sabato, Marzo 2, 2024
HomeMaltaAttualitàGli agricoltori sostengono che gli acquazzoni hanno fatto ammuffire le colture

Gli agricoltori sostengono che gli acquazzoni hanno fatto ammuffire le colture

Una primavera più umida del solito ha causato il deterioramento di colture come pomodori, cipolle e uva a causa di una “esplosione” di muffe.

Secondo l’Ufficio meteorologico, il mese di maggio è stato il più umido dell’ultimo decennio e giugno ha avuto un inizio altrettanto caldo. Malcolm Borg, coordinatore di Għaqda Bdiewa Attivi, afferma che la pioggia e l’umidità fuori stagione delle ultime settimane non sono state accolte con favore dagli agricoltori.

“La muffa sulle colture è esplosa. Ha trovato le condizioni ideali per diffondersi”, ha detto.

Sta inoltre causando difficoltà nella raccolta del grano, che utilizza circa due terzi dei terreni coltivabili di Malta e viene lasciato sul terreno per tre giorni ad asciugare prima di essere raccolto in balle.

La miseria dell’umidità elevata

“La pioggia irriga le colture e riempie le falde acquifere, ma non è la benvenuta in questo periodo dell’anno”, ha detto Borg, che è anche vicedirettore dell’Istituto di Scienze Applicate del MCAST.

“Avremmo preferito che la pioggia smettesse prima”, ha detto.

Il mese di maggio ha registrato un’umidità relativa media del 78%, superiore alla norma climatica del 72%, secondo i dati del Met Office.

“Considerando gli ultimi 10 anni, l’umidità più alta è stata registrata nel maggio del 2023 (78%), seguita da vicino dal 75% del 2018 e dal 72% del 2014”.

Anche il mese di giugno si avvia ad essere il più umido del decennio, registrando finora un’umidità relativa media del 77%, superando la norma climatica del 67%, ha aggiunto il Met Office.

Cipolle, uva e pomodori si trovano tutti in un momento delicato del loro ciclo di vita, che li rende particolarmente vulnerabili alle muffe e ad altre malattie causate dall’umidità.

L’agricoltore Joanne Bezzina coltiva 60 pomodori, cipolle, fragole, meloni e angurie nella sua azienda agricola di 60 tumoli a Burmarrad.

“Ci sono molte malattie, in particolare la muffa e la malattia fogliare della macchia nera”, ha detto, aggiungendo che le piogge hanno aumentato le malattie tra le sue colture nell’azienda di Burmarrad.

“Qualsiasi cosa nel momento sbagliato è dannosa”, ha detto.

La fattoria produce sette tonnellate di pomodori in un’annata buona, ma lei e suo marito si aspettano una resa molto inferiore questa volta.

Gli agricoltori possono usare i pesticidi per controllare la diffusione, ma non è sufficiente per fermarla del tutto.

“È come avere qualcuno che ti spara con una mitragliatrice e difendersi con una spada medievale”, ha detto Borg.

Maggio ha prodotto un totale di 18,4 mm di precipitazioni, 8 mm in più rispetto alla norma climatica del mese, secondo il Met Office. Giugno ha registrato finora 3,4 mm di precipitazioni, che non hanno ancora superato la norma climatica mensile di 6 mm.

Sebbene il mese di giugno sia iniziato in modo umido e bagnato, entro il fine settimana diventerà molto più caldo e secco, con una giornata di sabato che si preannuncia soleggiata e con temperature fino a 30°C.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE