venerdì, Giugno 14, 2024
HomeWorldLe elezioni americane si scontrano con un nuovo territorio dopo il verdetto...

Le elezioni americane si scontrano con un nuovo territorio dopo il verdetto di Trump

La gente reagisce dopo che Donald Trump è stato giudicato colpevole di tutte le accuse nel processo per l’uso di denaro sporco. Foto: AFP

Lacerata e ricablata dalla storica condanna penale di Donald Trump, la campagna per le presidenziali del 2024 si muove venerdì in un territorio inesplorato, con tutti gli occhi puntati sul modo in cui i due principali protagonisti affronteranno i pericoli.

Trump non ha perso tempo per passare dal tribunale alla modalità campagna.

“Sono un prigioniero politico!”, ha annunciato subito dopo il verdetto di colpevolezza emesso giovedì nel suo processo di New York per l’uso di denaro sporco.

Oltre al caso di New York, deve affrontare tre accuse penali ben più gravi per i suoi tentativi di ribaltare la sconfitta alle elezioni del 2020 contro Joe Biden e per l’accumulo di documenti top-secret nella sua casa in Florida.

Former US president Donald Trump holds a fist up after arriving back at Trump Towers following a history-making verdict. Photo: AFPL’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump alza il pugno dopo essere tornato alle Trump Towers in seguito a un verdetto che ha fatto storia. Foto: AFP

Questi casi, tuttavia, non andranno probabilmente a processo prima delle elezioni di novembre.

In ogni caso, Trump ha trasformato ciò che distruggerebbe immediatamente una normale carriera politica in un distintivo d’onore, paragonandosi a prigionieri politici come Nelson Mandela e dicendo ai sostenitori che gli scandali dimostrano la sua teoria cospirativa su uno “Stato profondo” che gli toglie la libertà.

Biden, al contrario, ha finora evitato di fare delle molteplici difficoltà legali di Trump un problema. Come presidente, vuole evitare di fornire munizioni ai repubblicani che sostengono che si stia intromettendo nel sistema giudiziario.

Ora dovrà decidere se la condanna di Trump cambierà il calcolo.

Reazioni contrastanti in Texas alla condanna di Donald Trump

La campagna di Biden ha reagito ai verdetti affermando che “nessuno è al di sopra della legge” Ha aggiunto, tuttavia, che l’attenzione dovrebbe essere rivolta alle elezioni, perché “la minaccia che Trump rappresenta per la nostra democrazia non è mai stata così grande”

Lo stesso Biden non ha detto nulla sugli eventi epocali di New York.

Venerdì ha un programma pubblico fitto di impegni, tra cui colloqui con il primo ministro belga e una celebrazione per i campioni del Super Bowl della NFL, i Kansas City Chiefs, che gli offriranno frequenti opportunità di fare commenti ai giornalisti.

Trump entra nella storia

Trump è ora il primo ex presidente degli Stati Uniti mai condannato per un reato. Se vincesse il 5 novembre e sostituisse Biden alla Casa Bianca, stabilirebbe un altro record ancora più sorprendente.

La giuria lo ha giudicato colpevole di aver falsificato i documenti aziendali per nascondere un pagamento destinato a mettere a tacere la pornostar Stormy Daniels e a impedirle di rendere pubblico un presunto rapporto sessuale che avrebbe potuto essere fatale per la sua campagna presidenziale del 2016.

I pubblici ministeri sono riusciti a dimostrare che il pagamento del silenzio e la sua copertura illegale facevano parte di un crimine più ampio, volto a impedire che gli elettori venissero a conoscenza del comportamento di Trump proprio quando stava per affrontare Hillary Clinton.

In teoria potrebbe essere condannato a quattro anni dietro le sbarre per ogni capo d’accusa, ma è più probabile che riceva la libertà vigilata.

Stormy Daniels alleged sexual encounter with Donald Trump was at the centre of the case. Photo: AFPLa presunta relazione sessuale di Stormy Daniels con Donald Trump è stata al centro del caso. Foto: AFP

Il giudice Juan Merchan ha fissato la sentenza per l’11 luglio, quattro giorni prima della Convention nazionale repubblicana di Milwaukee, dove Trump dovrebbe ricevere la nomina ufficiale del partito.

Robert F. Kennedy, che si candida come indipendente nella corsa alle presidenziali, ha predetto su X che il processo di New York gli si sarebbe “ritorto contro”

Ma Keith Gaddie, analista politico e professore alla Texas Christian University, ha detto che l’impatto politico degli eventi scioccanti deve ancora essere determinato.

“Probabilmente non sposterà molti voti, ma in particolari Stati con particolari voti di scambio, potrebbe avere importanza ai margini. Quindi, in gare particolarmente combattute, potrebbe far pendere le cose da una parte all’altra”, ha detto.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE