venerdì, Giugno 14, 2024
HomeWorldUomo arrestato in Giappone per una presunta fuga di informazioni su tecnologie...

Uomo arrestato in Giappone per una presunta fuga di informazioni su tecnologie sensibili

Un ricercatore cinese è stato arrestato stamani in Giappone per la presunta fuga di informazioni su tecnologie sensibili a un’azienda cinese, ha dichiarato la polizia di Tokyo.

L’uomo, 59 anni, che lavorava presso un istituto di ricerca giapponese, è stato trattenuto perché sospettato di aver violato le leggi sulla concorrenza sleale, ha dichiarato un portavoce della polizia all’AFP.

Nell’aprile 2018, l’uomo avrebbe “inviato via e-mail informazioni sulle tecnologie legate alla sintesi di un composto del fluoro da un account di posta elettronica in suo possesso presso l’Istituto nazionale di scienza e tecnologia industriale avanzata a una società in Cina”, ha detto il portavoce, che ha rifiutato di essere nominato.

Gli Stati Uniti e i loro alleati, tra cui il Giappone, sono diventati sempre più cauti riguardo al trasferimento di tecnologie all’avanguardia alla Cina.

L’anno scorso, Washington ha imposto restrizioni all’accesso della Cina ai chip di fascia alta e alle attrezzature per la produzione di chip, citando preoccupazioni per la sicurezza nazionale.

Washington ha dichiarato di voler impedire che le forze armate e i servizi segreti cinesi acquisiscano tecnologie che potrebbero contribuire allo sviluppo di attrezzature militari avanzate.

Ha fatto pressione sui suoi alleati affinché facessero lo stesso, e i Paesi Bassi e il Giappone hanno recentemente annunciato nuove restrizioni alle esportazioni di tecnologia per la produzione di chip, senza nominare la Cina.

Pechino ha investito miliardi di dollari nella costruzione della propria industria dei semiconduttori nell’ultimo decennio e ha presentato una controversia all’Organizzazione Mondiale del Commercio per le misure statunitensi.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE