sabato, Marzo 2, 2024
HomeMaltaAttualitàMolti sanno parlare il maltese, ma si fatica a leggerlo e scriverlo

Molti sanno parlare il maltese, ma si fatica a leggerlo e scriverlo

Secondo un nuovo studio pubblicato dall’Ufficio nazionale di statistica, la capacità di leggere o scrivere in maltese a un livello avanzato è significativamente inferiore alla capacità di parlare la lingua.

L’indagine sulle competenze ha interrogato 130.000 persone in tutto il Paese sulle loro competenze in diversi settori, nel tentativo di identificare le lacune della forza lavoro maltese. Questa è la prima edizione dell’indagine.

Il Ministro delle Finanze Clyde Caruana ha descritto l’indagine come il primo passo per modificare il piano economico del Paese.

L’inglese è più compreso del maltese

L’indagine fa luce sull’evoluzione delle capacità linguistiche della popolazione maltese.

L’inglese è la lingua più compresa in tutto il Paese, con il 96% degli intervistati che dichiara di essere in grado di capire l’inglese.

La lingua maltese segue a ruota con il 90,4%, mentre l’italiano si colloca al terzo posto con il 62%.

Quest’ultima, tuttavia, sembra soffrire di un divario generazionale: il sondaggio ha rilevato che la conoscenza dell’italiano (e dell’arabo) è molto più alta tra le persone di età superiore ai 25 anni, rispetto alle loro controparti più giovani.

D’altra parte, la conoscenza del francese e del tedesco è più diffusa tra gli intervistati di età inferiore ai 25 anni.

Divario di genere

Lo studio sembra suggerire un divario di genere nelle competenze delle persone: è più probabile che le donne abbiano coltivato competenze in settori tradizionalmente percepiti come più femminili, come quelli legati alla professione di assistenza, mentre gli uomini sono significativamente più abili in settori che richiedono strumenti e macchinari.

Mentre il 75% di tutte le donne dichiara di possedere almeno un’abilità legata alla cura o all’assistenza, solo il 58% degli uomini possiede competenze in questi settori.

Nel frattempo, quasi la metà di tutti gli uomini dichiara di essere abile nell’uso di strumenti o macchinari, una percentuale tre volte superiore a quella delle donne che hanno competenze simili.

Le competenze più diffuse nell’intera popolazione sono l’informatica, dove oltre il 78% delle persone ha dichiarato di possedere almeno una competenza in questo campo, la comunicazione e la collaborazione con il 71% e l’assistenza e la cura con il 66%.

Alcune competenze sembrano essere in declino: le competenze nel campo dell’agricoltura e della pesca sono significativamente più comuni a Gozo che a Malta, dove sono poche e poco diffuse.

Nel frattempo, le competenze nel campo delle costruzioni sono più comuni tra i membri più anziani della popolazione.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE