venerdì, Marzo 1, 2024
HomeWorldUn drone dell'esercito nigeriano ha ucciso accidentalmente 85 civili

Un drone dell’esercito nigeriano ha ucciso accidentalmente 85 civili

Il Presidente della Nigeria Bola Ahmed Tinubu ha ordinato un’inchiesta sul bombardamento accidentale di un villaggio.

Un attacco di droni dell’esercito nigeriano ha accidentalmente ucciso almeno 85 civili domenica in un villaggio nel nord-ovest dello Stato di Kaduna, hanno detto i funzionari, in uno dei bombardamenti militari più letali del Paese.

Il Presidente Bola Ahmed Tinubu oggi ha ordinato un’indagine dopo che l’esercito ha riconosciuto che uno dei suoi droni diretti contro gruppi armati ha colpito accidentalmente il villaggio di Tudun Biri, mentre i residenti stavano celebrando una festa musulmana.

L’esercito non ha fornito alcun dato sulle vittime, ma i residenti locali avevano detto che 85 persone, molte delle quali donne e bambini, erano state uccise.

L’Ufficio Zonale del Nord-Ovest ha ricevuto informazioni dalle autorità locali, secondo le quali finora sono stati seppelliti 85 corpi morti, mentre le ricerche sono ancora in corso”, ha dichiarato l’Agenzia Nazionale per la Gestione delle Emergenze (NEMA) in un comunicato.

La NEMA ha detto che altre 66 persone sono state curate in ospedale, ma i funzionari dell’emergenza stavano ancora negoziando con i leader della comunità per calmare le tensioni e poter raggiungere il villaggio.

Le forze armate della Nigeria si affidano spesso agli attacchi aerei nella loro battaglia contro le milizie dei banditi nel nord-ovest e nel nord-est del Paese, dove i jihadisti combattono da oltre un decennio.

“Il Presidente Tinubu descrive l’incidente come molto sfortunato, inquietante e doloroso, esprimendo indignazione e dolore per la tragica perdita di vite nigeriane”, ha dichiarato la presidenza in un comunicato.

L’esercito aveva detto che il suo drone era una missione di routine che “ha inavvertitamente colpito membri della comunità”.

Molte delle vittime erano donne, bambini e anziani che stavano celebrando la festa musulmana di Maulud.

“Ero all’interno della casa quando è stata lanciata la prima bomba… Ci siamo precipitati sul posto per aiutare le persone colpite e poi è stata lanciata una seconda bomba”, ha detto all’AFP il residente locale Idris Dahiru.

Mia zia, la moglie di mio fratello e i suoi sei figli, le mogli dei miei quattro fratelli erano tra i morti. La famiglia di mio fratello maggiore è tutta morta, tranne il suo bambino che è sopravvissuto”

Le bande di miliziani hanno a lungo terrorizzato parti della Nigeria nord-occidentale, operando da basi nelle profondità delle foreste e facendo irruzione nei villaggi per saccheggiare e rapire i residenti a scopo di riscatto.

Nel nord-est, i jihadisti sono stati respinti dal territorio che detenevano all’apice del conflitto, anche se continuano a combattere nelle aree rurali.

Più di 40.000 persone sono state uccise e 2 milioni sfollate dal 2009 in quel conflitto.

In passato, i bombardamenti dell’esercito nigeriano hanno colpito accidentalmente i civili.

Almeno 20 pescatori sono stati uccisi e diversi feriti in un attacco del settembre 2021 a Kwatar Daban Masara, sul Lago Ciad, nel nord-est, quando i militari li hanno scambiati per militanti.

Nel gennaio 2017, almeno 112 persone sono state uccise quando un jet da combattimento ha colpito un campo che ospitava 40.000 persone sfollate a causa della violenza jihadista nella città di Rann, vicino al confine con il Camerun.

L’esercito nigeriano ha incolpato la “mancanza di un’adeguata delimitazione dell’area” in un rapporto pubblicato sei mesi dopo.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Analisi finanziaria: gli utili di HSBC salgono a un nuovo livello record

Grafico: Rizzo, Farrugia & Co. (agenti di cambio) LtdLa scorsa settimana la stagione degli utili a Malta è iniziata in modo molto positivo, con...