mercoledì, Maggio 29, 2024
HomeWorldI ghiacciai dell'Himalaya si sciolgono il 65% più velocemente rispetto al decennio...

I ghiacciai dell’Himalaya si sciolgono il 65% più velocemente rispetto al decennio precedente

I ghiacciai dell’Himalaya, che forniscono acqua fondamentale a quasi due miliardi di persone, si stanno sciogliendo più velocemente che mai a causa dei cambiamenti climatici, esponendo le comunità a disastri imprevedibili e costosi, hanno avvertito martedì gli scienziati.

Secondo un rapporto del Centro internazionale per lo sviluppo integrato delle montagne (ICIMOD), i ghiacciai scompariranno il 65% più velocemente dal 2011 al 2020 rispetto al decennio precedente.

Con il riscaldamento i ghiacci si scioglieranno, questo era previsto, ma ciò che è inaspettato e molto preoccupante è la velocità. Sta avvenendo molto più velocemente di quanto pensassimoPhilippus Wester

I ghiacciai della regione dell’Hindu Kush Himalaya (HKH) sono una fonte d’acqua cruciale per circa 240 milioni di persone nelle regioni montuose e per altri 1,65 miliardi di persone nelle valli fluviali sottostanti, secondo il rapporto.

Sulla base delle attuali traiettorie delle emissioni, i ghiacciai potrebbero perdere fino all’80% del loro volume attuale entro la fine del secolo, ha dichiarato l’ICIMOD, un’organizzazione intergovernativa con sede in Nepal che comprende anche i Paesi membri Afghanistan, Bangladesh, Bhutan, Cina, India, Myanmar e Pakistan.

I ghiacciai alimentano 10 dei più importanti sistemi fluviali del mondo, tra cui il Gange, l’Indo, il Giallo, il Mekong e l’Irrawaddy, e forniscono direttamente o indirettamente cibo, energia, aria pulita e reddito a miliardi di persone.

“Con due miliardi di persone in Asia che dipendono dall’acqua contenuta nei ghiacciai e nelle nevi, le conseguenze della perdita di questa criosfera (una zona ghiacciata) sono troppo vaste da contemplare”, ha dichiarato il vice capo dell’ICIMOD, Izabella Koziell.

Troppo vaste per essere contemplate

Anche se il riscaldamento globale sarà limitato a 1,5-2,0 gradi Celsius rispetto ai livelli preindustriali concordati nel trattato sul clima di Parigi, si prevede che i ghiacciai perderanno da un terzo alla metà del loro volume entro il 2100, si legge nel rapporto sottoposto a revisione paritaria.

“Sottolinea la necessità di un’azione urgente per il clima”, ha detto Wester. “Ogni piccolo incremento avrà un impatto enorme e dobbiamo davvero, davvero lavorare sulla mitigazione del clima… questo è il nostro appello”.

Wester ha detto che il miglioramento delle tecnologie e le immagini satellitari ad alta risoluzione, precedentemente classificate, hanno permesso di fare previsioni con un buon grado di accuratezza.

Il mondo si è riscaldato in media di quasi 1,2°C dalla metà del 1800, scatenando una cascata di fenomeni meteorologici estremi, tra cui ondate di calore più intense, siccità più gravi e tempeste rese più feroci dall’innalzamento dei mari.

I più colpiti sono le persone più vulnerabili e i Paesi più poveri del mondo, che hanno fatto poco per contribuire alle emissioni di combustibili fossili che fanno aumentare le temperature.

Amina Maharjan, specialista in mezzi di sussistenza e migrazione presso l’ICIMOD, ha affermato che le comunità non hanno il sostegno di cui hanno bisogno.

“La maggior parte dell’adattamento è costituito da comunità e famiglie che reagiscono (agli eventi climatici). È inadeguato per affrontare le sfide poste dal cambiamento climatico”, ha detto Maharjan.

“Ciò che sarà molto critico sarà l’avanzamento del processo di adattamento”, ha detto Maharjan.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Blog in diretta: Fearne, Scicluna in tribunale nel secondo giorno del caso dello scandalo ospedaliero

Ospedale St. Luke. Due ex ministri e tre segretari permanenti dovranno affrontare le accuse relative allo scandalo degli ospedali mercoledì, quando il tribunale di...