sabato, Maggio 18, 2024
HomeMaltaIl premier si sottrae alla domanda sull'azione disciplinare di Fearne: "voglio parlare...

Il premier si sottrae alla domanda sull’azione disciplinare di Fearne: “voglio parlare di elezioni”

Robert Abela ha dichiarato mercoledì al Parlamento che Chris Fearne rimarrà come vice primo ministro a meno che l’inchiesta non lo colleghi chiaramente a un crimine. Foto del file: Times of Malta

Il Primo Ministro Robert Abela si è rifiutato mercoledì di spiegare perché il codice disciplinare per i funzionari pubblici non sia applicabile al suo vice Chris Fearne, che deve affrontare un’accusa penale in tribunale.

“Siamo a 30 giorni da un’importante elezione per il Parlamento europeo e per i comuni e voglio parlare delle proposte del PL”, ha dichiarato a Times of Malta, fuori dal Parlamento.

Ad Abela è stato chiesto perché Fearne non sia stato trattato come un qualsiasi dipendente pubblico che affronta accuse penali e che verrebbe automaticamente sospeso a metà stipendio fino a quando non si sarà discolpato.

Ma Abela ha rifiutato di rispondere alla domanda diretta, sostenendo che avrebbe preferito concentrarsi sulle elezioni del Parlamento europeo e dei consigli comunali che si terranno a un mese di distanza.

“Ho risposto a tutte le domande possibili sull’inchiesta. Abbiamo avuto due giorni interi di domande con risposte dettagliate. Il caso è ora in tribunale e dobbiamo parlare di come migliorare il nostro Paese”, ha aggiunto.

Abela ha poi spiegato che nei prossimi 30 giorni intende spiegare ai cittadini come il Partito Laburista si proponga di migliorare le varie località.

Ha parlato a Times of Malta pochi istanti dopo aver dichiarato al Parlamento che Fearne rimarrà come vice primo ministro, a meno che l’inchiesta non lo colleghi chiaramente a un crimine.

Fearne, che ricopre la carica di vice-primo ministro e di ministro dei Fondi UE, dovrebbe essere accusato di frode e appropriazione indebita in relazione all’accordo di 400 milioni di euro per la privatizzazione di tre ospedali statali.

In qualità di ministro della Salute, ha supervisionato l’accordo tra il 2019 e l’anno scorso, assumendo il ruolo di Konrad Mizzi.

È tra le decine di persone che saranno perseguite, anche se mercoledì ha dichiarato di non aver ancora ricevuto una notifica formale delle accuse a suo carico.

I procedimenti giudiziari sono il risultato di una lunga indagine giudiziaria sull’affare.

Il Partito Nazionalista ha dichiarato che tutti coloro che sono stati citati nell’inchiesta e che ricoprono cariche pubbliche dovrebbero dimettersi, indicando Fearne e il governatore della Banca Centrale, Edward Scicluna, che saranno anch’essi accusati.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE