domenica, Febbraio 25, 2024
HomeMaltaPartito Nazionalista: Ascoltate i genitori preoccupati degli studenti con disabilità

Partito Nazionalista: Ascoltate i genitori preoccupati degli studenti con disabilità

È stata istituita una commissione d’inchiesta per esaminare i problemi segnalati in merito al Guardian Angel Resource Centre. Foto: Jonathan Borg

Il Ministero dell’Istruzione non dovrebbe ignorare le richieste di aiuto dei genitori di bambini con gravi disabilità in merito alla mancanza di risorse presso il Guardian Angel Secondary Education Resource Centre, ha dichiarato il Partito Nazionalista.

Il portavoce del Partito Nazionalista (PN) per l’istruzione Justin Schembri e la portavoce per l’inclusione Graziella Galea hanno anche esortato la polizia ad accelerare le indagini sul presunto abuso fisico di tre studenti da parte di tre educatori all’inizio dello scorso anno.

“Queste accuse stanno ostacolando il lavoro svolto al centro risorse”, hanno dichiarato, esprimendo il loro sostegno al personale del centro e dicendosi aperti a collaborare.

Stavano reagendo a un articolo del Times of Malta in cui i genitori di bambini gravemente disabili che frequentano il centro di risorse per l’istruzione secondaria gestito dallo Stato hanno parlato della mancanza di risorse e personale altamente specializzato per soddisfare le esigenze specifiche degli studenti della scuola – che fa parte del Dun Gorg Preca College che si rivolge a studenti tra gli 11 e i 16 anni.

In maniera non correlata a tal proposito, la polizia sta indagando sulle accuse di abusi fisici da parte di tre educatori nei confronti di studenti gravemente disabili dello stesso centro. Secondo le fonti, i presunti abusi, che risalgono all’inizio dell’anno scorso, consistevano nello spruzzare gli studenti non verbali con “un liquido” e nel colpire uno studente alla testa. Gli educatori sono stati sospesi. La questione è stata segnalata durante un’interrogazione parlamentare dal deputato del PN Justin Schembri.

Nel frattempo, i genitori preoccupati hanno raccontato che i loro figli hanno dovuto trascorrere settimane o mesi fuori dalla scuola perché sospesi per comportamenti difficili o perché temevano per la salute e la sicurezza dei loro figli se fossero stati mandati al centro. Hanno detto che questo ha portato anche all’esaurimento del personale dedicato.

Il Commissario per i diritti delle persone con disabilità, Rhoda Garland, ha confermato che la commissione ha ricevuto diverse segnalazioni da parte di genitori di studenti del Guardian Angel e ha concordato sul fatto che il centro ha una carenza di LSE e di professionisti terapeutici per soddisfare le esigenze dei bambini con comportamenti difficili.

Il Ministero dell’Istruzione, tuttavia, ha rilasciato una dichiarazione in cui smentisce la mancanza di risorse umane nel centro, compresi gli educatori LSE.

Oggi, il Ministro dell’Istruzione Clifton Grima ha dichiarato che le risorse richieste dal centro sono sempre state concesse e che il rapporto studenti-educatori è conforme alla politica. Si tratta di un insegnante di classe e tre LSE per otto studenti.

Il ministro ha dichiarato che il ministero stava esaminando le preoccupazioni, che i metodi precedenti potessero essere rivisti, e il mese scorso ha nominato una commissione d’inchiesta per valutare la situazione reale all’interno della scuola e fornire raccomandazioni entro la fine di questo mese.

La Strategia nazionale per l’istruzione, che è in fase di consultazione finale, “trasformerà” il settore e coprirà tutte le sue esigenze, ha affermato il ministero nella dichiarazione.

L’Unione degli Insegnanti di Malta ha difeso gli educatori affermando che è “inaccettabile che individui, che non hanno idea di cosa serva per gestire un’istituzione educativa, cerchino tutti i modi possibili per mettere in ginocchio la scuola, a scapito di educatori e studenti”.

In risposta a ciò Rebecca Bonello, ex rappresentante dei genitori nel consiglio scolastico che ha ritirato il figlio dodicenne per problemi di sicurezza, ha detto che i genitori si sono battuti per ottenere maggiori risorse per un anno.

Se non ci sono problemi di risorse, ha detto, “posso gentilmente chiedere… perché l’aula di musica e il laboratorio sono chiusi? Posso anche chiedere perché quest’anno è stata fatta una multisensoriale e perché non c’è una stanza della calma? ….I bambini sono stati sospesi e i genitori sono stati costretti a dare ai loro figli dei farmaci…. Abbiamo dovuto interrompere l’istruzione di nostro figlio perché la sua salute mentale ne risentiva”, ha detto la signora.

Nel frattempo, MaltaCAN, un’organizzazione di volontariato composta da 14 organizzazioni che si occupano della promozione e del sostegno dei diritti dei bambini, si è detta “profondamente turbata dall’aumento della segregazione dei bambini affetti da autismo a Malta”.

“Si tratta di una grave preoccupazione se si considerano le 180 domande pendenti di studenti che sono attualmente in attesa di un educatore di supporto all’apprendimento”.

Il documento ha aggiunto che la mancanza di dati e di ricerche sulla situazione attuale sottolinea l’urgenza di affrontare il problema con tempestività per garantire il diritto all’istruzione per ogni bambino.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Il premio NOMA 2024 a Manuela Tesse e Michele Marcolini

Sliema, Malta - 13 febbraio 2024 Il prestigioso Premio Noma 2024 sarà conferito a Manuela Tesse e Michele Marcolini, allenatori delle nazionali maltesi di...