venerdì, Giugno 14, 2024
HomeMaltaGuida alle elezioni: Dove si vota, come si vota e chi è...

Guida alle elezioni: Dove si vota, come si vota e chi è sulla scheda elettorale

Le votazioni per le elezioni del Parlamento europeo e del Consiglio inizieranno sabato. Foto: Times of Malta

Centinaia di seggi elettorali apriranno le porte alle 7 del mattino di sabato per consentire a migliaia di persone di votare alle elezioni amministrative ed europee del 2024.

Per esprimere il proprio voto in uno dei 117 seggi elettorali presenti a Malta c’è tempo fino alla chiusura dei seggi alle 22.00.

Ecco una guida su cosa comporta la procedura.

Per cosa si vota e chi può votare?

Sabato si terranno due elezioni: le elezioni del Parlamento europeo e le elezioni del Consiglio.

Gli elettori sceglieranno sei eurodeputati e voteranno per occupare i seggi di 68 consigli comunali a Malta e Gozo.

Il documento di voto per le elezioni del Parlamento europeo e quello per le elezioni comunali sono diversi e sono contrassegnati da EP e KL per aiutarvi a distinguerli.

Per le elezioni europee, possono votare tutti i cittadini maltesi di età pari o superiore ai 16 anni iscritti nelle liste elettorali. Se provenite da un altro Stato membro dell’UE ma vivete a Malta, potete votare anche alle elezioni europee a Malta se avete informato la commissione elettorale della vostra intenzione.

Lo stesso vale per le elezioni locali. Tuttavia, un altro gruppo di persone – i cittadini britannici – può votare anche alle elezioni comunali ma non alle elezioni europee (a causa della Brexit).

Gli elettori devono ritirare i documenti di voto per poter votare. Non sono accettabili altre forme di identificazione come la carta d’identità o il passaporto.

Dove posso votare?

L’indirizzo del centro elettorale è indicato sul documento di voto ed è legato alla località di residenza.

Le scuole pubbliche sono state trasformate in seggi elettorali improvvisati per la giornata.

Cosa succede all’interno del seggio elettorale?

Il documento di voto ha un numero che corrisponde alla sala in cui si voterà. Una volta entrati nella scuola, i cartelli indicheranno il numero della sala elettorale a voi assegnata. All’interno della sala sarete accolti da diversi commissari aggiunti e dai rappresentanti dei principali partiti.

Una volta spuntato il vostro nome dall’elenco degli elettori delle elezioni europee e locali, vi verrà consegnata una copia delle schede elettorali. Assicuratevi che la scheda sia timbrata sul retro con il sigillo ufficiale della Commissione elettorale. Si può quindi procedere a votare in modo riservato nelle cabine situate dall’altra parte della sala.

All’interno della cabina elettorale saranno ammessi dieci elettori in grado di votare senza assistenza. Chi ha bisogno di assistenza può chiedere aiuto a uno qualsiasi dei commissari elettorali aggiunti.

Depositing a ballot sheet in the box. Photo: Darrin Zammit LupiDeposito di una scheda elettorale nell’urna. Foto: Darrin Zammit Lupi

Cosa c’è sulla scheda elettorale?

La scheda elettorale è un elenco di tutti i candidati che concorrono alle elezioni. I candidati sono raggruppati in ordine alfabetico per partito o gruppo politico. I candidati indipendenti sono elencati in fondo.

La scheda elettorale riporta un elenco di nomi con gli emblemi dei partiti e le fotografie di ciascun candidato. I candidati dei partiti laburista, nazionalista e ADPD saranno scritti rispettivamente con inchiostro rosso, blu e verde. Gli altri sono scritti con inchiostro nero.

Sono in corsa per i sei seggi in palio alle elezioni europee, compreso il numero più alto di sempre di indipendenti.

Per le elezioni locali, i candidati sono in lizza.

Come si vota?

Malta utilizza il sistema del voto singolo trasferibile, il che significa che si inseriscono dei numeri nella casella accanto al nome di ciascun candidato, partendo dal numero 1 per la prima preferenza e proseguendo con 2, 3, 4 e così via.

È sufficiente segnare la propria preferenza per ogni candidato nella casella a destra. Scrivete un “1” nella casella accanto al candidato di prima scelta e, se volete, un “2” nella casella accanto al candidato di seconda scelta, un “3” nella casella accanto al candidato di terza scelta e così via.

Gli elettori possono scegliere di votare solo per la loro prima preferenza, ma questa non sarà trasferibile ad altri candidati e sarà “persa” dopo il primo conteggio.

Gli elettori possono votare per tutti i candidati della scheda, per alcuni di essi o per uno solo. Possono anche esprimere un voto trasversale, ossia affiancare un certo numero di candidati di diversi raggruppamenti politici, compresi gli indipendenti.

Le schede elettorali locali ed europee sono separate l’una dall’altra, quindi ci sono due serie di preferenze per ogni scheda.

Al centro della sala ci saranno due urne: una per le elezioni del Parlamento europeo e l’altra per le elezioni comunali, dove gli elettori dovranno depositare la propria scheda.

Quando si vota, assicurarsi che il lato con il timbro di gomma sia rivolto verso i commissari elettorali.

The reconciliation of ballot sheets at the counting hall in Naxxar. Photo: Matthew MirabelliRiconciliazione delle schede elettorali nella sala di spoglio di Naxxar. Foto: Matteo Mirabelli

Cosa non fare

I numeri devono essere scritti chiaramente all’interno della scheda, senza toccare il bordo della stessa.

Qualsiasi altro segno sulla scheda elettorale che non sia un numero invaliderà la scheda stessa.

Le schede elettorali locali ed europee sono separate l’una dall’altra, quindi ci sono due serie di preferenze per ogni scheda.

Se si commette un errore, non ci si deve preoccupare. Riconsegnate la vostra scheda ai commissari elettorali. Questi ultimi la metteranno insieme alle schede non votate e vi daranno un’altra scheda elettorale.

Chi non sa leggere o scrivere può chiedere assistenza.

Only numbers can be written on the ballot sheet. Photo: Jonathan BorgSulla scheda elettorale si possono scrivere solo numeri. Foto: Jonathan Borg

A che ora sono attesi i risultati?

Quando i seggi chiudono alle 22.00, i funzionari riconciliano il numero di documenti di voto distribuiti in ogni cabina elettorale con il numero di documenti di voto raccolti. Le urne vengono sigillate e trasportate in pullman alla sala di spoglio di Naxxar.

Quando tutte le urne raggiungono la sala di spoglio e vengono riconciliate, vengono tolti i sigilli e le schede vengono distribuite su lunghi tavoli, dove gli agenti addetti allo spoglio le girano a faccia in giù per confermare che siano tutte timbrate. Il processo di smistamento inizierà alle 9 di domenica.

Le schede saranno poi passate attraverso macchine di scansione e le scansioni caricate su schermi dove gli agenti dei partiti potranno iniziare a contare i voti. Mentre i partiti politici dovrebbero avere un risultato chiaro entro la tarda mattinata, un’indicazione abbastanza precisa del risultato sarà nota circa un’ora dopo il processo di scansione dei voti. Questo si baserà sui campioni prelevati dai principali partiti politici che proietteranno poi il risultato previsto.

Come vengono contati i voti?

Per essere eletto, un candidato deve ricevere un numero minimo di voti, noto come quota. Nelle elezioni europee, questa viene calcolata dividendo il numero di voti validi per sette – uno in più dei sei che devono essere eletti. Una volta raggiunta questa quota, il candidato viene eletto. Nelle elezioni europee del 2019, la quota era di 37.174 voti.

Tutti i voti in eccedenza ottenuti da un candidato eletto, ovvero la differenza tra il voto ricevuto e la quota, vengono trasferiti ad altri candidati in base alle preferenze successive espresse dagli elettori su una scheda elettorale.

Se non ci sono più voti in eccedenza da distribuire e ci sono ancora seggi non occupati, i candidati con il minor numero di voti vengono eliminati e i loro voti trasferiti alle preferenze successive degli elettori. Il trasferimento dei voti e l’eliminazione dei candidati continua fino a quando tutti i seggi sono occupati.

The votes will be counted at the counting hall in Naxxar. Photo: Jonathan BorgI voti saranno contati nella sala di spoglio di Naxxar. Foto: Jonathan Borg

Quando sapremo chi è stato eletto?

Mentre il risultato complessivo può essere calcolato subito dopo l’inizio dello scrutinio, sapere chi sono i sei eurodeputati che rappresenteranno Malta a Bruxelles e Strasburgo è un processo più complesso. Con il sistema STV, i voti vengono ereditati dai candidati esclusi dalla corsa.

Il primo conteggio eleggerà probabilmente i candidati che avranno raggiunto o superato la quota nazionale.

E i risultati delle elezioni comunali?

Lo stesso processo si ripeterà per le elezioni comunali, a partire da mercoledì.

Lo spoglio dei voti per le elezioni comunali si svolgerà in tre giorni, tra mercoledì e venerdì.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE