giovedì, Aprile 18, 2024
HomeWorldL'opposizione greca presenta una mozione di censura per la tragedia ferroviaria

L’opposizione greca presenta una mozione di censura per la tragedia ferroviaria

giustizia non è stata fatta”: sul luogo del peggior disastro ferroviario della Grecia, un anno dopo. Foto: AFP

Martedì il governo conservatore greco è stato colpito da una mozione di censura in parlamento per aver cercato di manipolare un’indagine in corso sulla più grave tragedia ferroviaria della nazione.

La mozione, presentata dal partito socialista PASOK e sostenuta da altri partiti di opposizione, è improbabile che abbia successo poiché il governo ha la maggioranza assoluta in parlamento.

Il presidente del PASOK Nikos Androulakis ha detto che la mozione ha il sostegno di altri tre partiti di sinistra e ha dichiarato che il primo ministro Kyriakos Mitsotakis “non ha scelta, verrà qui a giustificare le sue azioni

Il voto di fiducia si terrà giovedì sera dopo un dibattito di tre giorni.

Il disastro che ha causato la morte di 57 persone nel febbraio 2023 è avvenuto quando un treno merci e un treno passeggeri con 350 persone tra personale e passeggeri, per lo più studenti, si sono scontrati nei pressi di un tunnel fuori dalla città centrale di Larissa poco prima di mezzanotte.

Un anno dopo l’incidente, i parenti delle vittime affermano che, nonostante le promesse del governo di un’indagine completa, le autorità statali hanno perso tempo e trascurato prove vitali.

Gli esperti nominati dalle famiglie dei parenti affermano che il luogo dell’incidente è stato ripulito dai rottami e dal terriccio prima che gli investigatori potessero esaminarlo a fondo.

Il corpo di una giovane donna che viaggiava sul treno è ancora irreperibile e si sostiene che il treno merci trasportasse sostanze chimiche non dichiarate.

Un sondaggio di opinione di Metron Analysis della scorsa settimana ha rilevato che quasi nove greci su dieci ritengono che siano stati fatti pochi progressi nelle indagini.

Domenica si è scatenata un’ulteriore rabbia dopo che il settimanale To Vima ha riferito che le registrazioni trapelate del personale del treno la notte dell’incidente, riprodotte dai media all’epoca, erano state modificate per suggerire che la colpa fosse esclusivamente dell’errore umano.

I partiti di opposizione hanno quindi accusato il governo di aver “distribuito” le registrazioni modificate ai media amici, per sostenere la tesi secondo cui l’errore umano avrebbe causato la collisione.

I critici sottolineano un discorso alla nazione di Mitsotakis poche ore dopo l’incidente, in cui ha detto che “tutto” dimostrava che la colpa era dell’errore umano.

Il governo ha reagito con furia alle affermazioni, definendo i partiti di opposizione “tombaroli” che mirano a “destabilizzare” il Paese.

Il portavoce del governo Pavlos Marinakis ha definito il rapporto di To Vima “infondato” e una “macchia” sulla storia del giornale.

Il principale partito di opposizione Syriza ha chiesto a Mitsotakis, comodamente rieletto a giugno, di dimettersi.

Il governo, che conta 158 deputati in un parlamento di 300 seggi, ha accolto con favore il voto di sfiducia.

I partiti di opposizione si erano già infuriati la scorsa settimana dopo che un’indagine parlamentare di quattro mesi sull’incidente si era conclusa senza attribuire la colpa a politici di alto livello.

Oltre 30 dipendenti e funzionari delle ferrovie sono accusati del disastro del 28 febbraio 2023 e il processo dovrebbe iniziare a giugno.

La rete ferroviaria greca, lunga 2.552 chilometri, è da decenni afflitta da cattiva gestione, scarsa manutenzione e attrezzature obsolete.

L’anno scorso il governo si è scrollato di dosso un’altra mozione di censura per uno scandalo di intercettazioni che coinvolgeva i servizi segreti di Stato e l’ufficio del primo ministro.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Le prime pagine di oggi – Marzo 2024

Foto di archivio del Times of Malta.Ecco le notizie più importanti apparse giovedì sui quotidiani maltesi. IlTimes of Malta riporta la notizia di come sia...