mercoledì, Febbraio 21, 2024
HomeMaltaIl Ministero tiene una conferenza stampa per rilasciare un documento sulla riforma...

Il Ministero tiene una conferenza stampa per rilasciare un documento sulla riforma del benessere degli animali

Il Ministero per i diritti degli animali ha tenuto una conferenza stampa per annunciare la riforma della direzione per il benessere degli animali, ma ha trascurato di includere qualsiasi dettaglio sulla presunta ampia revisione del dipartimento.

In un documento di quattro pagine e 68 parole, il ministero ha annunciato che, a seguito di un esercizio di valutazione, ha identificato sette pilastri per garantire “l’attuazione e l’esecuzione di successo delle dichiarazioni di missione stabilite dalla direzione per il benessere degli animali per il periodo 2023-2026″.

Questi sono: accesso a informazioni e sistemi accreditati, infrastrutture di alta qualità, capitale umano efficace, trasformazione digitale in sistemi centralizzati, procedure chiare e condotta operativa rigorosa, governance e applicazione delle norme, impegno pubblico e presenza online.

Durante la conferenza non sono stati condivisi dettagli specifici sulle modifiche previste allattuale funzionamento della direzione.

I media erano stati invitati al lancio della riforma del benessere animale dal Ministro dellAgricoltura Anton Refalo e dal Segretario parlamentare Alicia Bugeja Said alla conferenza stampa nella Old Farmhouse Hall, a Għammieri.

Un comunicato stampa inviato più tardi, martedì, ha ampliato alcuni dettagli, affermando che la strategia mira a implementare un modo più efficiente per raccogliere informazioni per la direzione sia per luso da parte dei funzionari che del pubblico in generale, espandere le infrastrutture come nuove cliniche e più spazi per tenere gli animali abbandonati e ampliare il servizio di ambulanza per gli animali, assegnare più risorse ai dipendenti della direzione per consentire loro di svolgere il proprio lavoro in modo più efficace, utilizzare meglio la tecnologia per aumentare lefficienza, introdurre procedure operative standard ufficiali, implementare nuovi processi legali e finanziari e aumentare la comunicazione efficace e trasparente con il pubblico.

Il Segretario parlamentare per i diritti degli animali Alicia Bugeja ha dichiarato che lanno scorso la direzione ha ricevuto 5.000 richieste di assistenza e altre 1.000 nel primo trimestre del 2023. Nellultimo anno e mezzo, il dipartimento ha effettuato oltre 1.200 ispezioni e fornito assistenza medica e cure a 1.500 gatti e 700 cani.

Nonostante il buon lavoro svolto, la dottoressa ha affermato che il feedback degli attivisti per gli animali e dei volontari dimostra che è necessario fare di più.

La strategia, ha aggiunto, affronterà le realtà finanziarie della gestione di unefficace direzione per il benessere degli animali e che il lavoro per limplementazione della strategia inizierà a breve.

Il Ministro dell’Agricoltura Anton Refalo ha dichiarato che, nell’ambito della strategia, il Ministero lancerà una nuova campagna di sterilizzazione e un fondo per il benessere degli animali per assistere gli animali randagi. Si sta inoltre lavorando per lanciare un libro bianco che introduca norme per gli allevatori e i toelettatori.

Il commissario per la protezione degli animali Alison Bezzina ha dichiarato che il documento, ancora da pubblicare, contiene gran parte di ciò per cui gli attivisti si battono da anni.

La riforma, ha detto Bezzina, prevede l’aumento delle risorse umane e della formazione dei dipendenti della direzione e l’introduzione di un sistema digitale centralizzato che consentirà al pubblico di tenere traccia delle segnalazioni di abusi fatte e dei loro esiti.

“Credo che tutti i cambiamenti proposti possano fare una grande differenza”, ha dichiarato.

Bezzina ha aggiunto che il problema principale che deve essere affrontato è la grande quantità di cani grandi e forti che intasano i rifugi di salvataggio, con i volontari che non sono in grado di ospitarli.

“Se non fermiamo almeno temporaneamente il loro allevamento e la loro importazione, in modo che non finiscano più nel sistema, non importa quanto investiamo in una cosa del genere, non riusciremo mai ad avere un po’ di respiro”, ha detto.

Alla domanda se la riforma prenderà in considerazione una legislazione che metta sotto controllo l’importazione e l’allevamento di cani grandi e forti, Bugeja Said si è limitata a dire che presto sarà lanciato un libro bianco con regole per gli allevatori e i toelettatori.

Ha aggiunto che la riforma cercherà di rafforzare il processo di adozione di alcuni cani, in particolare delle razze prepotenti.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

La polizia chiede l’aiuto del pubblico per trovare un uomo ricercato

Miguel Gaffarena. Foto: Polizia di MaltaLa polizia sta cercando l'aiuto del pubblico per rintracciare Miguel Gaffarena, che è ricercato in relazione a un'indagine in...