sabato, Maggio 18, 2024
HomeMaltaIl procuratore generale "sabota" l'accusa di Joseph Muscat, sostiene una ONG

Il procuratore generale “sabota” l’accusa di Joseph Muscat, sostiene una ONG

Il procuratore generale Victoria Buttigieg. Foto d’archivio.

Il procuratore generale Victoria Buttigieg sta “sabotando” il processo contro Joseph Muscat, ha dichiarato venerdì Repubblika.

In una protesta giudiziaria, la ONG per lo Stato di diritto ha affermato che Buttigieg non ha nemmeno cercato di nascondere i suoi sforzi per aiutare l’ex primo ministro, offrendogli un accesso “privilegiato” ai risultati dell’inchiesta sugli ospedali.

Repubblika, in una protesta giudiziaria redatta dall’avvocato Jason Azzopardi, ha lamentato il fatto che i suoi sforzi per ottenere l’accesso all’inchiesta, che ha avviato nel 2019, sono stati respinti due volte.

Muscat è tra coloro che dovranno affrontare le accuse di riciclaggio di denaro e corruzione legate all’affare degli ospedali.

Repubblika ha accusato il Procuratore generale di aver “ordinato” all’Avvocatura di Stato di non presentare ricorso contro una recente decisione del tribunale che concedeva a Muscat l’accesso alle parti dell’inchiesta in cui è citato.

Giovedì, il giudice Giovanni Grixti ha imposto al Procuratore Generale di presentare tutti i documenti dell’inchiesta che riguardano l’ex primo ministro.

Repubblika ha detto che il Procuratore Generale ha accettato di consegnare i documenti a Muscat prima ancora che scadesse il termine di quattro giorni per appellarsi alla decisione di Grixti.

L’ONG ha dichiarato che il Procuratore Generale ha depositato “ogni singola pagina e documento” in cui viene menzionato Muscat, comprese “prove documentate del suo riciclaggio di denaro”.

Muscat nega fermamente di aver commesso qualsiasi illecito.

Repubblika ha affermato che mentre il Procuratore Generale voleva che Muscat avesse il vantaggio di un accesso “privilegiato”, le sue richieste di ottenere i risultati dell’inchiesta sono state rifiutate.

L’ONG ha affermato che i risultati dell’inchiesta sono di interesse nazionale e dovrebbero essere pubblicati immediatamente.

Repubblika ha avvertito che avrebbe ritenuto Buttigieg personalmente responsabile di aver fatto di tutto per “aiutare i criminali”, invece di rispettare il suo giuramento.

L’inchiesta è proseguita venerdì, con il vice primo ministro Chris Fearne che ha annunciato le sue dimissioni.

Fearne, ex ministro della Sanità, è destinato ad affrontare accuse di frode in relazione all’affare.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE