martedì, Maggio 28, 2024
HomeWorldIl tribunale tedesco condanna un apolide per gli omicidi su treno

Il tribunale tedesco condanna un apolide per gli omicidi su treno

Nel gennaio del 2023 ha compiuto una serie di accoltellamenti su un treno che viaggiava tra le città settentrionali di Kiel e Amburgo. Foto del file: Shutterstock

Un tribunale tedesco ha condannato mercoledì all’ergastolo un apolide di origine palestinese per un attacco con coltello su un treno che ha causato la morte di due adolescenti.

L’imputato, indicato dal tribunale solo come Ibrahim A, 34 anni, aveva compiuto una serie di accoltellamenti nel gennaio 2023 su un treno che viaggiava tra le città settentrionali di Kiel e Amburgo.

Una ragazza di 17 anni e un uomo di 19 anni che si conoscevano sono stati uccisi nell’attacco e cinque persone sono rimaste ferite.

Data la gravità del crimine, la corte, nel suo verdetto, ha anche escluso la liberazione anticipata, solitamente offerta dopo 15 anni di reclusione, per le condanne all’ergastolo.

Il presidente della corte Johann Lohmann ha descritto l’attacco come un “crimine straordinariamente scioccante”.

Oltre a essere condannato per i due omicidi, l’imputato è stato condannato per tre capi d’accusa di tentato omicidio.

La difesa aveva cercato di sostenere che A. soffrisse di problemi psicologici, ma un esperto non ha riscontrato alcuna menomazione che limitasse la sua responsabilità.

L’imputato, senza fissa dimora, era stato rilasciato da poco per un’aggressione separata quando si è scatenato sul treno.

I passeggeri lo hanno sopraffatto e trattenuto fino a quando la polizia lo ha arrestato in una stazione ferroviaria della città di Brokstedt.

È arrivato in Germania nel 2014 e aveva diversi precedenti, anche per reati violenti, risalenti al 2015.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

‘Questa non è una serie TV’ – Muscat si dichiara non colpevole tra drammi in tribunale e fuori

Centinaia di persone hanno manifestato fuori dal tribunale a sostegno di Muscat e dei suoi collaboratori. Foto: Matteo MirabelliJoseph Muscat si è dichiarato non...