mercoledì, Maggio 29, 2024
HomeMaltaVerifica dei fatti: questo post su Facebook è davvero di PAMA?

Verifica dei fatti: questo post su Facebook è davvero di PAMA?


Un post su Facebook afferma che PAMA sta celebrando il suo 20° anniversario con un omaggio per chiunque condivida o commenti il post.

Realtà: il post è una bufala, pubblicata da una pagina Facebook non collegata a PAMA.


Un post su Facebook che sostiene di celebrare il 20° anniversario del supermercato PAMA è diventato virale sui social media mercoledì, con migliaia di utenti che hanno condiviso il post.

Il post offre alle persone l’opportunità di vincere un nuovo telefono Samsung, denaro o buoni spesa seguendo alcuni semplici passaggi, tra cui commentare il post per dire “ben fatto (prosit)”, mettere mi piace e condividere il post e seguire la pagina.

The post was shared over 1,500 times.
Il post è stato condiviso più di 1500 volte

Al momento della pubblicazione, migliaia di persone hanno seguito queste istruzioni, molte delle quali si sono congratulate con PAMA per il suo servizio e hanno condiviso il post sul proprio profilo o su altri gruppi di Facebook.

Il post non sembra chiedere agli utenti di effettuare pagamenti, trasferire denaro o condividere informazioni personali.

The post gives users a list of instructions they must follow to be eligible for a prize.
Il post fornisce agli utenti un elenco di istruzioni da seguire per avere diritto al premio.

I lettori che si sono imbattuti nel post hanno contattato Times of Malta per verificare se fosse autentico o meno.

Un esame più attento del post rivela che non è autentico ed è stato originariamente pubblicato da una pagina bufala che non è collegata a PAMA.

La pagina che ha pubblicato il post, chiamata PAMA Market Fans, è stata creata mercoledì mattina e ha rapidamente guadagnato centinaia di follower. Questo è l’unico post pubblicato da questa pagina.

Parlando con Times of Malta, il vice direttore generale di PAMA Malcolm Camilleri ha confermato che sia la pagina Facebook PAMA Market Fans che il post in questione sono completamente estranei a PAMA.

“Non è la prima volta che viene condivisa una truffa simile. Incoraggiamo i nostri clienti a visitare sempre le pagine ufficiali di PAVI e PAMA sui social media per verificare se un post è vero o meno”.

Come funzionano queste truffe?

Non è raro che siti web, pagine o post bufala che inizialmente sembrano innocui, come questo, diventino virali.

L’obiettivo di queste bufale è quello di essere condivise e di ottenere il maggior numero possibile di follower in un breve periodo di tempo.

Una volta che il post o la pagina hanno guadagnato molti follower, il truffatore torna sul post e lo modifica per pubblicizzare una truffa volta a rubare dati personali come quelli della carta di credito, indirizzi o altre informazioni personali. Queste truffe possono includere, tra l’altro, una truffa di criptovalute, uno schema piramidale o un annuncio immobiliare.

Modificando il post, mantiene tutti i commenti, le condivisioni e i “mi piace” che aveva ottenuto prima di essere modificato. Questo fa apparire la truffa più legittima, rendendo più probabile l’inganno di lettori ignari che condividono le loro informazioni personali.

Come si riconosce una bufala?

L’osservazione ravvicinata di questi post spesso rivela diversi segni rivelatori che suggeriscono che il post potrebbe essere una bufala.

Il post sembra essere stato pubblicato da un profilo falso. L’esame del profilo della persona che ha pubblicato il post può rivelare che si tratta di un account nuovo di zecca che non ha mai postato prima e non ha alcun collegamento con altri account autentici sui social media.
I commenti sono stati disabilitati. Spesso questo viene fatto per impedire agli altri utenti di commentare per avvisare le persone che il post è una bufala.
Il testo del post presenta un’ortografia o una formattazione insolita, il che suggerisce che potrebbe essere stato copiato da un’altra parte o in qualche modo alterato.
Il post utilizza foto che non sembrano autentiche o che potrebbero essere già state utilizzate in precedenza. L’esecuzione di una ricerca inversa delle immagini spesso rivela se l’immagine è stata utilizzata in precedenza.

Il verdetto

La pagina PAMA Market Fans è una pagina falsa che non è in alcun modo collegata a PAMA. Un portavoce di PAMA ha confermato che il post è una bufala e che l’offerta in regalo pubblicizzata non è reale.

L’affermazione è quindi falsa, poiché le prove la confutano chiaramente.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Rilasciati i più potenti minatori di criptovalute

I minatori ASICRUN vantano un consumo energetico basso o moderato. Foto: Shutterstock Il panorama del mining di criptovalute a livello globale ha subito una...