mercoledì, Maggio 29, 2024
HomeMaltaIl governo ha previsto incontri con le stazioni radio private al fine...

Il governo ha previsto incontri con le stazioni radio private al fine di promuovere attivamente la musica maltese

Il governo ha in programma colloqui con le stazioni radiofoniche private nel tentativo di includere più musica maltese nella loro programmazione, ha dichiarato il Ministro della Cultura Owen Bonnici.

Ma le tre emittenti statali di Malta stanno già rispettando la quota del 15% stabilita dalla politica culturale del governo, ha dichiarato Bonnici.

“Delle tre stazioni radio del Public Broadcasting Service (PBS), due non solo rispettano la quota, ma la raddoppiano”, ha dichiarato il ministro.

I commenti di Bonnici arrivano dopo che una serie di artisti e di emittenti ha chiesto che la musica locale venga trasmessa maggiormente in radio, visto che i dati mostrano che solo una canzone su 20 è maltese.

Il ministro ha dichiarato che l’Arts Council Malta e la Direzione della Cultura discuteranno presto con artisti e stazioni radiofoniche per aumentare i contenuti maltesi sulle stazioni private.

“Per quanto riguarda le stazioni private, discuteremo attraverso i forum delle parti interessate e pianificheremo la strada da seguire”, ha detto Bonnici, “Questo non è qualcosa che dovrebbe essere imposto, a mio parere, ma dovrebbe essere qualcosa su cui noi (il governo e le parti interessate) collaboriamo”.

Bonnici non ha fornito tempistiche su quando le discussioni inizieranno o termineranno.

Una politica culturale nazionale pubblicata nel 2021 proponeva l’introduzione di una quota del 15% di musica nazionale per le stazioni radiofoniche pubbliche e private.

Le stazioni radio hanno il potere di essere un catalizzatore, di introdurre nuova musica al loro pubblico e di essere artefici di cambiamenti– l’artista solista Cheryl Camilleri

“I dati rivelano che solo una piccola percentuale della musica trasmessa alla radio a Malta proviene da Malta”, si legge nel documento politico.

Mentre il Ministero della Cultura si appresta ad avviare colloqui con le emittenti private, le tre emittenti PBS stanno rispettando la quota del 15%, ha dichiarato Bonnici.

I dati del Ministero della Cultura mostrano che il 30% della musica di Radju Malta e Radju Malta 2 è maltese. Il 15% della musica trasmessa da Magic FM è locale.

Le ultime statistiche della Performing Rights Society (PRS), risalenti al 2019, mostrano che solo il 5,4% di tutte le canzoni trasmesse dalle radio pubbliche e private sono state scritte da autori locali.

La scorsa settimana, Times of Malta ha parlato con diversi artisti ed emittenti che hanno chiesto “Le stazioni radio hanno il potere di essere un catalizzatore, di introdurre nuova musica al loro pubblico e di essere artefici di cambiamenti“, ha detto l’artista solista Cheryl Camilleri.

Altri hanno detto che i DJ delle radio dovrebbero curare le loro playlist solo in base al merito.

“Le stazioni Top 40 hanno incluso la musica locale nella loro programmazione, ma le canzoni accettate dovrebbero, a mio parere, essere sufficientemente valide in termini di stile, suono e produzione rispetto alle altre canzoni di artisti stranieri che vengono trasmesse”, ha detto Jake Cuschieri, conduttore della Top 10 di Malta su Bay Radio.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Rilasciati i più potenti minatori di criptovalute

I minatori ASICRUN vantano un consumo energetico basso o moderato. Foto: Shutterstock Il panorama del mining di criptovalute a livello globale ha subito una...