domenica, Febbraio 25, 2024
HomeMaltaLa candidata al Parlamento europeo chiede alla polizia di indagare sull'uomo che...

La candidata al Parlamento europeo chiede alla polizia di indagare sull’uomo che ha parlato di “odio” nei confronti di Muscat e Abela

Daniel Attard ha presentato una denuncia alla polizia martedì mattina, sostenendo che Godfrey Leone Ganado ha violato la legge in un post sui social media. Foto: Facebook

Aggiornamento delle 15:00 con il commento di Robert Aquilina

Un candidato laburista al Parlamento europeo ha chiesto alla polizia di indagare su un uomo che ha insultato Joseph Muscat e Robert Abela su Facebook per incitamento all’odio.

Daniel Attard ha presentato una denuncia alla polizia martedì mattina, sostenendo che Godfrey Leone Ganado ha violato l’articolo 82A del Codice penale in due commenti pubblicati online lunedì.

Leone Ganado ha scritto di Muscat e Abela sperando che “l’inspiegabile ricchezza che hanno accumulato alle nostre spalle si sgretoli in polvere e li seppellisca insieme alle loro famiglie in una fossa di merda puzzolente”.

In un commento successivo, ha aggiunto: “Quando si ha a che fare con questa spazzatura bisogna chiamare le cose con il loro nome, e dopo tutto, serve una vanga per sollevare la merda”.

Leone Ganado ha postato questi commenti sotto un post pubblicato dal presidente di Repubblika Robert Aquilina.

Aquilina ha dichiarato di aver dissociato se stesso e Repubblika dai commenti e da Leone Ganado, e di aver cancellato i commenti non appena ne è venuto a conoscenza.

I commenti hanno suscitato critiche da più parti sui social media e martedì mattina Attard ha dichiarato di volere che Leone Ganado, che ha descritto come “parte della cricca estremista di Repubblika”, venga perseguito.

“Insisterò affinché vengano presi provvedimenti contro chiunque pensi di essere al di sopra della legge e per assicurare che la giustizia sia uguale per tutti”, ha dichiarato Attard in seguito alla sua denuncia penale.

Leone Ganado non è nuovo alle polemiche: ha perso una causa per diffamazione dopo aver paragonato la deputata Rosianne Cutajar a una prostituta.

“Hamalli, prostitute e squillo hanno il diritto di essere rappresentate in Parlamento”, aveva scritto della deputata di Qormi.

Un magistrato ha stabilito che il commento ha leso la reputazione di Cutajar e ha ordinato a Leone Ganado di pagarle 800 euro di danni.

Il presidente di Repubblika Robert Aquilina ha chiarito martedì pomeriggio che Leone Ganado non è un membro di Repubblika. Ha lasciato l’associazione dopo essere stato minacciato di espulsione per aver fatto commenti simili in passato, ha detto Aquilina.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Il premio NOMA 2024 a Manuela Tesse e Michele Marcolini

Sliema, Malta - 13 febbraio 2024 Il prestigioso Premio Noma 2024 sarà conferito a Manuela Tesse e Michele Marcolini, allenatori delle nazionali maltesi di...