martedì, Aprile 23, 2024
HomeMaltaBoicottare i nuovi moduli di BCA, dice la Camera degli architetti agli...

Boicottare i nuovi moduli di BCA, dice la Camera degli architetti agli iscritti

Il presidente della Kamra tal-Periti Andre Pizzuto. Foto di repertorio: Chris Sant Fournier

I nuovi requisiti burocratici stabiliti dall’Autorità per l’Edilizia e le Costruzioni sono stati accolti con rabbia dagli architetti, con la Camera degli Architetti che ha dato istruzioni ai suoi membri di boicottare le misure.

In una direttiva pubblicata questa settimana dall’Ordine degli architetti si legge che la BCA ha introdotto due nuovi moduli senza consultare l’Ordine, in violazione della precedente promessa del governo di farlo.

I moduli obbligano gli architetti e gli appaltatori a notificare al BCA quali proprietà di terzi saranno interessate da lavori di sviluppo o di scavo e a dichiarare la copertura assicurativa per i lavori in corso.

Ma nella direttiva scritta, il presidente della Kamra tal-Periti Andre Pizzuto afferma ai membri che “questi due moduli non sono stati discussi e concordati dalla Kamra tal-Periti“, descrivendo la mancanza di consultazione come “un importante punto di stallo” nei precedenti negoziati tra la camera e le autorità.

La direttiva sostiene che l’imposizione di nuovi moduli va oltre le competenze legali del BCA.

“A seguito della mancata consultazione del BCA con la Kamra tal-Periti in merito ai due moduli summenzionati, il Consiglio ordina a tutti i membri della professione di non depositarli”, si legge nella direttiva.

reazione inopportuna e impulsiva” al rapporto dell’inchiesta Sofia

Parlando al Times of Malta, Pizzuto ha descritto i moduli come “un’inetta reazione impulsiva all’inchiesta pubblica (di Sofia)”.

“Invece di assumersi la responsabilità di definire gli standard del settore, l’istinto è stato quello di aggiungere altri moduli inutili”.

I moduli, ha sostenuto Pizzuto, in realtà non cambiano nulla e non rendono le pratiche più sicure.

Invece di introdurre ulteriore burocrazia, Pizzuto ha sostenuto che le autorità “dovrebbero imporre che tutti gli appaltatori siano coperti da assicurazione”, rendendo illegale per gli appaltatori operare senza una polizza assicurativa.

In pratica, Pizzuto ha detto che invece di stipulare polizze assicurative per i singoli lavori, gli appaltatori dovrebbero essere obbligati a stipulare un’unica polizza assicurativa che copra tutto il loro lavoro prima di ottenere la licenza per operare.

Nel frattempo, i rapporti sulle condizioni delle proprietà confinanti che hanno un impatto sullo sviluppo o sugli scavi sono già obbligatori, ha detto Pizzuto, rendendo sconcertante l’introduzione di un nuovo modulo in materia.

“La domanda che ci si dovrebbe porre è: questi moduli salveranno delle vite? O aumenteranno gli standard?”, ha chiesto Pizzuto, aggiungendo che “l’aumento degli standard deve essere rivolto anche ai regolatori, non solo agli operatori del settore”.

Ai commenti di Pizzuto ha fatto eco l’ex presidente di KtP Christopher Mintoff su Facebook.

“L’aumento della burocrazia non fa altro che distrarre dal lavoro effettivo e dalla sicurezza dei cantieri e dalla qualità delle costruzioni”, ha dichiarato Mintoff, sostenendo che il rilascio di moduli “non semplifica nulla e non rende il settore più sicuro”.

Le misure “snelliranno” i processi e “miglioreranno la protezione”: BCA

In una dichiarazione pubblicata martedì mattina, BCA ha sostenuto che le misure “miglioreranno la protezione dei terzi interessati dai progetti edilizi e snelliranno il processo assicurativo”.

In una frecciata rivolta alla KTP, BCA ha definito “inaspettata” la direttiva della Camera, visto che i suoi rappresentanti non hanno potuto partecipare “a un importante incontro volto a migliorare il dialogo e a discutere le raccomandazioni dell’inchiesta di Sofia” lo stesso giorno.

In risposta, l’ex presidente della Ktp Simone Vella Lenicker ha affermato che, poiché la Camera “opera su base volontaria”, è inevitabile che ci siano momenti in cui i suoi rappresentanti non sono disponibili: “Questo non dà a nessuno il diritto di scavalcarla”, ha detto.

Nel frattempo, Pizzuto ha dichiarato che BCA era stata informata del fatto che sarebbe stato all’estero il giorno dell’incontro, ma ha deciso di procedere comunque.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Le prime pagine di oggi – 23 aprile 2024

I giornali di Malta.Di seguito sono riportate le notizie più importanti apparse sui giornali di Malta martedì. IlTimes of Malta riferisce che la polizia che...