domenica, Febbraio 25, 2024
HomeMaltaAttualitàIl Ministro dell'Ambiente parla dei suoi sforzi in materia di rifiuti in...

Il Ministro dell’Ambiente parla dei suoi sforzi in materia di rifiuti in occasione della visita del Commissario UE

Il Ministro dell’Ambiente ha dichiarato che la raccolta differenziata dei rifiuti sta dando buoni risultati e che sono stati registrati aumenti in tutti i flussi di rifiuti.

La raccolta di rifiuti organici è aumentata del 25% e la raccolta di rifiuti differenziati nel settore industriale ha registrato una crescita “esponenziale”, ha dichiarato il Ministero. In precedenza, questi rifiuti finivano tutti in discarica.

“Negli ultimi due anni, WasteServ ha raggiunto risultati record in termini di quantità di materiali riciclabili restituiti all’economia. Questo include un aumento significativo delle prestazioni di riciclaggio della plastica, più che triplicando i risultati precedenti di Malta”, ha dichiarato il Ministro dell’Ambiente Miriam Dalli.

I progressi nella gestione dei rifiuti sono stati evidenziati dal Ministero in seguito alla visita a Malta del Commissario europeo per l’Ambiente Virginijus Sinkevičius, che ha ricevuto un tour delle infrastrutture maltesi per la gestione dei rifiuti da Dalli e dal CEO di WasteServ Richard Bilocca.

A Sinkevičius è stata mostrata la discarica di Magħtab e gli è stato illustrato il lavoro per sostituirla con l’impianto ECOHIVE, che combinerà un inceneritore con un impianto di riciclaggio, un impianto di trattamento dei rifiuti organici e un impianto di trattamento termico per i rifiuti pericolosi.

I lavori di scavo del sito sono attualmente in corso e stanno per essere completati. Sono cinque gli offerenti che hanno cercato di aggiudicarsi la gara d’appalto per la costruzione e la gestione dell’impianto. Il Ministero ha dichiarato che il processo di selezione dell’offerente è ora nelle “fasi finali”.

Una volta completato, l’inceneritore dovrebbe soddisfare circa il 4,5% del fabbisogno energetico di Malta bruciando 190.000 tonnellate di rifiuti non riciclabili. L’impianto di trattamento dei rifiuti organici della struttura sarà in grado di convertire 74.000 tonnellate di rifiuti organici in compost ed energia rinnovabile.

La struttura è necessaria a Malta per raggiungere gli obiettivi di gestione dei rifiuti imposti dall’UE. Il Paese è molto indietro rispetto agli altri Paesi dell’UE per quanto riguarda il riciclaggio dei rifiuti.

“È impressionante vedere come Malta si stia distaccando dalle tendenze del passato nella gestione dei rifiuti grazie a massicci investimenti e a coraggiosi cambiamenti politici per avvicinarsi rapidamente agli obiettivi UE del 2035. Sono pienamente consapevole delle difficoltà passate di Malta in questo settore e sono convinto che la giusta strategia, se supportata da un importante cambiamento culturale nella gestione dei rifiuti da parte di tutti gli attori, darà i risultati richiesti”, ha dichiarato il Commissario UE.

Sinkevičius si è detto soddisfatto dei progressi compiuti. Il Commissario ha anche visitato Wied Fulija, che da discarica è stata trasformata in parco pubblico.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Il premio NOMA 2024 a Manuela Tesse e Michele Marcolini

Sliema, Malta - 13 febbraio 2024 Il prestigioso Premio Noma 2024 sarà conferito a Manuela Tesse e Michele Marcolini, allenatori delle nazionali maltesi di...