giovedì, Aprile 18, 2024
HomeWorldQuattro condannati a morte per l'omicidio del leader dell'opposizione tunisina nel 2013

Quattro condannati a morte per l’omicidio del leader dell’opposizione tunisina nel 2013

Quattro persone sono state condannate a morte e due all’ergastolo per l’assassinio del leader dell’opposizione tunisina Chokri Belaid nel 2013, ha dichiarato mercoledì il vice procuratore della divisione giudiziaria antiterrorismo. In totale, 23 persone sono state accusate in relazione all’omicidio del leader di sinistra Belaid. Ad altri imputati sono state inflitte condanne da due a 120 anni, mentre cinque sono stati assolti.

Belaid, un feroce critico dell’allora partito islamista al potere Ennahdha, è stato ucciso il 6 febbraio 2013 nella sua auto fuori casa. La Tunisia emette ancora condanne a morte, spesso in casi di terrorismo, nonostante una moratoria de facto entrata in vigore nel 1991. Jihadisti legati allo Stato Islamico hanno rivendicato l’omicidio di Belaid e quello di Mohamed Brahmi, un altro esponente dell’opposizione di sinistra, sei mesi dopo.

Nel 2014 le autorità hanno dichiarato che Kamel Gadhgadhi, il principale responsabile del caso di Belaid, era stato ucciso in un’operazione antiterrorismo. Belaid e Brahmi erano entrambi strenui critici di Ennahdha, il partito che ha dominato la politica tunisina con una maggioranza parlamentare per un decennio dopo la rivoluzione tunisina del 2011. L’influenza politica del partito è stata interrotta nel luglio 2021, quando il presidente Kais Saied ha orchestrato un’ampia presa di potere.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

L’incertezza circonda il voto di adesione dei palestinesi alle Nazioni Unite

Veduta generale della riunione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite sull'Agenzia delle Nazioni Unite per il Soccorso e l'Occupazione (UNRWA) presso la sede...