sabato, Maggio 18, 2024
HomeMaltaGli appaltatori e gli architetti esplorano l'indennità personale

Gli appaltatori e gli architetti esplorano l’indennità personale

Il Consiglio Nazionale dell’Edilizia ha pubblicato una manifestazione di interesse per la ricerca di una copertura assicurativa per gli appaltatori e i periti. Foto: Matteo Mirabelli

Il Consiglio Nazionale dell’Edilizia ha pubblicato due inviti a manifestare interesse da parte di compagnie assicurative disposte a fornire una copertura assicurativa a tutto tondo per appaltatori e architetti piuttosto che un’assicurazione basata su un progetto.

Gli appaltatori e gli architetti devono essere iscritti all’Associazione per lo Sviluppo di Malta e all’Ordine degli Architetti(Kamra tal-Periti).

Il National Building Council è una partnership tra la Malta Development Association e la Kamra tal-Periti per aumentare gli standard nel settore delle costruzioni.

In una dichiarazione sul suo sito web, il Consiglio ha pubblicato due inviti distinti per coprire “i principali attori dell’industria delle costruzioni”.

Il primo invita gli assicuratori e i broker disposti a fornire un’assicurazione annuale Contractors’ All Risk (CAR) agli appaltatori autorizzati ad operare dal BCA.

Il Consiglio ha dichiarato che l’obiettivo è quello di garantire che tutti gli appaltatori autorizzati siano coperti da un’assicurazione, offrendo così tranquillità al pubblico, alle autorità, ai clienti e ai loro professionisti.

“Inoltre, ridurrà drasticamente l’incubo burocratico di dover assicurare ogni singolo progetto”, ha dichiarato il Consiglio. Questo è stato il principale ostacolo nelle discussioni con l’MDA e il KTP sul requisito assicurativo incluso nella legge rivista.

Il secondo bando invita assicuratori e broker a fornire una polizza collettiva per architetti e ingegneri civili alla Kamra tal-Periti. L’obiettivo è fornire una copertura assicurativa di responsabilità civile professionale (PII) completa e conveniente per i membri della professione. Si tratta di un passo fondamentale prima dell’entrata in vigore delle disposizioni sull’assicurazione obbligatoria per tutti i titolari di mandato previste dalla recente legge Periti.

La questione della polizza assicurativa per gli appaltatori e gli architetti è in sospeso dall’estate scorsa, quando il governo ha stabilito che gli appaltatori autorizzati a eseguire lavori di demolizione, scavo e costruzione devono garantire che ogni lavoro abbia una polizza assicurativa che copra i danni a terzi e i danni ai lavoratori.

Ma l’Associazione degli sviluppatori di Malta, la Kamra tal-Periti e l’Associazione dei broker assicurativi avevano criticato la legge, con l’MDA che l’aveva descritta come

Il governo avrebbe dovuto redigere una polizza assicurativa per gli appaltatori come prerequisito per l’ottenimento della licenza, avevano sostenuto l’MDA e la Kamra tal-Periti.

Il presidente dell’MDA, Michael Stivala, ha affermato che una polizza assicurativa per gli appaltatori come prerequisito per l’ottenimento della licenza creerebbe un ulteriore filtro per proteggere ulteriormente i lavoratori e dare tranquillità ai terzi interessati.

Il governo ha reagito alle critiche affermando che il requisito assicurativo è stato omesso perché gli assicuratori non erano disposti ad accettarlo.

Il governo ha difeso la decisione di non rendere la copertura assicurativa un prerequisito per gli appaltatori autorizzati, affermando che “non esiste un’assicurazione annuale che copra tutti i rischi”.

Adrian Galea, direttore generale dello IAM, ha dichiarato che in occasione della consultazione sulle nuove leggi in materia di licenze per gli appaltatori edili, l’associazione ha sostenuto che l’assicurazione non dovrebbe essere un requisito per il rilascio di una licenza per gli appaltatori e che tale prodotto non esiste.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE