Connect with us

Malta

Parcheggi contesi a Naxxar: spuntano cartelli di divieto su area privata

Published

on

I cartelli di divieto di sosta sono apparsi di recente.

Automobilisti avvisati: non utilizzate i parcheggi di una trafficata via di Naxxar dopo che una compagnia privata ha installato cartelli di riserva.

Per anni, gli automobilisti hanno potuto parcheggiare liberamente in sei posti auto di St Paul’s Street a Naxxar, di fronte agli uffici di Attard Bros Properties, precedentemente occupati da un negozio di telecomunicazioni GO.

Recentemente, però, gli automobilisti hanno trovato cartelli che avvertivano che i parcheggi sono proprietà privata e che la sosta non autorizzata è vietata.

Questi cartelli hanno destato preoccupazione tra alcuni residenti, i quali hanno contestato la pretesa della Malta Properties sui parcheggi che erano stati liberamente accessibili per anni.

Rispondendo alle preoccupazioni martedì, la società dietro i cartelli, Malta Properties, ha dichiarato di aver “preso nota dei post sui social media” ma ha respinto l’”implicazione” di aver “occupato” terra pubblica, sottolineando invece che la terra è di sua proprietà.

Advertisement

Vogliamo chiarire e confermare che questi cartelli sono affissi in un’area di proprietà privata di MPC [Malta Properties] in base a contratti stipulati diversi anni fa. L’area in questione non è ‘terra pubblica’“, ha affermato la società.

Prima dell’installazione dei cartelli, abbiamo avuto discussioni con il comune di Naxxar e abbiamo fornito documenti che dimostrano chiaramente che questa terra è di proprietà di MPC“, ha aggiunto la società, sottolineando che i documenti in questione sono disponibili per la visione presso gli uffici della società o presso il comune.

Quando contattato, il comune di Naxxar ha confermato che la società aveva prodotto documenti risalenti all’era Mintoff che “sembravano provare” la proprietà della terra.

Dobbiamo ancora esaminare tutti i dettagli del contratto per assicurarci che tutto sia corretto, ma sembra essere così“, ha detto Paul Gatt, segretario esecutivo del comune di Naxxar.

Ha aggiunto che il comune è in trattative con Malta Properties nella speranza di raggiungere un accordo per consentire ai residenti di parcheggiare nei posti auto al di fuori degli orari di apertura.

Il parcheggio è stato un argomento controverso a Malta poiché la popolazione del paese e il numero di auto sulle strade sono entrambi in continua crescita.

Ad aprile, il Primo Ministro Robert Abela ha chiesto una revisione del sistema di parcheggio a Valletta, poiché gli spazi riservati ai residenti non erano sufficienti a soddisfare la domanda.

Advertisement

Solo il mese scorso, Gudja ha adottato la misura di limitare il parcheggio su 14 vie della città tra le 7:00 e le 20:00 per i non residenti, nel tentativo di impedire che chi va all’aeroporto lasci la propria auto in città mentre è all’estero.

Entro la fine di marzo, c’erano quasi 440.000 veicoli – circa 325.000 dei quali erano auto – a Malta, con più di 62 nuovi veicoli aggiunti ogni giorno, secondo i dati.

Foto: Google Maps/Jonathan Borg.