domenica, Febbraio 25, 2024
HomeMaltaCrollo della facciata dell'edificio e delle impalcature su una via di Gżira

Crollo della facciata dell’edificio e delle impalcature su una via di Gżira

I soccorritori della CPD setacciano le macerie dopo il crollo in Triq Belvedere.

Aggiornamento delle 15.10

Le impalcature e la facciata di un cantiere edile sono crollate su Triq Belvedere a Gżira ieri pomeriggio, mancando i pedoni per pochi metri.

La polizia ha confermato che il crollo è stato segnalato alle 13.30 circa.

I soccorritori sono intervenuti immediatamente sul posto alla ricerca di eventuali feriti.

Il ministro dell’Interno Byron Camilleri ha dichiarato su Facebook che, secondo le prime informazioni, nessuno è rimasto ferito.

Il sito è stato trasformato in un hotel di 116 camere e nove piani, secondo un permesso di pianificazione rilasciato nel 2021 (PA 08659/21).

Lo sviluppatore Kris Calleja e l’architetto Colin Zammit hanno richiesto la demolizione di diverse proprietà su Triq Belvedere per costruire l’hotel, che includerà una nuova facciata identica a quella esistente nell’interesse di “mantenere il ritmo visivo” del paesaggio stradale.

Secondo i documenti disponibili al pubblico, l’Autorità per l’Edilizia e le Costruzioni ha emesso un avviso di stop ieri pomeriggio dopo il crollo, “tranne che per rendere il sito sicuro”.

The site soon after the crash.
Il sito subito dopo il crollo.

Un testimone oculare racconta il crollo

Un uomo che stava camminando in Triq Belvedere al momento del crollo ha raccontato che si trovava a circa 10 metri di distanza quando l’impalcatura che circondava l’edificio ha ceduto e la muratura della facciata l’ha seguita rapidamente, schiantandosi sul balcone della casa di fronte e riversandosi nella strada sottostante.

“Stavo ascoltando la musica in cuffia, ma il rumore dell’impatto è stato enorme e la polvere si è sparsa ovunque”, ha detto il residente di Gżira, che ha chiesto di non essere nominato.

Ha aggiunto che lui e un altro pedone, anch’egli testimone del crollo, sono rimasti sotto shock e si sono consolati a vicenda dopo essere rimasti potenzialmente feriti in modo grave.

“La cosa peggiore è che non è quasi sorprendente che sia successo, perché sembra che stia accadendo ovunque”, ha continuato il testimone.

“Questo edificio è in questo stato, con solo una facciata che si tiene in vita, da secoli. Dovrebbe essere demolito o conservato, ma non lasciato in questo stato pietoso”.

Ha aggiunto di essere grato che nessuno sia rimasto ferito.

“Sarebbe potuta andare molto peggio per me se fossi stato solo un paio di metri più vicino, o anche peggio – sarebbe potuto accadere più tardi nel corso della giornata quando avrei fatto la stessa passeggiata con i miei figli”, ha detto.

Photo of the rescue workers: Matthew Mirabelli
Foto dei soccorritori: Matthew Mirabelli

Il progetto è stato autorizzato per i lavori lo scorso novembre

I documenti disponibili al pubblico mostrano che il progetto dell’hotel era stato inizialmente rifiutato da un funzionario della PA, che lo aveva giudicato troppo alto e con troppi piani.

Il funzionario dell’Autorità di Pianificazione (PA) ha anche osservato che l’edificio proposto non era conforme alle norme sanitarie necessarie.

Tuttavia, il consiglio di pianificazione della PA ha successivamente deciso che le ragioni del rifiuto erano state successivamente affrontate dal richiedente e ha votato per l’approvazione del permesso.

Secondo i documenti disponibili al pubblico, il sito è stato autorizzato per l’inizio dei lavori lo scorso novembre.

Photo of the rescue workers: Matthew Mirabelli
Foto dei soccorritori: Matthew Mirabelli
Photo of the rescue workers: Matthew Mirabelli
Foto dei soccorritori: Matthew Mirabelli
RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Il premio NOMA 2024 a Manuela Tesse e Michele Marcolini

Sliema, Malta - 13 febbraio 2024 Il prestigioso Premio Noma 2024 sarà conferito a Manuela Tesse e Michele Marcolini, allenatori delle nazionali maltesi di...