giovedì, Aprile 18, 2024
HomeMaltaProblemi di licenza per la richiesta di una stazione di rifornimento a...

Problemi di licenza per la richiesta di una stazione di rifornimento a Sliema

La richiesta di riqualificazione di una stazione di servizio sulla Tower Road di Sliema è stata sospesa per sei mesi per dare al richiedente più tempo per presentare la licenza di esercizio.

Alla Michael Attard Services Ltd erano state concesse due settimane per presentare una licenza operativa rilasciata dall’Autorità di Regolamentazione per i Servizi Energetici e Idrici (REWS), ma durante la seduta di oggi, un rappresentante dell’architetto ha dichiarato che stavano incontrando “problemi tecnici” con l’Autorità di Regolamentazione.

Il rappresentante ha detto che né l’architetto Chris Cachia né il richiedente potevano essere presenti alla seduta di oggi e hanno chiesto il rinvio, sia per la loro assenza sia per dare tempo di risolvere il problema in corso con il REWS.

Tuttavia, in una precedente seduta la Commissione di pianificazione ne aveva indicati due, affermando che la proposta era contraria alla politica sulle stazioni di rifornimento, che avrebbe generato traffico in una zona turistica e residenziale e che sarebbe stata contraria alle politiche che mirano a proteggere e migliorare il carattere e l’amenità delle aree urbane.

In rappresentanza degli oppositori, l’avvocato Claire Bonello ha espresso perplessità sul ritardo nella presentazione delle licenze di esercizio, che avrebbe dovuto essere un prerequisito prima della presentazione della domanda e non dopo.

“Non riesco a capire perché stiamo aspettando un’ulteriore consultazione sulla questione, quando la REWS ha già presentato le sue osservazioni su questa domanda”, ha dichiarato

“O il richiedente ha una licenza o non ce l’ha”.

Anche il deputato del PN Albert Buttigieg ha protestato per la sospensione della domanda quando è stata proposta, dicendo che era la seconda volta che gli obiettori avevano speso il loro tempo per partecipare a una seduta senza raggiungere una conclusione e che lasciava la questione in sospeso sulle teste dei residenti.

“Questa decisione sta andando troppo per le lunghe ed è ingiusta nei confronti delle persone che si sono assentate dal lavoro per essere preparate e presenti a questa udienza”, ha dichiarato.

“Lasciare questa decisione in sospeso sta creando ansia ai residenti che potrebbero dover convivere con una stazione di servizio sotto casa”.

La presidente della Commissione di pianificazione Stephania Baldacchino ha deciso di sospendere la domanda per sei mesi, durante i quali il richiedente dovrà presentare la licenza di esercizio e rispondere alle ragioni di rifiuto espresse dalla Commissione durante l’ultima udienza sulla domanda.

La richiesta, in una delle strade più trafficate di Sliema, mira a includere strutture accessorie alla stazione di rifornimento esistente, nonché a potenziare e ristrutturare i serbatoi sotterranei della stazione di rifornimento esistente, con una capacità totale di 60.000 litri di carburante.

Gli oppositori hanno sollevato numerose perplessità sulla riattivazione della stazione di rifornimento a causa della sua vicinanza ad alberghi, bar e abitazioni della zona.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Le prime pagine di oggi – Marzo 2024

Foto di archivio del Times of Malta.Ecco le notizie più importanti apparse giovedì sui quotidiani maltesi. IlTimes of Malta riporta la notizia di come sia...