giovedì, Aprile 18, 2024
HomeMaltaAttualitàUna nuova legge per migliorare il coinvolgimento del pubblico nel processo decisionale...

Una nuova legge per migliorare il coinvolgimento del pubblico nel processo decisionale dell’autorità ambientale

Ieri, martedì 13 giugno, è iniziata la discussione in Parlamento di una proposta di legge che migliorerà il coinvolgimento del pubblico nel processo decisionale dell’Autorità per l’ambiente.

La legge consentirà ai membri del pubblico di dire la loro durante le riunioni del consiglio di amministrazione in cui l’Autorità per l’ambiente e le risorse (ERA) prende posizione su questioni che hanno un impatto sull’ambiente.

Attualmente, la legge consente al pubblico di essere presente alle riunioni del consiglio dell’ERA solo quando vengono prese decisioni sulle valutazioni di impatto ambientale e sui permessi relativi alla Direttiva sulle emissioni industriali.

“Vogliamo che i cittadini abbiano un accesso più diretto”, ha dichiarato il Ministro dell’Ambiente Miriam Dalli aprendo il dibattito sul disegno di legge.

“Vogliamo aumentare la partecipazione dei cittadini al processo decisionale e dare loro la possibilità di ricorrere contro le decisioni che non condividono”.

Il disegno di legge, presentato in Parlamento all’inizio del mese scorso, modifica la legge sulla protezione dell’ambiente, che regola le operazioni dell’ERA.

Rafforzerà inoltre il potere dell’ERA di intraprendere azioni dirette immediate quando vede un pericolo imminente per l’ambiente. La legislazione attuale ritardava l’azione di 15 giorni.

La nuova legge creerà anche una nuova commissione ambientale formata da tre membri del consiglio di amministrazione nominati dal ministro e guidata da un membro del consiglio dell’ERA. La commissione avrà il compito di prendere decisioni su questioni come le petizioni sulle sanzioni amministrative.

Il mese scorso, alla radio Heart di 103 Malta, il presidente dell’ERA, Vince Cassar, ha affermato che l’organo di vigilanza ambientale è privo di poteri in materia di pianificazione, affermando che tutto ciò che l’autorità può fare è dare un parere e cercare di ottenere l’approvazione dei membri del consiglio dell’Autorità di pianificazione.

Ha detto che l’autorità ha un’influenza limitata sulle decisioni di pianificazione e ha riconosciuto che con l’attuale assetto dell’Autorità di pianificazione significa che le opinioni dell’ERA possono essere facilmente ignorate.

“Malta è di nuovo sotto assedio” – Deputato PN

I deputati dell’opposizione hanno lodato diversi aspetti del disegno di legge, ma hanno insistito sul fatto che il governo deve davvero rendere l’ambiente una priorità quando si tratta di costruire.

Janice Chetcuti, portavoce del PN per l’ambiente, ha detto che la gente è frustrata e vuole agire contro l’edilizia sfrenata.

“Per questo motivo, come partito, stiamo spingendo per inserire l’ambiente come diritto umano nella Costituzione”, ha dichiarato.

Albert Buttigieg ha accusato i parlamentari del governo di parlare dell’ambiente da ogni punto di vista, evitando però di parlare dell'”elefante nella stanza”, ovvero l’edilizia.

“Non si può risolvere un problema se prima non si ammette che c’è un problema”, ha detto.

“Il Paese è diventato un grande cantiere e c’è molta tensione tra economia, progresso e ambiente.

“Malta è di nuovo sotto assedio, questa volta non da parte dei Turchi ottomani, ma da parte di coloro che sono stati portati a credere che Malta sia loro e che possano fare tutto ciò che vogliono”, ha detto.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Donna porta il cadavere dello zio in banca per ottenere un prestito in Brasile

La donna ha cercato di far credere che lo zio stesse firmando i documenti. Screengrab da filmati: X, ex TwitterLa polizia brasiliana ha arrestato...