martedì, Maggio 28, 2024
HomeMaltaMark Camilleri è in trattativa con il governo per tornare al Consiglio...

Mark Camilleri è in trattativa con il governo per tornare al Consiglio nazionale del libro

Il blogger ed ex presidente del Consiglio nazionale del libro Mark Camilleri nel 2023. Foto: Matteo Mirabelli

L’ex presidente del Consiglio del libro Mark Camilleri sta discutendo con il governo su un suo possibile ritorno al Consiglio come consulente, ha dichiarato venerdì a Times of Malta .

“Ci sono problemi nel Consiglio e io andrò a fare il lavoro che è mancato negli ultimi tre anni”, ha detto Camilleri.

“Non è ancora stato deciso nulla. Non ho firmato nulla e le discussioni sono ancora in corso”.

I suoi commenti arrivano dopo che è stato riferito che Camilleri tornerà al Consiglio come consulente e riceverà uno stipendio di circa 30.000 euro all’anno. Fonti hanno detto a MaltaToday che gli sarà permesso di lavorare a distanza.

Camilleri ha guidato il Consiglio nazionale del libro per diversi anni fino a quando il suo contratto non è stato rinnovato dal Ministero dell’Istruzione nel 2021, un anno dopo essersi scontrato con l’allora ministro dell’Istruzione Justyne Caruana.

Da allora è stato presidente del Consiglio e il suo successore, anch’egli di nome Mark Camilleri, ha assunto la carica di presidente.

Quando venerdì gli è stato chiesto di confermare se tornerà nel Consiglio, Camilleri Times of Malta ha detto che sta discutendo con il Ministro dell’Istruzione.

“Non c’è nulla di firmato sulla carta e il rapporto[di MaltaToday] è solo parole”, ha detto.

“Se ottengo un contratto legato al mio lavoro effettivo e che può aiutarmi a crescere, perché no?”, ha aggiunto.

In un post su Facebook, Camilleri ha criticato il servizio di MaltaToday, chiedendo perché il giornale abbia ignorato le sue indagini sul Primo Ministro Robert Abela. Ha detto che MaltaToday non lo ha contattato per un commento.

“È perché sono completamente finanziati dal governo?”, ha chiesto.

MaltaToday , in quanto giornale del Partito Laburista, ha fatto del suo meglio per attaccarmi e diffamarmi costantemente, ignorando le mie storie investigative”

continuerò il mio lavoro d’inchiesta

Camilleri ha dichiarato a Times of Malta che anche se venisse raggiunto un accordo, “non ci saranno cambiamenti in quello che faccio”, e continuerà con il suo lavoro d’inchiesta.

I problemi di Camilleri con il Consiglio sono iniziati nel 2020, quando l’allora ministro dell’Istruzione Justyne Caruana spinse perché si dimettesse a seguito di un litigio pubblico con uno degli avvocati che rappresentavano il presunto cospiratore dell’omicidio di Daphne Caruana Galizia, Yorgen Fenech.

Un anno dopo è stato estromesso e si è messo in proprio. Gestisce un blog personale e una casa editrice indipendente, Dar Camilleri, lanciata nel 2021.

Nello stesso anno ha pubblicato A Rent Seeker’s Paradise , in cui denuncia la corruzione e il malgoverno del governo laburista.

Nel libro, Camilleri sostiene che Rosianne Cutajar ha avuto una relazione con Fenech per ottenere un vantaggio nella sua carriera politica e che ha ricevuto da lui “denaro corrotto”. Cutajar è

In seguito ha pubblicato più di 2.200 messaggi WhatsApp tra Cutajar e Fenech, sostenendo che i due erano intimi e in rapporti molto stretti.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

In immagini: Muscat, Schembri e Mizzi elogiati mentre affrontano accuse di corruzione

Muscat è stato sommerso quando è entrato in tribunale. Foto: Matteo MirabelliJoseph Muscat, Keith Schembri e Konrad Mizzi hanno ricevuto un'accoglienza da eroi quando...