sabato, Marzo 2, 2024
HomeWorldL'ex premier Truss, imperterrita, lancia il nuovo raggruppamento Tory britannico

L’ex premier Truss, imperterrita, lancia il nuovo raggruppamento Tory britannico

Liz Truss ha lanciato un nuovo gruppo nel frammentato Partito Conservatore.

Liz Truss può aver fatto fiasco come primo ministro del Regno Unito, ma rimane sulla scena politica, lanciando martedì un nuovo movimento che mira a spingere i conservatori al governo verso destra.

Truss ha trascorso solo 49 giorni in carica prima di essere estromessa dal suo stesso partito nell’ottobre del 2022, dopo che il suo disastroso mini-bilancio ha spaventato i mercati finanziari e affossato la sterlina.

Il suo breve mandato non è durato più della durata di una lattuga, come notoriamente sottolineato all’epoca da uno dei giornali scandalistici britannici, notoriamente spietati.

Tuttavia, Truss è una spina nel fianco del suo successore Rishi Sunak, mentre il Regno Unito si prepara alle elezioni generali di quest’anno, che i sondaggi indicano come destinate a perdere.

Dopo aver affrontato diverse questioni scottanti negli ultimi mesi, martedì la Truss ha lanciato l’ultimo raggruppamento dei Tories, pieno di fazioni: il “Conservatorismo Popolare”, in breve “PopCons”.

Il movimento ha il sostegno dell’ex vicepresidente dei Tory Lee Anderson e dell’arci-brexiteer Jacob Rees-Mogg, tra gli altri cosiddetti “free marketeers”.

Il movimento mira a plasmare il manifesto dei conservatori costruendo un sostegno per le politiche più dure in materia di immigrazione e tasse, creando un problema a Sunak che cerca di tenere uniti centristi e destrorsi.

l’indebolimento del successore da parte di Truss è insolito ma non senza precedenti”, ha dichiarato il politologo Tim Bale della Queen Mary University di Londra, citando i tentativi di Margaret Thatcher di ostacolare John Major negli anni ’90. “Ciò che è insolito è la rapidità con cui è stata condotta l’operazione.

“Ciò che è insolito è la velocità con cui ha cercato – senza successo, se non nella sua mente e in quella di un manipolo di ideologi del libero mercato – di trasformarsi da fallimento profondamente imbarazzante a presunta critica di principio”, ha dichiarato all’AFP.

Da quando ha lasciato il suo incarico, Truss ha esortato il governo a ridurre le tasse, ad abbandonare alcuni impegni di azzeramento dei costi e ad aumentare l’età pensionabile.

La scorsa settimana ha bollato come “profondamente anticonservatore” il piano di Sunak che prevede l’introduzione graduale di un divieto totale di fumo.

“Un governo conservatore non dovrebbe cercare di estendere lo Stato balia”, ha scritto su X, l’ex Twitter.

In occasione del lancio nel centro di Londra, Truss ha criticato il governo di Sunak per non aver affrontato “gli estremisti di sinistra” e per aver permesso alle persone di scegliere il proprio sesso.

Rees-Mogg ha attaccato la legislazione sui diritti umani e ha inveito contro “l’élite internazionale”, dichiarando che “l’era dell’uomo di Davos è finita”.

Anderson ha sostenuto che ai britannici interessa poco raggiungere le emissioni nette di carbonio zero, mentre il pubblico, composto da poche centinaia di persone, è scoppiato in un applauso quando un oratore ha criticato le “mostruose” chiusure dell’era Covid.

– popCons

I “PopCons” non chiedono la sostituzione di Sunak come leader dei Tories, che hanno avuto cinque leader dal voto sulla Brexit del 2016 e che nei sondaggi languono dietro al principale partito di opposizione, il Labour Party.

Non è chiaro quanti parlamentari finiranno per sostenere i “PopCons”, dato che Truss è tossica per molti nel partito.

Truss rimane inoltre profondamente impopolare tra i cittadini britannici, che continuano a sentire il peso di una crisi del costo della vita a cui, secondo gli economisti, ha contribuito il suo bilancio.

Un sondaggio condotto a gennaio dalla società di sondaggi Savanta le ha attribuito un punteggio di favore netto di meno 54, il peggiore tra i politici interpellati dalla società.

“La cosa interessante di lei è che la maggior parte dei politici impopolari hanno una sorta di “rimbalzo” una volta lasciato l’incarico o le luci della ribalta, ma questo non è accaduto con Truss”, ha dichiarato all’AFP Chris Hopkins, direttore della ricerca politica di Savanta.

David Jeffery, docente di politica britannica presso l’Università di Liverpool, dubita che Truss “sia così illusa da pensare di avere un’altra possibilità di ottenere il massimo incarico”.

Sospetta che le sue manovre siano più probabilmente un tentativo di influenzare la direzione futura dei conservatori e possibilmente di ripristinare la propria reputazione.

Il suo obiettivo è quello di “plasmare definitivamente (il partito) e poi magari ottenere un incarico di gabinetto ombra decente e magari riabilitarsi lì”, ha dichiarato all’AFP.

Una fonte vicina a Truss, che ha chiesto di non essere nominata, ha detto che cercherà di essere rieletta come deputato al voto nazionale di quest’anno e che ha “forti opinioni sulla direzione futura del partito e del Paese”.

“Ci si può certamente aspettare che svolga un ruolo attivo nei dibattiti sulla politica nei mesi a venire, mentre il partito discute il manifesto che presenterà ai cittadini alle urne”, ha detto all’AFP.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE