sabato, Marzo 2, 2024
HomeInflazione a Malta: Indice dei prezzi al consumo (RPI) maggio 2023

Inflazione a Malta: Indice dei prezzi al consumo (RPI) maggio 2023

Nel mese di maggio del 2023, l’indice RPI ha mostrato un tasso di inflazione annuo del 5,7%, il quale è diminuito rispetto al 5,8% registrato ad aprile dello stesso anno.

Analizzando le variazioni dei prezzi e i relativi effetti sull’inflazione, si osserva che i settori con i tassi di inflazione annuali più elevati a maggio 2023 sono stati i prodotti alimentari, con una percentuale del 10,0%, seguiti dalle abitazioni, che hanno registrato un tasso del 9,7%. Al contrario, i settori con i tassi di inflazione annuali più bassi sono stati l’abbigliamento e le calzature, con una diminuzione dei prezzi del -0,8%, e l’acqua, l’elettricità, il gas e i combustibili, i quali hanno mantenuto i loro prezzi invariati (0,0%) (Tabella 1).

Il grafico 3 illustra l’effetto che ogni settore ha avuto sul tasso di inflazione annuale dei 10 principali gruppi. L’effetto è una misura che tiene conto sia del peso che del tasso di inflazione annuo di ciascun gruppo, mostrando la variazione dell’inflazione conseguente all’inclusione di un indice.

Nel mese di maggio 2023, l’effetto maggiore sull’inflazione annuale è stato generato dall’indice dei prodotti alimentari, che ha contribuito con un incremento di 2,15 punti percentuali. Questo aumento è stato principalmente causato dall’aumento dei prezzi dei take-away. Gli effetti successivi più rilevanti sono stati registrati nell’indice delle abitazioni, con un contributo di 0,77 punti percentuali, e nell’indice dei trasporti e delle comunicazioni, con un contributo di 0,60 punti percentuali. Questi aumenti sono principalmente dovuti all’aumento dei prezzi dei servizi di manutenzione della casa e dei biglietti aerei, rispettivamente (Grafico 3).

Si è invece riscontrato un effetto negativo sull’inflazione annuale nell’indice dell’abbigliamento e delle calzature, che ha contribuito con una diminuzione di 0,06 punti percentuali. Ciò è principalmente dovuto alla diminuzione dei prezzi dei capi di abbigliamento (Grafico 3).

Passando agli aggregati, nel mese di maggio l’indice dei prodotti alimentari ha registrato il tasso di inflazione annuo più elevato, pari al 10,0% (Tabella 1). All’interno di tale indice, l’indice dei prodotti alimentari escludendo i servizi di ristorazione e take-away ha mostrato un tasso annuo dell’11,1%, mentre l’indice dei servizi di ristorazione e take-away ha registrato un tasso annuo del 7,2% (Tabella 3).

L’indice dell’abbigliamento e delle calzature ha invece registrato il tasso di inflazione annuo più basso, pari al -0,8% (Tabella 1). In particolare, l’abbigliamento ha mostrato una diminuzione annua del -0,7%, mentre

le calzature hanno registrato una diminuzione annua del -1,5% (Tabella 3).

SourceNSO
RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE