venerdì, Marzo 1, 2024
HomeWorldZelensky visita il fronte orientale mentre la Russia intensifica gli attacchi

Zelensky visita il fronte orientale mentre la Russia intensifica gli attacchi

Il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha visitato giovedì un posto di comando in prima linea nell’Ucraina orientale, dove la Russia ha intensificato gli attacchi volti a ritirare le forze di Kiev prima dell’arrivo dell’inverno.

Nonostante i fronti si siano a malapena spostati da oltre un anno, i combattimenti sono rimasti intensi, con entrambe le parti che si affrettano a guadagnare terreno mentre le temperature scendono sotto lo zero.

Durante la sua visita, Zelensky ha elogiato le truppe ucraine schierate intorno a Kupiansk, una città che le forze russe hanno nel mirino da quando è stata riconquistata dall’Ucraina lo scorso settembre.

“I combattenti sul fronte di Kupiansk stanno proteggendo la vita pacifica degli ucraini e degli abitanti della regione di Kharkiv”, ha detto Zelensky in un video pubblicato sui social media.

“Vi auguro di vincere, siate forti e non perdete l’iniziativa”, ha detto.

Ore dopo l’annuncio della sua visita, Mosca ha affermato che le sue forze hanno respinto due assalti ucraini vicino a Kupiansk con l’aiuto di jet da combattimento e artiglieria.

Nel frattempo, i funzionari militari ucraini hanno detto che le forze russe hanno continuato a cercare di strappare il controllo di Avdiivka, una città di prima linea nella vicina regione di Donetsk.

La Russia ha lanciato un nuovo tentativo di catturare la città devastata dalla guerra il mese scorso e gli analisti suggeriscono che le forze di Mosca hanno ottenuto guadagni incrementali, anche se con un enorme costo umano.

“Il nemico continua ad attaccare attivamente la fanteria di terra nell’area operativa del gruppo strategico-operativo Tavria. In alcuni punti, utilizza veicoli blindati”, ha detto Oleksandr Tarnavsky, responsabile dei combattimenti nell’est del Paese.

Cinque morti

Ha detto che le forze ucraine hanno respinto più di 20 attacchi russi a diverse città e villaggi intorno ad Avdiivka e che l’Ucraina ha fatto prigioniere decine di forze russe nell’ultimo mese.

L’AFP non è stata in grado di verificare in modo indipendente le affermazioni.

I funzionari locali hanno detto che cinque persone sono state uccise negli attacchi russi nell’est e nel sud dell’Ucraina, mentre altre tre risultano ancora disperse.

Nella regione di Kherson, le autorità hanno detto che i bombardamenti russi hanno ucciso tre persone nel villaggio di Sadove.

Due persone sono state uccise e altre tre, tra cui un bambino, sono rimaste intrappolate sotto le macerie nella regione orientale di Donetsk, dopo che i bombardamenti russi hanno colpito simultaneamente tre città, hanno detto i servizi di emergenza dell’Ucraina.

La regione industriale ha visto alcuni dei combattimenti più feroci dei quasi due anni di invasione da parte della Russia. Il Cremlino ha affermato di averla annessa l’anno scorso, insieme ad altre tre regioni.

Le forze russe hanno sparato sei razzi S-300 su Pokrovsk, Novogrodivka e Myrnograd, hanno detto i funzionari di Kiev.

I soccorritori mercoledì hanno recuperato i corpi di due uomini da un edificio residenziale a Novogrodivka, ha detto l’agenzia ucraina per i servizi di emergenza.

Al calar della notte, i soccorritori stavano ancora cercando tre persone, tra cui un bambino, che si sospettava fossero intrappolate sotto le macerie, ha aggiunto.

A Pokrovsk, un bambino di sei mesi è stato ferito, insieme a due ragazzi di 13 e 16 anni, ha detto il Ministro degli Interni Igor Klymenko.

“Uno dei proiettili è esploso nel cortile di una casa dove viveva una famiglia con due bambini. A seguito del bombardamento, il tetto e i muri della casa sono stati distrutti e la famiglia è stata sepolta sotto le macerie”, ha aggiunto.

Le forze russe e i loro proxy controllano ampie zone della regione di Donetsk dal 2014, quando le proteste su larga scala a favore della democrazia in Ucraina hanno portato a un conflitto separatista nella parte orientale.

Separatamente, il difensore civico ucraino per i diritti umani Dmytro Lubinets giovedì ha affermato che Mosca ha smesso di scambiare prigionieri di guerra con Kyiv.

Le due parti in guerra hanno effettuato molti scambi di prigionieri durante l’invasione di Mosca, durata 21 mesi, ma nella seconda metà di quest’anno il processo si è bloccato.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Man. Rashford chiede ai critici di “avere un po’ più di umanità”

L'attaccante del Manchester United Marcus Rashford ha lottato per la forma in questa stagione. Foto: AFP Marcus Rashford dice di poter prendere "qualsiasi titolo", ma...