SIMEST, Emergenza Alluvione: disponibili le prime misure a sostegno delle imprese esportatrici

Roma, 8 giugno 2023 – SIMEST, la Società del Gruppo CDP che promuove la crescita delle imprese italiane nel mercato globale, ha annunciato l’apertura del portale dedicato per consentire alle aziende esportatrici di richiedere i ristori per i danni materiali diretti causati dall’eccezionale ondata di maltempo. A partire dal 26 giugno alle ore 09:00, le imprese potranno accedere al sito simest.it per presentare le richieste di sostegno.

SIMEST metterà a disposizione complessivamente 300 milioni di euro sotto forma di contributi a fondo perduto. In qualità di gestore dei fondi del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, SIMEST fornirà risorse finanziarie alle PMI e alle Mid Cap che abbiano subito danni a causa dell’alluvione. Tali imprese devono avere una sede operativa o unità locali nei comuni e nelle frazioni colpite e aver registrato un fatturato dedicato all’export pari almeno al 10% nell’ultimo esercizio.

La distribuzione delle risorse sarà la seguente:

  • fino a 30 milioni di euro saranno riservati alle Micro e Piccole imprese;
  • fino a 180 milioni di euro saranno destinati alle PMI, inclusi Micro e Piccole imprese;
  • fino a 90 milioni di euro saranno destinati alle Mid Cap, che rappresentano imprese con un numero di dipendenti superiore a 250 e fino a 1.500 unità.

Ciascuna impresa avrà la possibilità di richiedere un importo massimo fino a 1,5 milioni di euro. L’assegnazione dei contributi seguirà l’ordine cronologico di presentazione delle domande, fino a esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.

Inoltre, SIMEST ha deciso di sospendere i pagamenti in quota capitale e interessi su tutti i finanziamenti in essere, relativi al Fondo 394 e alla misura PNRR-Fondo 394, per le imprese che operano nei territori colpiti dall’alluvione. Tale sospensione sarà valida fino al 31 dicembre 2023, mantenendo intatta la durata massima originariamente concessa per i finanziamenti.

Per completare l’impegno nei confronti del tessuto produttivo colpito dall’alluvione, SIMEST offrirà finanziamenti agevolati per un totale di 400 milioni di euro, utilizzando risorse del Fondo 394/81 gestito per conto della Farnesina. Questa misura rappresenta un’importante novità, in quanto non sarà limitata alle sole imprese esportatrici, ma sarà accessibile anche a tutte le aziende locali coinvolte nella filiera produttiva.