domenica, Febbraio 25, 2024
HomeWorldLa Russia non può essere sconfitta in Ucraina: Putin si racconta in...

La Russia non può essere sconfitta in Ucraina: Putin si racconta in un’intervista a Tucker Carlson

In questa foto di repertorio distribuita dall’agenzia statale russa Sputnik, il presidente russo Vladimir Putin rilascia un’intervista al conduttore di talk show statunitense Tucker Carlson al Cremlino, a Mosca, il 6 febbraio 2024. Foto: AFP

In un’intervista rilasciata ieri al controverso conduttore di talk show statunitense di destra Tucker Carlson, il Presidente Vladimir Putin ha affermato che l’Occidente dovrebbe capire che è “impossibile” sconfiggere la Russia in Ucraina.

In un’intervista di due ore con l’ex conduttore di Fox News, rilasciata pochi giorni prima del biennale dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, Putin ha anche detto che un accordo “può essere raggiunto” per il reporter del Wall Street Journal Evan Gershkovich, imprigionato.

“Ci sono alcuni termini discussi attraverso i canali dei servizi speciali”, ha detto, insistendo sul fatto che il giornalista è una spia, cosa che il Journal e il governo statunitense negano con veemenza.

Si è trattato della prima intervista a tu per tu con Putin da parte di un media occidentale dal 2019.

Tuttavia Carlson, che è vicino al candidato alla Casa Bianca ed ex presidente Donald Trump, ha posto poche domande difficili e ha ascoltato perlopiù il leader del Cremlino che gli ha illustrato la sua visione della storia russa, dipingendo il Paese come vittima dei tradimenti dell’Occidente.

Putin ha difeso la sua decisione di invadere l’Ucraina nel febbraio 2022. E ha affermato che l’Occidente si è reso conto che la Russia non sarà sconfitta, nonostante l’aiuto degli Stati Uniti, dell’Europa e della NATO all’Ucraina.

“Finora c’è stato il clamore e le urla per infliggere una sconfitta strategica alla Russia sul campo di battaglia. Ma ora sembra che si stiano rendendo conto che è difficile da ottenere, se possibile. A mio parere, è impossibile per definizione”, ha detto.

Ha anche rivolto un messaggio al Congresso degli Stati Uniti, dove i repubblicani dominati da Trump sono sempre più riluttanti a continuare a sostenere l’Ucraina con armi e altri aiuti militari.

2024 shows US journalist Evan Gershkovich, arrested on espionage charges, standing inside a defendants' cage during a hearing on the extention of his pre-trial detention. Photo: AFP" src="https://cdn-attachments.timesofmalta.com/1ee406cb094075ef952ee40956dd4f82d8de22d0-1707471329-a40ad300-960x640.jpg" alt="Grab from handout footage by the Lefortovsky Court on January 26, 2024 shows US journalist Evan Gershkovich, arrested on espionage charges, standing inside a defendants' cage during a hearing on the extention of his pre-trial detention. Photo: AFP" width="630" height="945" /> Un’immagine tratta da un filmato distribuito dal Tribunale Lefortovsky il 26 gennaio 2024 mostra il giornalista statunitense Evan Gershkovich, arrestato con l’accusa di spionaggio, in piedi all’interno della gabbia degli imputati durante un’udienza sulla proroga della sua detenzione preventiva. Foto: AFP
“Vi dirò cosa stiamo dicendo su questa questione e cosa stiamo trasmettendo alla leadership statunitense. Se volete davvero smettere di combattere, dovete smettere di fornire armi”, ha detto.

Alla domanda se Mosca intenda invadere altri Paesi della regione, Polonia e Lettonia, membri della NATO, o in generale tutto il continente europeo, Putin ha risposto che ciò è “fuori questione”.

“Non abbiamo alcun interesse in Polonia, Lettonia o altrove. Perché dovremmo farlo? Semplicemente non abbiamo alcun interesse. Si tratta solo di minacce”, ha detto Putin.

Una guerra con la Polonia, ha detto, avverrebbe “solo in un caso: se la Polonia attaccasse la Russia”.

Alla domanda su un possibile cambio di leadership dopo le elezioni americane, dove si prevede che Biden si scontrerà con Trump in una rivincita del concorso del 2020, Putin ha indicato che non ci saranno grandi cambiamenti.

“Mi avete appena chiesto se un altro leader arriverà e cambierà qualcosa? Non si tratta del leader. Non si tratta della personalità di una persona in particolare”.

Di fronte a Putin, su sedie bianche abbinate e con un tavolino tra loro, Carlson ha raramente controbattuto all’intervista, registrata martedì in una sala ornata del Cremlino e pubblicata sul sito web di Carlson, e non ha sfidato Putin sul suo rapporto con Trump.

Da presidente e da quando è stato sconfitto da Biden, Trump ha ripetutamente elogiato Putin e non ha condannato l’invasione dell’Ucraina – dicendo che se fosse stato rieletto sarebbe stato in grado di risolvere la guerra in “24 ore”, senza però dire come.

Al contrario, Biden ha bollato Putin come “criminale di guerra” e ha fatto del sostegno al governo eletto e filo-occidentale dell’Ucraina una delle priorità principali della sua presidenza.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Il premio NOMA 2024 a Manuela Tesse e Michele Marcolini

Sliema, Malta - 13 febbraio 2024 Il prestigioso Premio Noma 2024 sarà conferito a Manuela Tesse e Michele Marcolini, allenatori delle nazionali maltesi di...