Connect with us

Malta

Lo sciopero dei corrieri alimentari di Bolt per i bassi salari entra nel secondo giorno

Published

on

Diversi corrieri alimentari di Bolt in sciopero. Foto d’archivio: Times of Malta

Diversi corrieri alimentari di Bolt sono entrati nel secondo giorno di sciopero a causa del taglio dei salari per le consegne nel fine settimana offerto dalla piattaforma.

Sabato sera, diversi clienti dei corrieri alimentari si sono rivolti a Facebook per lamentarsi del fatto che il loro ordine non era stato consegnato, mentre altri utenti dei social media li hanno informati che gli autisti erano in sciopero.

Domenica, gli autisti hanno dichiarato a Times of Malta che lo sciopero, iniziato sabato intorno alle 16:00, era ancora in corso.

Times of Malta ha confermato che sabato pomeriggio diverse persone non potevano ancora effettuare un ordine sull’applicazione.

Gli autisti hanno spiegato che stavano protestando per la bassa retribuzione dopo che la piattaforma aveva tagliato il bonus per il fine settimana.

Advertisement

“Nei giorni normali guadagnavamo 2 euro per ogni consegna, mentre il venerdì, il sabato e la domenica – quando la piattaforma è più trafficata – il bonus saliva a 4 o 4,50 euro.

“Ma questo sistema di bonus è stato cancellato da Bolt e riceviamo una tariffa fissa per tutta la settimana”.

I corrieri che consegnano cibo a domicilio si lamentano delle condizioni di lavoro precarie, nonostante gli sforzi del governo per attuare una legislazione che garantisca i diritti dei lavoratori delle piattaforme.

Secondo il Digital Platform Delivery Wages Council, in vigore dal gennaio 2023, ai corrieri è garantito un salario minimo, gli straordinari, la doppia retribuzione nei giorni di riposo, i permessi per malattia, infortuni e ferie e l’esenzione dal pagamento di attrezzature e carburante.

Ma sul campo, i corrieri che consegnano cibo sulle app spesso si lamentano di non guadagnare 4,82 euro, il salario minimo maltese all’ora.

No immediate delivery available across all eateries.Nessuna consegna immediata disponibile in tutti i ristoranti.

Domenica, Bolt Malta ha dichiarato a Times of Malta di essere a conoscenza dello sciopero “di un piccolo gruppo di corrieri”.

Un portavoce ha dichiarato che la piattaforma crede “fermamente” che i corrieri felici forniscano un servizio migliore alle persone a cui consegnano.

Advertisement

negli ultimi mesi, i guadagni orari dei corrieri sono aumentati a Malta a causa dell’incremento delle consegne orarie rispetto allo scorso anno”.

The warning as soon as you open the app.L’avviso non appena si apre l’app.

“Sebbene di recente siano stati apportati degli aggiustamenti ai moltiplicatori – utilizzati per incentivare i corrieri nei periodi di maggiore richiesta – i corrieri stanno assistendo a un aumento complessivo del guadagno orario, nonostante le variazioni nel pagamento per ordine in base all’ora del giorno o della settimana”, ha dichiarato il portavoce.

Ha spiegato che Bolt collabora con aziende (note anche come flotte) che forniscono servizi di consegna, compensandole per ogni consegna per i loro servizi.

Ogni società di flotte è responsabile del pagamento dei propri dipendenti in base alle proprie procedure interne: Bolt non paga direttamente gli stipendi.

“Tuttavia, siamo sempre aperti a collaborare con i partner delle flotte se i corrieri hanno dei reclami. Ad oggi, non abbiamo ricevuto alcuna comunicazione dal gruppo di corrieri attualmente in sciopero”

Advertisement
Continue Reading