mercoledì, Maggio 29, 2024
HomeMaltaScuola San Andrea: Le affermazioni dell'ex preside sono state smentite dall'inchiesta giudiziaria

Scuola San Andrea: Le affermazioni dell’ex preside sono state smentite dall’inchiesta giudiziaria

Oggi venerdì 9 giugno la San Andrea School ha dichiarato che l’inchiesta giudiziaria da essa commissionata ha respinto la maggior parte delle affermazioni del suo ex assistente scolastico, che secondo la San Andrea si ostinava a fare “accuse infondate e fallaci” che servivano soltanto ad infangare la reputazione della scuola.

L’inchiesta – condotta dal giudice David Scicluna – è una delle due distinte indagini sulle accuse di Trevor Templeman, che ha accusato l’ex presidente del consiglio scolastico, Kevin Spiteri, di aver frodato la scuola per centinaia di migliaia di euro.

Templeman ha affermato che un membro del personale è stato pagato 25.000 euro per tacere sulla questione e che la scuola gli ha riassegnato compiti diversi usando accuse inventate di cyberbullismo.

La San Andrea ha anche incaricato la società di revisione contabile PWC di indagare sulle affermazioni di Templeman relative alla cattiva gestione finanziaria.

la scuola ha dichiarato che l’indagine di Scicluna ha concluso che diverse affermazioni dell’ex vicedirettore sono prive di fondamento. Tuttavia, ha individuato i vertici della scuola per non aver preso provvedimenti disciplinari in numerose situazioni.

Una delle accuse principali era che Spiteri aveva preso 200.000 euro dai fondi della scuola e che la sua società, la KJM Enterprises, aveva guadagnato 3 milioni di euro. Il giudice che ha condotto l’inchiesta non ha esaminato le presunte irregolarità finanziarie.

Un’inchiesta sembra confermare che l’azienda di Spiteri ha ricevuto 3 milioni di euro in otto anni, a copertura dei costi legati alla Sala polifunzionale, agli stipendi dei dipendenti e ai materiali.

Il San Andrea non ha pubblicato la copia completa dell’inchiesta e ha invece inviato ai media un comunicato stampa che riassume i risultati della relazione. Ai genitori è stata fornita una versione ridotta dei due rapporti per motivi di protezione dei dati.

Sempre mercoledì, Templeman ha accolto con favore i risultati dell’inchiesta. Ha insistito sul fatto che questo conferma ciò che ha detto fin dall’inizio e che anche lui è stato vittima della “cultura del bullismo” della scuola.

Oggi la scuola ha dichiarato che il suo consiglio ha agito con la massima professionalità e trasparenza nell’indagare sulle accuse, “contrariamente alle affermazioni di Templeman il cui unico interesse è stato quello di preservare la propria reputazione a scapito dei fatti”.

“Templeman ha agito in modo aggressivo, facendo sentire i colleghi umiliati”

La scuola ha dichiarato che l’affermazione di Templeman secondo cui il San Andrea avrebbe scelto di far trapelare parti selettive dell’inchiesta è falsa: la scuola ha condiviso il rapporto completo con tutti i membri della scuola e i genitori.

“Va inoltre notato che le affermazioni di Templeman, secondo cui sarebbe stato vittima di bullismo quando ha parlato delle irregolarità finanziarie, sono state respinte dal giudice indipendente che ha documentato che il consiglio scolastico ha agito correttamente in tutto il processo, mentre l’ex vicepreside ha tentato di oscurare una causa penale contro di lui per cyberbullismo facendo una serie di accuse infondate”, ha detto la scuola.

“Il giudice Scicluna ha dichiarato nel rapporto d’inchiesta: la serie di e-mail scritte a Templeman per chiedergli di mettere per iscritto le sue accuse non può in alcun modo essere considerata una persecuzione o un’intimidazione. Si trattava di un Consiglio (scolastico) che svolgeva il proprio dovere. E queste ripetute richieste sono state fatte prima che il caso di cyberbullismo arrivasse al pettine dopo che alcuni genitori hanno sollevato la questione nel luglio 2022. Il consiglio non poteva ignorare la questione”.

Oggi la scuola ha dichiarato che le testimonianze di numerosi testimoni dell’inchiesta hanno evidenziato episodi in cui lo stesso Templeman si è comportato in modo aggressivo e ha fatto sentire umiliati i colleghi.

Nonostante ciò, l’inchiesta ha concluso che l’allora massima dirigenza non ha preso provvedimenti disciplinari nei suoi confronti, ha aggiunto la scuola.

“Non permetteremo che affermazioni prive di fondamento continuino a danneggiare la scuola”

All’inizio di questa settimana Templeman ha anche affermato che, secondo l’indagine di PWC, più di 100.000 euro sono stati trasferiti alla società di Kevin Spiteri senza alcuna traccia o fattura”, hanno scritto gli avvocati.

Oggi la scuola ha dichiarato che in nessun punto dell’inchiesta o del rapporto PWC si fa riferimento a 100.000 euro trasferiti alla società di Spiteri senza alcuna traccia di fattura.

“Ciò a cui si riferisce il rapporto PWC è che la ‘differenza tra i valori è dovuta a una limitazione intrinseca dei dati’. Ciò significa che c’è una sovrapposizione con un anno precedente o successivo, che verrà esaminata nella seconda fase”.

“La scuola approfondirà tutti questi aspetti per garantire che siano presenti strutture adeguate e per determinare se ci sia la possibilità di intraprendere un’azione legale”.

San Andrea ha ringraziato Templeman per il suo contributo passato, aggiungendo che “senza dubbio” questo capitolo porterà all’adozione di migliori pratiche di responsabilità e di buon governo.

“Ma non permetteremo che si continuino a fare affermazioni prive di fondamento a scapito della scuola”, ha dichiarato il Consiglio scolastico.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

La capitale indiana registra la temperatura più alta di sempre, 49,9 gradi Celsius

Un bambino gioca con l'acqua durante una calda giornata estiva a Chennai il 28 maggio 2024. Foto: R.Satish Babu / AFPLe temperature nella capitale...