venerdì, Marzo 1, 2024
HomeMaltaBorg chiede di rivitalizzare l'OSCE, mentre Malta si prepara ad assumerne la...

Borg chiede di rivitalizzare l’OSCE, mentre Malta si prepara ad assumerne la presidenza

Il Ministro degli Esteri Ian Borg ha invitato giovedì gli Stati membri dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE) a rivitalizzare l’organizzazione, mentre Malta si prepara alla conferma formale della sua nomina a prossima presidenza dell’organizzazione.

L’appello di Borg è arrivato mentre il Ministro degli Esteri russo Lavrov ha rimproverato al gruppo di essere diventato un'”appendice” della NATO e dell’Unione Europea. In precedenza, la Russia aveva impedito all’Estonia di assumere la presidenza, ma non si è opposta alla sostituzione con Malta.

L’OSCE è stata fondata per alleviare le tensioni tra l’Est e l’Ovest durante la Guerra Fredda.

Aiuta i suoi membri a coordinarsi su questioni come i diritti umani e il controllo degli armamenti, ma Mosca ha accusato sempre più il gruppo di allontanarsi dai suoi principi fondanti.

Rivolgendosi al 30° Consiglio ministeriale a Skopje, nella Macedonia del Nord, giovedì, Borg ha detto che il multilateralismo rimane cruciale per affrontare le questioni globali e che i membri devono sforzarsi di sostenere l’OSCE in questi tempi turbolenti.

“Nessuno Stato può affrontare queste sfide da solo, la collaborazione, l’inclusione e gli sforzi coordinati sono fondamentali all’interno del nostro ordine basato sulle regole”, ha detto Borg.

Lo spirito degli accordi di cui tutti i membri sono firmatari, ha proseguito, non prevede il ricorso alla violenza per raggiungere gli obiettivi, ma la ricerca del compromesso, “anche quando è difficile trovare un accordo”.

Ha detto che è fondamentale rivitalizzare l’OSCE come strumento di diplomazia e che, di fronte all’aumento della violenza e della perdita di vite umane, è imperativo smorzare le tensioni e tornare al dialogo costruttivo.

Borg ha anche ribadito che la Russia deve “ritirarsi immediatamente dall’intero territorio dell’Ucraina” e che Malta rimane impegnata a fornire all’Ucraina aiuti e programmi di sostegno.

Il Segretario di Stato americano Antony Blinken ha dichiarato su X (ex Twitter) che il suo Paese è “grato a Malta” per essersi fatta avanti per assumere le responsabilità della presidenza dell’OSCE.

“Malta ha il pieno sostegno e la fiducia degli Stati Uniti”, ha twittato.

Giovedì scorso, il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha accusato l’OSCE di diventare un'”appendice” della NATO e dell’Unione Europea e ha messo in dubbio l’opportunità di investire nella rivitalizzazione dell’organismo.

All’inizio di questa settimana, l’Ucraina, l’Estonia, la Lettonia, la Polonia e la Lituania hanno annunciato che avrebbero boicottato la conferenza ministeriale annuale, con Varsavia che ha dichiarato che la presenza della Russia era “inaccettabile”.

L’Ucraina vuole che l’OSCE espella la Russia, come ha fatto il Consiglio d’Europa, avvertendo che l’organismo rischia una “morte lenta” se Mosca rimane un membro.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Man. Rashford chiede ai critici di “avere un po’ più di umanità”

L'attaccante del Manchester United Marcus Rashford ha lottato per la forma in questa stagione. Foto: AFP Marcus Rashford dice di poter prendere "qualsiasi titolo", ma...