Le autorità discuteranno i piani di parcheggio con i consigli locali

Le autorità discuteranno con i consigli locali i programmi di parcheggio per i residenti.

Il Ministro dei Trasporti Chris Bonett ha dichiarato lunedì che le autorità stanno pianificando un incontro con i sindaci per discutere dei programmi di parcheggio per residenti.

Il ministro ha dichiarato che l’interesse per questo tipo di programmi di parcheggio è nato dopo l’introduzione di un programma pilota in alcune strade di Gudja, vicino all’aeroporto, dove i residenti si erano lamentati del fatto che i viaggiatori lasciavano lì le loro auto per molti giorni mentre si recavano all’estero.

Il ministro ha detto che, una volta ricostituiti i consigli locali, si terrà un incontro con loro per discutere i programmi di parcheggio. Ha sottolineato che i piani di parcheggio sarebbero stati presi in considerazione solo per le località che avessero indicato ragioni particolari e giustificabili.

non ci saranno schemi di parcheggio generalizzati”, ha sottolineato.

Il parcheggio prioritario per i residenti a Gudja è stato introdotto la scorsa settimana. I non residenti possono parcheggiare in determinate strade solo tra le 7.00 e le 20.00.

Il deputato nazionalista Mark Anthony Sammut ha dichiarato che il piano di Gudja è “un pasticcio” e che i residenti sono in rivolta per questo. Si trattava di un coprifuoco, con i residenti che dovevano mandare via tutti i visitatori prima delle 20:00. Chi ha consultato il governo, perché il Consiglio non lo ha fatto, ha detto.

Il ministro ha risposto che se il deputato riteneva che questo fosse un pasticcio, non avrebbe dovuto richiedere il permesso di parcheggiare. Le autorità, ha detto, hanno consultato e ascoltato i cittadini, mentre altri governi li hanno ignorati negli ultimi 14 anni. Ha riconosciuto che non si trattava di un sistema perfetto e ha detto che poteva essere migliorato.

I piani di parcheggio sono stati a lungo controversi. Nel 2013, l’allora ministro dei Trasporti Joe Mizzi ha dichiarato che un’analisi dei piani di parcheggio per residenti indicava che avrebbero dovuto essere aboliti.

Nel 2016 il Consiglio di Sliema ha presentato una protesta giudiziaria dopo che nel 2013 gli era stato impedito di gestire il proprio piano di parcheggio residenziale a pochi giorni dalla sua introduzione.

Nel 2007 un tribunale si era pronunciato a favore dei residenti, affermando che il sistema era ultra vires rispetto ai poteri dei consigli locali.

Ma nel 2016 la Corte Costituzionale ha dato il via libera a tali zone, stabilendo che.

Questo è stato il pomo della discordia in una combattuta e lunga battaglia legale intrapresa da una coppia di Swieqi nel 2002, quando hanno ricevuto una multa per aver parcheggiato la loro auto in un’area riservata ai soli residenti della Pietà.