martedì, Maggio 28, 2024
HomeMaltaMalta è l'obiettivo principale dei furti con scasso da parte delle bande...

Malta è l’obiettivo principale dei furti con scasso da parte delle bande di criminalità organizzata “più minacciose”

Secondo un rapporto dell’Europol, Malta è uno dei cinque Paesi dell’Unione europea maggiormente presi di mira dalle bande della criminalità organizzata. Foto: Shutterstock

Malta è tra i cinque Paesi più colpiti dalle bande criminali organizzate che compiono furti e rapine, secondo l’agenzia di polizia dell’UE.

In un recente rapporto, Europol ha dichiarato che 33 delle reti criminali “più minacciose” specializzate in furti e rapine prendono di mira soprattutto Malta e altri quattro Paesi, secondo i dati provenienti dai nove Paesi dichiaranti.

Le bande sono composte per lo più da croati, georgiani, italiani e rumeni e hanno un funzionamento di tipo mafioso, ha dichiarato l’agenzia.

Il rapporto rileva che, mentre la maggior parte delle reti criminali più minacciose conta un mix di nazionalità tra i suoi membri, alcune nazionalità, in particolare gli italiani, tendono a rimanere più unite.

“I Paesi più colpiti dalle reti che commettono furti e rapine sono Francia, Italia, Malta, Portogallo e Spagna. Le nazionalità più rappresentate in queste reti sono croata, georgiana, italiana e rumena”, si legge nel rapporto.

“Le reti sono costituite da gruppi di criminalità organizzata mobile basati su clan o famiglie o da ‘Ladri di Legge’ [criminali di carriera]”, si legge nel rapporto, che descrive tali bande come aventi “pieno controllo” sul processo criminale.

Ha aggiunto che alcune reti si sono ramificate anche nel traffico di esseri umani e nel contrabbando di droga, con il ruolo di “scouter” un ruolo critico all’interno della struttura organizzativa dei gruppi.

Caratterizzando le mafie italiane come “ad ampio raggio” in tutta l’UE e per lo più attive al di fuori dell’Italia in sei Paesi, tra cui Malta, l’Europol ha affermato che tali gruppi svolgono una serie di attività come il traffico di droga, l’estorsione e il riciclaggio di denaro, tra le altre.

Le reti georgiane, invece, tendono a dedicarsi ai reati contro la proprietà, tra cui furti e rapine, e sono attive soprattutto a Malta e in altri cinque Paesi.

A febbraio, Times of Malta ha riportato come Malta sia diventata il nascondiglio preferito dai boss mafiosi e dai loro scagnozzi dopo l’arresto del figlio di un noto leader della mafia siciliana.

Il rapporto di Europol Decoding the Most Threatening Criminal Networks ha individuato 821 reti criminali che operano in tutto il blocco. Secondo il rapporto, i loro 25.000 membri hanno un “grave impatto” sull’UE, con ripercussioni su milioni di vite.

Descrivendo come ha identificato le bande criminali come le più minacciose, Europol le ha caratterizzate come particolarmente agili – in grado di coprire bene le proprie tracce e di adattarsi alle nuove sfide poste dalle forze dell’ordine – e come dotate di una forte leadership.

La loro capacità di operare a livello internazionale, di utilizzare i sistemi legali a loro vantaggio – ad esempio per il riciclaggio di denaro – e il livello di pericolo che rappresentano per la società sono stati altri fattori importanti.

“La metà delle reti criminali più minacciose è coinvolta nel traffico di droga come attività principale. Altre aree di criminalità includono la frode, i reati contro la proprietà, il contrabbando di migranti e la tratta di esseri umani”.

“Non tutte le reti criminali utilizzano la violenza e la corruzione per sostenere le loro attività, ma quando lo fanno, il livello di minaccia aumenta. Questi strumenti si rafforzano a vicenda e danneggiano il tessuto della nostra società”.

Nella preparazione del rapporto, pubblicato all’inizio di questo mese, Europol ha collaborato con le forze dell’ordine degli Stati membri e dei Paesi partner al di fuori dell’UE.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

In immagini: Muscat, Schembri e Mizzi elogiati mentre affrontano accuse di corruzione

Muscat è stato sommerso quando è entrato in tribunale. Foto: Matteo MirabelliJoseph Muscat, Keith Schembri e Konrad Mizzi hanno ricevuto un'accoglienza da eroi quando...