo, Sandie von Brockdorff, Joseph Zammit e Nathan Brimmer.

Lo spettacolo è adatto a un pubblico di tutte le età. Le porte si aprono alle 20.00 e i posti a sedere sono assegnati in base all’ordine di arrivo. Per i biglietti, visitare il sito viaf.org.mt.

A scene from last year's Shakespeare in the Garden series.Una scena della serie Shakespeare in the Garden dello scorso anno.

MUSICA

Celebrazioni dei 100 anni dell’MSA a Palazzo de La Salle – Concerto 5

Il prossimo recital della serie che celebra il centenario della Malta Society of Arts al Palazzo de la Salle di La Valletta si terrà il 15 giugno alle ore 20.00.

Ad esibirsi sarà la pianista Gabi Sultana, che suonerà opere di Rzewski, Shaw, Van Esser e del compositore locale Pawlu Grech, tra gli altri. Eseguirà anche un nuovo lavoro di Euchar Gravina.

Per ulteriori informazioni e biglietti, visitare il sito https://artsmalta.org/event/msas-100-years-at-palazzo-de-la-salle-celebrations-concert-5/ .

Festa in giardino di Russell Crowe

L’attore australiano Russell Crowe si esibirà in Piazza San Giorgio, a La Valletta, con la sua band il 17 giugno alle 20.00.

Al concerto parteciperanno anche gli artisti locali Ivan Grech, Ira Losco e Beth.

Per i biglietti, visitare il sito https://www.ticketline.com.mt/bookings/Shows.aspx?ProductionId=998 .

Edith Cavell

Completata poco prima della morte del compositore nel 1923 e rappresentata solo una volta nel 1927 alla Royal Opera House Valletta, l’opera in tre atti Edith Cavell di Paolino Vassallo tornerà nel suo luogo di nascita il 17 giugno in occasione del centenario della morte del compositore.

L’opera è incentrata sull’infermiera britannica Edith Cavell che, insieme a un collega belga, fu giustiziata a Bruxelles nel 1915 per aver permesso a oltre 200 soldati alleati di sfuggire all’occupazione tedesca del Belgio e di raggiungere l’Olanda neutrale.

IlPjazza Teatru Rjal presenta questa versione da concerto con i solisti Martina Bortolotti, Gina Galati, Jorge Pita Carreras, Louis Andrew Cassar, Joseph Lia e Albert Buttigieg, KorMalta e l’Orchestra Filarmonica di Malta, sotto la direzione del Maestro Dario Salvi.

I biglietti sono disponibili su https://www.ticketline.com.mt/bookings/SelectSection.aspx?ShowId=2438&LocationId=290 .

The event's posterLa locandina dell’evento

Il Concerto del Centenario

La Banda delle Forze di Polizia di Malta celebra il suo 100° anniversario con un concerto al Teatro Manoel il 17 giugno alle 20.30.

Al concerto parteciperanno anche la Malta Police Pipe Band and Drums Corps, il coro Cappella Musicale Caeciliana, il soprano Ruth Sammut Casingena e la HM Royal Marines Fanfare Team dal Regno Unito.

Il programma comprende opere di Orff, Bizet, Knox, Gounod, Offenbach, Wagner, Puccini, Williams e Verdi.

Il ricavato andrà a favore di Id-Dar tal-Providenza. Per ulteriori informazioni e biglietti, visitare il sito https://www.teatrumanoel.com.mt/?m=shows&id=1096.

Concerto corale congiunto

Il Maynooth University Chamber Choir, un coro pluripremiato della Repubblica d’Irlanda, e la St Paul Choral Society (SPCS) terranno un concerto corale congiunto presso la St Paul’s Pro-Cathedral, a La Valletta, il 18 giugno alle 19.00.

La SPCS aprirà il concerto cantando opere maltesi e altre europee del suo repertorio di musica sacra, accompagnata all’organo da Elisabeth Conrad, sotto la direzione di Hugo Agius Muscat. Il coro irlandese ospite canterà poi una selezione di brani corali irlandesi “a cappella”, sotto la direzione di Michael Dawson, con uno dei brani accompagnato da violino solo. Alla fine del concerto, i due cori potranno cantare insieme uno o due brani.

L’ingresso è gratuito e i posti a sedere saranno assegnati in base all’ordine di arrivo. Verrà effettuata una colletta a favore della Cattedrale.

Festival internazionale di musica di Bir Miftuħ

Il Festival internazionale di musica Bir Miftuħ del 2023 si concluderà con l’esibizione della Cappella Sanctae Catharinae il 16 giugno alle 20:00. La Cappella presenterà musiche sacre raramente eseguite.

Presenteranno musiche sacre raramente eseguite di Franz Listz con gli artisti ospiti, il soprano Dorothy Baldacchino, il soprano Madeleine Gruppetta e il mezzo soprano Claire Ghigo.

La prenotazione è a fronte di una donazione di 25 euro a persona e comprende un rinfresco dopo l’esibizione nel parco della chiesa. Le prenotazioni per quest’ultimo concerto possono essere effettuate inviando un’e-mail a reservations@dinlarthelwa.org.

Tutti i proventi del festival sono destinati alla manutenzione di questo sito storico.

The chapel of Bir Miftuħ in Gudja. Photo:<em> <strong>Din l-Art Ħelwa</strong></em>La cappella di Bir Miftuħ a Gudja. Foto: Din l-Art Ħelwa

La Valletta risuona: L’esperienza di Caravaggio

La Fondazione della Concattedrale di San Giovanni e Udjenza producono un nuovo concerto nell’ambito della serie Valletta Resounds, che unisce il patrimonio culturale di Malta alla narrazione teatrale e alla musica classica senza tempo.

Intitolato The Caravaggio Experience, il concerto viene eseguito settimanalmente all’interno dell’oratorio, adornato con i capolavori di Caravaggio.

Musicisti maltesi acclamati dalla critica, sotto la direzione musicale di Jacob Portelli, sono al timone della performance site-specific, che dà vita alle opere di maestri del barocco come Vivaldi e Bach, insieme al suono della musica sacra maltese del compositore Francesco Azzopardi e altri ancora. Sono accompagnati dai soprani Dorothy Bezzina e Dorothy Baldacchino.

Il concerto si intreccia armoniosamente con le storie dei Cavalieri di San Giovanni narrate da Jeremy Grech.

Un punto culminante di The Caravaggio Experience è la partitura musicale per la suggestiva installazione luminosa su dettagli dei dipinti del maestro.

Il concerto viene eseguito settimanalmente il mercoledì e il venerdì fino al 21 giugno alle 18.30, e i possessori del biglietto avranno l’accesso esclusivo alla Concattedrale alle ore 18.00.

Oltre alla sua maestosa architettura, i visitatori potranno ammirare anche rari arazzi secolari che saranno esposti all’interno della Concattedrale fino al 24 giugno, dopo un progetto di restauro durato 16 anni.

I biglietti possono essere acquistati al sito https://www.showshappening.com/Udjenza/Valletta-Resounds.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito https://udjenza.com/ .

Harpist Jacob Portelli performing at the oratory of St John's Co-Cathedral. Photo: Elisa von <strong>Brockdorff</strong>L’arpista Jacob Portelli si esibisce nell’oratorio della Concattedrale di San Giovanni. Foto: Elisa von Brockdorff

VARIE

Eco Festival – edizione di Malta

Un festival che si terrà presso gli Upper Barrakka Gardens tra il 16 e il 18 giugno celebra la sostenibilità ambientale e l’azione per il clima.

Sarà allestito un mercato ecologico con prodotti e servizi sostenibili, dall’abbigliamento agli accessori, dagli articoli per la casa ai prodotti di bellezza e ai servizi per il benessere, oltre a una serie di attività ludiche ed educative, tra cui laboratori di ecoarte, sfide di upcycling e un gioco interattivo sulle specie in via di estinzione.

Un’ampia scelta di cibi sani a base vegetale provenienti da fornitori locali.

All’evento, aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 23.30, parteciperanno anche diversi musicisti. Per ulteriori informazioni, visitare la pagina Facebook https://www.facebook.com/events/1306130766684561 .

L’evento è organizzato da Eco Market Malta e Scie Eventi.

Settimana dei rifugiati a Malta

La seconda edizione della versione locale del festival della Settimana del Rifugiato si svolge dal 18 al 25 giugno in luoghi diversi di Malta.

Il movimento globale mira a celebrare la creatività, i contributi e la resilienza dei rifugiati e delle persone che cercano sicurezza. Si svolge anche in Australia, Inghilterra, Grecia, Hong Kong, Berlino, Sudafrica, Croazia e Slovenia.

Il tema globale di quest’anno è la compassione e, attraverso eventi educativi, artistici e comunitari, le persone sono invitate a creare nuovi incontri, a connettersi al di là delle etichette e in nuovi spazi e a contribuire a ispirare una cultura della cura.

Prodotto a livello locale da Dance Beyond Borders, il festival prenderà il via il 18 giugno con Spark Fest, un evento per famiglie che si svolgerà presso la Balzunetta, il Bocci Club e l’hockey Pitch, a Floriana. Per ulteriori informazioni, visitare il sito https://www.facebook.com/refugeeweekmalta.

Giornata di apertura della Concattedrale di San Giovanni

Il 18 giugno, dalle 16.00 alle 21.00, la Concattedrale di San Giovanni organizza una seconda giornata di apertura.

Il pubblico potrà ammirare gli arazzi del XVI secolo che sono attualmente appesi nella cattedrale dopo il loro restauro.

One of the tapestries on display. Photo: Jonathan <strong>Borg</strong>Uno degli arazzi in mostra. Foto: Jonathan Borg

ARTI VISIVE

Skart Għani

<em>Reconciliation </em>(2005), by Joseph Barbara, made from plastic water bottles.Riconciliazione (2005), di Joseph Barbara, realizzata con bottiglie d’acqua di plastica.

La Banca Centrale di Malta organizza una mostra d’arte unica di Joseph Barbara, intitolata Skart Għani (Ricchi rifiuti), presso la sede della Banca Centrale di Malta, Polverista, a La Valletta.

La banca sta celebrando il suo 55° anniversario e il tema scelto per quest’anno è la sostenibilità, da cui deriva questa mostra composta da 30 installazioni realizzate interamente con rifiuti di scarto.

Le opere sono di varie dimensioni e comprendono anche pezzi appesi. I materiali utilizzati sono bottiglie d’acqua e sacchetti di plastica, bobine di cavi di legno, manichini rotti, pezzi di metallo di scarto, scatole di cartone e fusti, pezzi di legno trovati, cortecce e rami di alberi e qualsiasi altra cosa sia capitata sul cammino dell’artista.

La mostra è aperta fino al 15 giugno. L’orario di visita è dalle 8.15 alle 13.45. L’ingresso al Polverista è dalla piazza della Fontana del Tritone; si trova una galleria sulla destra prima di procedere verso il capolinea degli autobus.

Questa mostra è dedicata al defunto don Marius Zerafa.

L’artista può essere contattato al numero 9987 8757.

L’ultimo ballo

Joe P. Smith presenta una mostra fotografica d’arte e un’installazione di ciò che resta della discoteca The Planet, un tempo molto popolare, che faceva parte del complesso del Teatro Astra di Victoria.

La mostra, curata da Therese Debono, è aperta fino al 16 giugno.

A photo of the ex-Planet discotheque in <strong>Victoria</strong> by Joe P. SmithUna foto dell’ex discoteca Planet a Victoria di Joe P. Smith

Sculptura

L’annuale mostra d’arte per la raccolta di fondi a favore del Malta Community Chest Fund si concentra sulle opere scultoree di 32 scultori affermati ed emergenti.

Intitolata Sculptura, la mostra è multitematica e comprende una serie di supporti.

La mostra è a favore del Malta Community Chest Fund, un’iniziativa di Art4MCCF, ed è curata da Melanie Erixon e ospitata presso la Antoine de Paule Hall, San Anton Palace, Attard.

Sarà aperta il 17 e 18 giugno dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 20.00.

Afterlife Identity by Paul ScerriIdentità ultraterrene di Paul Scerri

Giuseppe Chetcuti: lo scultore e il bronzista

A quattro anni dalla sua prematura scomparsa, l’opera dello scultore e bronzista Joseph Chetcuti viene presentata in una mostra retrospettiva al MUŻA, il museo nazionale d’arte di La Valletta.

Fondatore della Funderija Artistika Chetcuti (come è conosciuta oggi) nella zona industriale di Luqa, Chetcuti è ricordato soprattutto per i monumenti, i busti ritratto e le commissioni a cui ha lavorato durante la sua vita.

Curata da Lisa Gwen, la retrospettiva durerà fino al 25 giugno.

Per ulteriori informazioni, visitare la pagina Facebook https://www.facebook.com/events/154152373906994.

<em>Grandmaster Jean de Valette</em> by Joseph Chetcuti. Bronze copy of original maquette (2012). Photo: Therese DebonoGrandmaster Jean de Valette di Joseph Chetcuti. Copia in bronzo della maquette originale (2012). Foto: Therese Debono

Il-Ħabba tal-Għajn

L’8 giugno si inaugura una mostra personale di Alex Dalli presso la Malta Society of Arts a La Valletta.

La mostra, curata da Gabriel Zammit, segue il viaggio del pittore dal figurativo all’astratto.

Man mano che Alex Dalli si sviluppava come artista, il suo sguardo si spostava dall’esterno all’interno e il suo lavoro richiedeva una parallela eliminazione della forma per esprimere idee sottili, sentimenti e concetti astratti. La sua sensibilità per il colore e la superficie lo ha spinto a sviluppare lo stile minimale per cui è oggi conosciuto.

La mostra prende spunto da Għana ‘l Hena (APS, 2005) di Michael Zammit, un ciclo di poesie ispirato alla filosofia sanscrita e alla meditazione dei mantra.

Zammit usa il linguaggio per fare la stessa cosa che Dalli fa con la pittura, e le sue parole forniscono un contesto e una pietra di paragone per leggere le immagini complessamente codificate di Dalli.

La mostra rimarrà aperta fino al 28 giugno. Per ulteriori informazioni, visitare la pagina Facebook https://www.facebook.com/events/948017486522114/948129219844274/ e il sito https://artsmalta.org/event/il-habba-tal-ghajn-exhibition-by-alex-dalli/

<em>Still Life With Skull</em> (1978), by Alex Dalli. Photo: Lisa <strong>Attard</strong>Natura morta con teschio (1978), di Alex Dalli. Foto: Lisa Attard

Tnessid

Una mostra allo Spazju Kreattiv di La Valletta riunisce il lavoro di cinque artisti, Aaron Sammut, Elena Said, Kristov Scicluna, Marvic Camilleri e Ramona Borg, che hanno conseguito il Master of Fine Arts in Digital Arts presso il Dipartimento di Arti Digitali dell’Università di Malta.

Tnessid è l’inverso di “dissenso”, ovvero l’opinione divergente da quella comune. Oltre a riflettere le diverse prospettive degli artisti stessi, ogni singolo progetto, in un modo o nell’altro, presenta una prospettiva alternativa ai punti di vista comuni. La curatela della mostra collega queste differenze attraverso un filo estetico comune.

Le opere sono multidisciplinari e concettuali e spaziano dalla scultura al disegno, dall’installazione al suono.

La mostra, che rimarrà aperta fino al 2 luglio, include le opere di un gruppo di studenti del Master in Arti Digitali dell’Università di Greenwich, a Londra.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Taiwan colpita da numerose scosse di terremoto, la più forte di magnitudo 6,3

Questa immagine pubblicata dalla Central News Agency (CNA) di Taiwan il 22 aprile 2024 mostra rocce cadute sull'autostrada Suhua a Hualien. Foto: AFPLa capitale...