mercoledì, Maggio 29, 2024
HomeBusinessI servizi finanziari hanno contribuito all'economia per 1,1 miliardi di euro

I servizi finanziari hanno contribuito all’economia per 1,1 miliardi di euro

L’industria dei servizi finanziari ha contribuito all’economia maltese per 1,1 miliardi di euro lo scorso anno, ha dichiarato l’autorità di regolamentazione finanziaria.

Nel suo rapporto annuale, la Malta Financial Services Authority ha dichiarato che questo valore aggiunto lordo di 1,1 miliardi di euro ha segnato un aumento del 4,3% rispetto all’anno precedente.

Oltre 17.000 persone lavorano nel settore, con una crescita del 26% rispetto al 2021, ha dichiarato la MFSA.

Questa crescita si riflette anche nel numero di domande che la MFSA ha ricevuto nel 2022, con alcuni settori, come l’ammissibilità alla quotazione dei titoli, che hanno registrato addirittura un aumento del 70%.

Nel corso dell’anno l’autorità ha ricevuto in totale 355 domande in tutti i settori, il 24% delle quali è stato ritirato o rifiutato.

Nel 2022, l’MFSA ha condotto un totale di 674 interazioni di vigilanza, che vanno dalle verifiche in loco a quelle fuori sede.

Sono stati effettuati 364 incontri, sei processi di revisione e valutazione della vigilanza, 217 ispezioni, 76 revisioni tematiche e 11 esercizi di mystery shopping.

In totale sono state intraprese 44 azioni di enforcement, per un ammontare di 147.445 euro di sanzioni.

Il presidente della MFSA, Jesmond Gatt, ha dichiarato che i risultati ottenuti dall’autorità lo scorso anno riflettono l’impegno dei legislatori maltesi e della giurisdizione a sostenere il settore dei servizi finanziari.

L’amministratore delegato dell’Autorità, Kenneth Farrugia, ha avvertito che il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo rimangono minacce significative per l’integrità del sistema finanziario.

Farrugia, ex direttore dell’AIFU, ha dichiarato che la MFSA ha lavorato a stretto contatto con l’ente antiriciclaggio e con altre parti interessate per affrontare le questioni rimanenti delineate nel piano d’azione della task force di azione finanziaria.

Ha affermato che la rimozione di Malta dalla task force nel giugno 2022 è una testimonianza del duro lavoro e della collaborazione di tutte le parti interessate.

“L’autorità si impegna a continuare a contribuire alla lotta contro il crimine finanziario, anche attraverso una stretta collaborazione con l’AIFU e le altre autorità competenti. Una vigilanza efficace è fondamentale anche per mantenere la stabilità del sistema finanziario”, ha dichiarato Farrugia.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Blog in diretta: Fearne, Scicluna in tribunale nel secondo giorno del caso dello scandalo ospedaliero

Ospedale St. Luke. Due ex ministri e tre segretari permanenti dovranno affrontare le accuse relative allo scandalo degli ospedali mercoledì, quando il tribunale di...