Connect with us

World

Zelensky e Biden alla NATO: sostegno senza precedenti all’Ucraina contro la Russia

Published

on

Nel cuore di Washington, il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha parlato alla Ronald Reagan Presidential Foundation and Institute il 9 luglio 2024. 

I leader della NATO si sono riuniti mercoledì per il loro 75° anniversario, cercando modi per aumentare il supporto all’Ucraina mentre i letali attacchi russi e le incertezze politiche in Occidente sollevano nuove preoccupazioni.

Con lo sfarzo di un vertice a Washington, il Presidente Joe Biden mira a radunare l’Occidente e rassicurare in mezzo all’intensa scrutinio pre-elettorale sulla sua idoneità al ruolo all’età di 81 anni – sei anni più vecchio dell’alleanza stessa.

Dando il via a tre giorni di eventi per l’alleanza di 32 nazioni con una celebrazione martedì sera, Biden ha annunciato un nuovo sistema di difesa aerea per Kyiv e ha esortato all’unità contro il Presidente russo Vladimir Putin, che ha lanciato l’invasione dell’Ucraina nel 2022.

“Non fate errori. L’Ucraina può – e fermerà – Putin,” ha detto Biden con forza, suscitando applausi.

Alla vigilia del vertice, la Russia ha lanciato una raffica di missili sull’Ucraina, uccidendo decine di persone, incluso a Kyiv, dove un ospedale pediatrico è stato ridotto in macerie.

Biden ha invitato il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky al vertice insieme ai leader di quattro partner chiave del Pacifico – Giappone, Corea del Sud, Australia e Nuova Zelanda – mentre cerca di aumentare il ruolo della NATO nella gestione di una Cina in ascesa.

Advertisement

Ma lo stesso Presidente degli Stati Uniti sta affrontando una dura sfida elettorale da parte di Donald Trump, che ha messo in discussione l’utilità della NATO e ha ipotizzato di forzare un accordo di pace in cui l’Ucraina cederebbe terreni alla Russia.

‘Il rischio più grande’

A Washington, Zelensky ha ringraziato i sostenitori dell’Ucraina per la promessa di nuove difese aeree – e ha esortato gli Stati Uniti e altri a fare di più per sconfiggere la Russia.

Il segretario generale uscente della NATO, Jens Stoltenberg, ha riconosciuto le incertezze, dopo che gli alleati di Trump al Congresso degli Stati Uniti hanno ritardato per mesi l’approvazione di nuove armi per l’Ucraina.

“L’Ucraina ha dimostrato un coraggio straordinario e gli alleati della NATO hanno fornito un sostegno senza precedenti. Ma diciamolo chiaramente – nemmeno il nostro sostegno all’Ucraina è stato scontato,” ha detto Stoltenberg.

“Ricordate – il costo più grande e il rischio più grande sarà se la Russia vincerà in Ucraina. Non possiamo permettere che ciò accada.”

Altri leader presenti al vertice includono il Primo Ministro ungherese Viktor Orban, uno dei partner più vicini di Putin in Occidente, che prima di Washington si è recato in Ucraina, Russia e Cina in una missione di pace autodefinita, criticata da Bruxelles e Washington.

Advertisement

Un altro partner asiatico degli Stati Uniti, il Primo Ministro indiano Narendra Modi, ha incontrato Putin alla vigilia del vertice della NATO e non parteciperà ai colloqui di Washington.

Mercoledì i leader si riuniranno formalmente nel Consiglio Nord Atlantico dell’alleanza all’interno del centro congressi di Washington.

Biden, il Segretario di Stato Antony Blinken e il Segretario della Difesa Lloyd Austin accoglieranno successivamente i loro omologhi per cene di gala in tutta l’area di Washington, che sta vivendo un’ondata di caldo torrido.

Un nuovo leader della NATO è il Primo Ministro britannico Keir Starmer, in visita pochi giorni dopo essere entrato in carica con una vittoria schiacciante del suo Partito Laburista.

Incontrerà sia Biden che Zelensky e si prevede che confermerà il forte sostegno della Gran Bretagna all’Ucraina.

Rassicurazioni per l’Ucraina

L’Ucraina sta cercando rassicurazioni concrete che un giorno entrerà a far parte della NATO, che considera un attacco a qualsiasi membro come un attacco a tutti.

Advertisement

L’adesione dell’Ucraina gode di ampio sostegno da parte delle nazioni baltiche e dell’Europa orientale ancora tormentate da decenni sotto il giogo sovietico.

Ma Biden e il Cancelliere tedesco Olaf Scholz hanno guidato l’opposizione, preoccupati che l’alleanza entrerebbe effettivamente in guerra con la Russia armata di nucleare, che occupa vaste aree dell’Ucraina.

Zelensky, che ha raggiunto uno status eroico in gran parte dell’Occidente per la sua sfida mediatica alla Russia, ha espresso apertamente fastidio all’ultimo vertice della NATO in Lituania per il mancato chiarimento di un percorso più definito verso l’adesione.

A Washington, gli Stati Uniti cercano di ridimensionare le sue aspettative, parlando di creare un “ponte” verso l’adesione ma chiarendo che un ingresso rapido non è previsto.

Il Ministro della Difesa estone Hanno Pevkur ha detto che sono in corso negoziati sul linguaggio finale e che spera in una parola come “irreversibile” per descrivere il percorso dell’Ucraina verso la NATO.

Putin ha ripetutamente accusato l’Occidente di antagonizzare la Russia considerando l’adesione alla NATO per l’Ucraina, la cui identità separata ha respinto.

L’Ucraina ha anche chiesto difese aeree più efficaci per proteggere le città bombardate dalla Russia.

Advertisement

Lunedì Biden ha promesso un ulteriore sistema Patriot, oltre ai due nuovi sistemi forniti da Germania e Romania e uno che i Paesi Bassi hanno detto di stare assemblando con parti di altri alleati.

Foto: AFP