giovedì, Aprile 18, 2024
HomeMaltaAttualitàL'UPE chiede scanner nelle scuole dopo l'incidente del coltello da burro a...

L’UPE chiede scanner nelle scuole dopo l’incidente del coltello da burro a Naxxar

Un sindacato degli insegnanti ha chiesto l’introduzione nelle scuole di misure di sicurezza “rigide”, tra cui scanner in stile aeroportuale, dopo che una ragazzina di 12 anni ha tentato di uccidere con un coltello da burro nella scuola media di Naxxar.

L’Unione degli educatori professionali ha dichiarato che l’incidente ha destato preoccupazione per la mancanza di misure di sicurezza nelle scuole.

Gli studenti e il personale sono rimasti scioccati e spaventati martedì pomeriggio quando l’alunna ha afferrato il coltello da burro dalla cucina del personale durante un alterco con un’altra ragazza.

L’Unione degli insegnanti di Malta, che è il più grande dei due sindacati, ha già chiesto un aggiornamento della politica disciplinare di tolleranza zero in seguito all’incidente.

Tuttavia, l’UPE ha affermato che ciò non è sufficiente.

L’Unione degli Educatori Professionali (UPE) propone l’introduzione di misure severe per evitare che gli studenti possano nascondere oggetti minacciosi“, ha dichiarato in un comunicato.

“Ciò include l’uso di scanner di sicurezza portatili, simili a quelli utilizzati negli aeroporti e nei tribunali. Ciò è in contrasto con le proposte avanzate da altri sindacati che suggeriscono di punire gli studenti. È risaputo che gli educatori in genere fanno del loro meglio per sostenere gli studenti provenienti da contesti difficili”

Il mese scorso, Times of Malta ha riportato come agli educatori delle scuole di tutta l’isola sia stato detto di aumentare la vigilanza e di effettuare controlli a campione dopo un aumento degli oggetti nelle borse degli studenti, tra cui coltelli a serramanico, temperini e altri strumenti affilati. Sono stati trovati anche coltelli da cucina e lame di rasoio.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE