venerdì, Maggio 31, 2024
HomeMalta45 migranti vivono in un appartamento: richiesta di intervento urgente alla PA

45 migranti vivono in un appartamento: richiesta di intervento urgente alla PA

L’Autorità di Pianificazione (PA) ha dichiarato che prenderà provvedimenti nel caso di un appartamento di Sliema che è stato scoperto ospitare 45 lavoratori immigrati.

In una dichiarazione inviata al Times of Malta, l’autorità ha detto che “emetterà un avviso di esecuzione”, anche se non ha fornito ulteriori dettagli su quali azioni includerà l’esecuzione.

L’AP è stata chiamata a indagare sul caso dal sindaco di Sliema John Pillow dopo che, all’inizio del mese, era emerso che un gran numero di lavoratori viveva in condizioni anguste e insalubri nell’appartamento di Sliema.

In un’e-mail inviata all’epoca all’autorità per chiedere un intervento, Pillow ha citato la Subsidiary Legislation 552.15, che consente a “non più di sei residenti di vivere insieme” in un’abitazione non familiare. Il 1° giugno, Times of Malta ha riferito che oltre 40 lavoratori migranti pagavano fino a 250 euro al mese ciascuno per condividere un singolo appartamento a Sliema.

Gli inquilini della residenza di George Borg Olivier Street dormono fino a nove persone per stanza, condividono tre bagni e lavano e asciugano i panni su un unico balcone esterno.

Le fonti hanno detto che nell’appartamento si è svolta un’ispezione della polizia insieme a funzionari dell’Autorità per gli Alloggi e del Ministero della Salute.

Rispondendo alle domande del Times of Malta, tuttavia, l’Autorità per gli alloggi ha ammesso che in questi casi il suo mandato rimane limitato.

One of the rooms in the Sliema apartment Photo: John Pillow.
Una delle stanze dell’appartamento di Sliema Foto: John Pillow.

“L’Autorità per gli alloggi ha solo i poteri conferitigli dal capitolo 604… che si occupa delle varie opzioni di registrazione degli affitti”, ha dichiarato in un comunicato.

L’Autorità sta indagando ulteriormente sul caso di Sliema e farà tutto il possibile per garantire che le leggi di cui è responsabile siano “rigorosamente osservate”, ha aggiunto.

Il capitolo 604, o legge sulle locazioni residenziali private, è stato introdotto nella legge nel gennaio 2020 e regola le modalità di redazione dei contratti tra proprietari e inquilini.

Nel frattempo, un portavoce del Ministero della Salute ha dichiarato che il proprietario dell’immobile è stato immediatamente istruito a “ripulire e regolarizzare la posizione dei contratti di locazione rispettati”.

“Verrà effettuato un controllo successivo per verificare che siano state intraprese le azioni correttive richieste”. Se il proprietario e/o l’operatore commerciale non rispetteranno le nostre direttive, saranno avviate azioni legali da parte del Dipartimento dell’Ambiente”, ha dichiarato il portavoce.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Donald Trump condannato per tutti i 34 capi d’accusa nel processo per il denaro sporco

Donald Trump è stato condannato per tutti i capi d'accusa nel processo per l'uso di denaro sporco. Foto: AFPUna giuria di New York ha...