martedì, Aprile 23, 2024
HomeMaltaIl centro migranti di Marsa è ora vuoto, dice il sindaco

Il centro migranti di Marsa è ora vuoto, dice il sindaco

Il sindaco di Mosta Josef Azzopardi (a lato) ha annunciato in TV che il sito di Marsa “non ha richiedenti asilo” Foto: Matthew Mirabelli (principale)/Facebook/Josef Azzopardi (a lato).

Il Centro aperto per migranti di Marsa è ora vuoto, secondo il sindaco della località.

Josef Azzopardi lo ha dichiarato al programma Xtra di TVM, affermando che non ci sono più richiedenti asilo nel Centro aperto di Marsa.

Descrivendo i problemi storici del centro – alloggi in stile dormitorio da cui i residenti erano liberi di entrare e uscire – ha detto che in passato ha lottato con problemi di sovraffollamento.

“Avrebbe dovuto ospitarne 500, ma era sovraffollato di immigrati… Ora stiamo cercando di trasformare questo centro in qualcosa di utile per la comunità locale”, ha dichiarato.

Contattato martedì, Azzopardi ha affermato che nel corso degli anni il numero di persone presenti nel centro è diminuito, e che l’ultima volta che ha visitato il sito quattro mesi fa erano “pochissime”.

Alla domanda se il centro rimarrà aperto dopo la sua apertura, Azzopardi ha indirizzato Times of Malta al Ministero degli Affari Interni, ma ha detto che il consiglio sta considerando di utilizzare alcune delle stanze per progetti culturali.

Azzopardi speaking on TVM's Xtra programme on Monday night. Photo: TVM.

Nel 2020, centinaia di persone sono state allontanate dal centro di Marsa in seguito a un vasto incendio scoppiato all’interno di uno dei dormitori.

All’epoca, il centro era utilizzato come area di detenzione o di prima accoglienza, dove venivano ospitati i migranti arrivati a Malta via mare mentre le loro richieste di asilo venivano valutate o venivano trasferiti in altri Stati membri dell’UE.

Times of Malta apprende che mentre il sito è tornato al suo uso originario, una parte di esso è rimasta un centro di detenzione per i nuovi arrivati.

L’Agenzia per il benessere dei richiedenti asilo (AWAS) – che amministra le strutture per migranti a Malta – gestisce centri simili a Ħal Far e Safi.

Le domande sono state inviate al Ministero degli Affari interni.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Le prime pagine di oggi – 23 aprile 2024

I giornali di Malta.Di seguito sono riportate le notizie più importanti apparse sui giornali di Malta martedì. IlTimes of Malta riferisce che la polizia che...