domenica, Febbraio 25, 2024
HomeWorldIl presidente ungherese si dimette dopo la polemica sull'indulto per gli abusi...

Il presidente ungherese si dimette dopo la polemica sull’indulto per gli abusi sui minori

Novak è stata la prima donna a ricoprire la carica di capo di Stato in Ungheria. Foto: AFP

Il presidente ungherese Katalin Novak ha annunciato sabato le sue dimissioni in seguito all’indignazione scatenata nel Paese dell’Europa centrale dalla decisione di graziare un uomo coinvolto in un caso di abusi sessuali su minori.

“Mi dimetto dal mio incarico”, ha dichiarato la stretta alleata del Primo Ministro Viktor Orban, riconoscendo di aver commesso “un errore”.

“Mi scuso con coloro che ho ferito e con tutte le vittime che possono aver avuto l’impressione che non le sostenessi. Sono, ero e rimarrò a favore della protezione dei bambini e delle famiglie”, ha dichiarato la Novak, 46 anni.

La Novak, ex ministro delle Politiche familiari, è diventata la prima donna a ricoprire il ruolo, essenzialmente cerimoniale, di presidente nel marzo 2022.

La polemica è stata innescata dalla grazia concessa lo scorso aprile, in occasione della visita di Papa Francesco a Budapest, a un ex vicedirettore di un istituto per bambini che ha contribuito a coprire il suo capo che abusava sessualmente di bambini e adolescenti.

Da quando il sito di notizie indipendente 444 ha rivelato la decisione la scorsa settimana, l’opposizione del Paese ha chiesto le dimissioni della Novak.

Pochi minuti dopo il suo annuncio, anche un’altra alleata di Orban, Judit Varga, ha annunciato il suo “ritiro dalla vita pubblica” per aver dato la sua approvazione alla grazia in qualità di ministro della Giustizia, carica che ha lasciato per guidare una candidatura alle elezioni del Parlamento europeo.

“Rinuncio al mio mandato di deputato e di capo della lista per il Parlamento europeo”, ha dichiarato su Facebook.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Il premio NOMA 2024 a Manuela Tesse e Michele Marcolini

Sliema, Malta - 13 febbraio 2024 Il prestigioso Premio Noma 2024 sarà conferito a Manuela Tesse e Michele Marcolini, allenatori delle nazionali maltesi di...