giovedì, Aprile 18, 2024
HomeLo sai cheIl Met permetterà ai francesi di realizzare copie in 3D di due...

Il Met permetterà ai francesi di realizzare copie in 3D di due sculture del XVI secolo

Due sculture del XVI secolo, gioielli dell’arte rinascimentale francese, sono esposte dal 1908 al Metropolitan Museum of Art di New York.

Ma grazie alla moderna tecnologia (e a un insolito accordo), verranno realizzate precise copie in 3D che saranno installate nel castello francese dove gli originali risiedevano da tempo.

Il progetto dei facsimili è il frutto di una rara collaborazione tra il Met, noto museo newyorkese, e il dipartimento della Dordogna, nel sud-ovest della Francia.

Le statue, entrambe dell’inizio del 1500 e di uno scultore anonimo, rappresentano scene bibliche intitolate Sepoltura di Cristo e Pietà con donatori.

Un’agenzia di promozione turistica della Dordogna, Semitour, collaborerà con l’Atelier of Fac-Similes Perigord (AFSP) per realizzare le repliche nei prossimi mesi.

Per quasi 400 anni, gli originali hanno abbellito la cappella del castello di Biron, in Dordogna.

Costruita su un promontorio strategico, la fortezza comprende edifici di epoche diverse, tra cui un sotterraneo risalente al XII secolo.

Danneggiato e ricostruito ripetutamente nel corso dei secoli, il castello appartiene dal 1978 al dipartimento della Dordogna, che lo ha definito monumento storico, ha dichiarato il presidente della Dordogna Germinal Peiro durante una visita al Met.

Copia digitale

La tecnologia che verrà impiegata per copiare le sculture è stata descritta all’AFP da Francis Rigenbach, che dirige l’atelier del Perigord, e da C. Griffith Mann, curatore dell’arte medievale del Met.

Utilizzando scanner 3D per creare immagini digitali delle sculture, gli artigiani saranno in grado di creare repliche senza dover spostare o disturbare gli originali.

“Facendo un ‘calco’ digitale”, ha detto Rigenbach, “possiamo utilizzare tecniche non invasive” per produrre copie identiche.

Ha aggiunto che “il 90% del lavoro artistico” comporterà la riproduzione dei segni di usura, come la patina degli originali in marmo invecchiati, sebbene entrambe le statue siano considerate eccezionalmente ben conservate.

Le repliche, da riportare al loro posto originale nella cappella di Biron, costeranno circa 350.000 euro (375.000 dollari), ha aggiunto Rigenbach.

Il suo atelier è famoso per aver copiato la celebre grotta di Lascaux – compresa la sua arte parietale preistorica – per un museo di Montignac, nel Perigord settentrionale.

Questo permette ai visitatori di sentirsi come se stessero visitando la grotta stessa, che è stata chiusa 60 anni fa per evitare danni al fragile sito, ha detto Sebastien Cailler, che gestisce il castello di Biron.

“E quando vedrete queste sculture facsimilari a Biron, proverete sicuramente la stessa emozione di trovarvi davanti agli originali”, ha dichiarato all’AFP di New York.

Le due statue, il cui valore è stato riconosciuto da storici e collezionisti alla fine del XVIII secolo, furono vendute nel 1907 dall’ultimo marchese di Biron al ricco banchiere americano John Pierpont Morgan, allora presidente del consiglio di amministrazione del Met.

Negli anni Cinquanta, la Dordogna e il castello di Biron negoziarono per quattro anni con il Met nel vano tentativo di recuperare le statue.

Nel 2018, i funzionari del Perigord hanno ripreso i colloqui con il Met; quattro anni dopo sono stati intrapresi dei test tecnologici e il 15 febbraio scorso è stato firmato l’accordo a New York.

Questo tipo di accordo insolito assicura che le opere d’arte possano esistere in due luoghi, ha detto Mann, aggiungendo che il suo museo, con i suoi milioni di visitatori annuali, “sembra il posto più sicuro per avere le sculture per la loro conservazione a lungo termine”.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE