venerdì, Dicembre 1, 2023
HomeWorldI soccorritori in una corsa notturna per salvare l'equipaggio del sottomarino del...

I soccorritori in una corsa notturna per salvare l’equipaggio del sottomarino del Titanic

L’imponente sforzo di ricerca e salvataggio di un sommergibile scomparso vicino al relitto del Titanic è giunto a una fase critica mercoledì, quando mancano poche ore all’esaurimento delle scorte di ossigeno per le cinque persone a borde.

Sebbene i funzionari della Guardia Costiera abbiano ribadito di essere “fiduciosi”, con un aumento delle risorse e degli esperti che si stanno unendo all’operazione e il sonar che rileva rumori sottomarini non identificati, la sfida di localizzare e recuperare l’equipaggio vivo è apparsa sempre più formidabile.

“A volte ci si trova nella posizione di dover prendere una decisione difficile. Non siamo ancora a quel punto”, ha dichiarato il capitano della Guardia Costiera statunitense Jamie Frederick, aggiungendo che la missione di ricerca e salvataggio rimane “al 100%”.

Gli organizzatori della risposta multinazionale – che comprende aerei militari statunitensi e canadesi, navi della Guardia Costiera e robot teleguidati – stanno concentrando i loro sforzi nell’Atlantico settentrionale in prossimità di molteplici “rumori sottomarini” rilevati dal sonar tra martedì e mercoledì.

I rumori hanno fatto sperare che i passeggeri della piccola imbarcazione da turismo siano ancora vivi, anche se gli esperti non sono stati in grado di confermarne la provenienza.

“Non sappiamo cosa siano, ad essere sinceri”, ha detto Frederick, che ha aggiunto: “Dobbiamo rimanere ottimisti e speranzosi”.

Il Titanic ha iniziato la discesa alle 8:00 di domenica e sarebbe dovuto riemergere sette ore dopo, secondo la Guardia Costiera statunitense.

I soccorritori, che hanno ricevuto aiuto da tutto il mondo, stimano che i passeggeri potrebbero esaurire l’ossigeno giovedì mattina, in base alla capacità del sottomarino di contenere fino a 96 ore di aria di emergenza.

L’imbarcazione turistica di 21 piedi (6,5 metri) ha perso le comunicazioni con la nave madre a meno di due ore dal suo viaggio per vedere i resti del Titanic, che si trovano a più di due miglia (quasi quattro chilometri) sotto la superficie dell’Atlantico settentrionale.

Il sommergibile, chiamato Titan, trasportava il miliardario britannico Hamish Harding e il magnate pakistano Shahzada Dawood e suo figlio Suleman, anch’essi di cittadinanza britannica.

La OceanGate Expeditions chiede 250.000 dollari per un posto sul sottomarino.

– Mr. Titanic

A bordo ci sono anche l’amministratore delegato della società, Stockton Rush, e l’operatore sottomarino francese Paul-Henri Nargeolet, soprannominato “Mr Titanic” per le sue frequenti immersioni nel sito.

Navi e aerei hanno setacciato 10.000 miglia quadrate (circa 20.000 chilometri quadrati) di acque superficiali – all’incirca le dimensioni del Massachusetts – alla ricerca dell’imbarcazione, che stava tentando di immergersi a circa 400 miglia dalla costa di Terranova, in Canada.

Dopo che i rumori sono stati rilevati da un aereo canadese P-3, i soccorritori hanno trasferito due veicoli a comando remoto (ROV) che effettuano ricerche sott’acqua e una nave di superficie con capacità sonar.

Le ricerche del ROV non hanno dato risultati, ma i dati dell’aereo canadese sono stati condivisi con gli esperti della Marina statunitense per l’analisi acustica.

“Ci sono state diverse segnalazioni di rumori e ognuno di questi rumori viene analizzato”, ha detto Carl Hartsfield, del Woods Hole Oceanographic Institution.

Ha aggiunto che i suoni “sono stati descritti come rumori di sbattimento“.

Frederick ha detto che il numero di navi di superficie impegnate nelle ricerche raddoppierà da cinque a dieci entro 24-48 ore.

La Marina ha inviato un sistema di verricelli specializzato per il sollevamento di oggetti pesanti da profondità estreme, altre attrezzature e personale; il Pentagono ha inviato tre velivoli C-130 e tre C-17.

Un robot sottomarino inviato dall’istituto oceanografico francese sarebbe dovuto arrivare nel primo pomeriggio di mercoledì. Anche una nave canadese che trasportava personale medico e una camera di decompressione era in viaggio.

Timori di una perdita

La missione di Titan avrebbe dovuto essere l’unico viaggio con equipaggio sul Titanic quest’anno a causa del maltempo, ha scritto Harding su Instagram.

Il Titanic colpì un iceberg e affondò nel 1912 durante il suo viaggio inaugurale dall’Inghilterra a New York con 2.224 passeggeri ed equipaggio a bordo. Morirono più di 1.500 persone.

È stato ritrovato nel 1985 e rimane un’attrazione per gli esperti di nautica e i turisti subacquei.

La pressione a quella profondità, misurata in atmosfere, è 400 volte superiore a quella del livello del mare.

Mike Reiss, un autore televisivo americano che ha visitato il relitto del Titanic con lo stesso sottomarino l’anno scorso, ha dichiarato alla BBC che l’esperienza è stata disorientante.

Alistair Greig, professore di ingegneria navale all’University College di Londra, ha suggerito due possibili scenari basati sulle immagini del Titano.

Secondo lui, se avesse avuto un problema elettrico o di comunicazione, sarebbe potuta emergere e rimanere a galla, “in attesa di essere trovata” – tenendo presente che la nave può essere sbloccata solo dall’esterno.

“Un altro scenario è che lo scafo in pressione sia stato compromesso – una perdita”, ha detto in una dichiarazione.

“Allora la prognosi non è buona”.

Nel 2018, l’ex direttore delle operazioni marine della OceanGate Expeditions, David Lochridge, ha dichiarato in una causa di essere stato licenziato dopo aver sollevato dubbi sul “progetto sperimentale e non testato” dell’imbarcazione.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Modifiche legali per rafforzare il settore degli affitti

Durante una conferenza stampa presso il Palazzo del Parlamento, il Ministro per l'Alloggio Sociale ed Accessibile, Roderick Galdes, ha annunciato delle modifiche legali che...