domenica, Febbraio 25, 2024
HomeMaltaGli studenti di medicina sono preoccupati per l'ipotesi di spostare la scuola...

Gli studenti di medicina sono preoccupati per l’ipotesi di spostare la scuola dalla Mater Dei

L’ospedale Mater Dei, dove ha sede l’attuale facoltà di medicina. Foto: Matteo Mirabelli

Gli studenti di medicina hanno reagito con preoccupazione alla notizia che il governo intende spostare la scuola di medicina dell’ospedale Mater Dei in un “villaggio della salute” sviluppato sul sito dell’ospedale St Luke a Gwardamangia.

L’Associazione degli studenti di medicina di Malta ha dichiarato che l’idea li ha colti di sorpresa e ha fatto notare che si parla di trasferire la scuola di medicina anche quando la struttura esistente rimane incompleta.

“Sebbene apprezziamo e condividiamo il sentimento di aumentare lo spazio disponibile presso l’Ospedale Mater Dei per l’uso clinico, questo non dovrebbe avvenire a costo della nostra formazione o di quella di qualsiasi altro professionista della sanità, soprattutto se si considera che le promesse che sono state disattese avrebbero portato sia a un aumento dello spazio disponibile, sia a un miglioramento dei nostri standard di istruzione”, ha dichiarato l’MMSA.

Il Ministro della Salute Jo Etienne Abela ha dichiarato che il governo sta accarezzando l’idea di spostare tutti i servizi non clinici forniti dall’Ospedale Mater Dei, compresa la scuola di medicina, nella sede di Gwardamangia, nel tentativo di massimizzare lo spazio dell’ospedale nazionale statale.

Abela ha detto che l’idea, che ha riconosciuto essere ancora in fase di discussione interna, è quella di trasformare l’area di Gwardamangia in un “villaggio della salute”.

Attualmente gli studenti di medicina vengono istruiti in una scuola di medicina presso l’ospedale Mater Dei, che nel corso degli anni è stata ridotta di dimensioni per fornire più spazio clinico all’ospedale. Agli studenti era stata promessa una nuova struttura “all’avanguardia” di 8.000 metri quadrati nel 2019, mentre il governo aveva dichiarato che i lavori sarebbero stati completati entro la fine del 2022.

Ma quella scadenza è passata e non è chiaro se la struttura vedrà mai la luce, a causa di problemi di finanziamento.

In una dichiarazione di domenica, il MMSA ha notato che gli studenti di medicina sembrano essere stati messi da parte.

“Dopo anni di oscurità, ci troviamo ora di fronte a un piano che è ancora in una “fase embrionale”, senza alcuna indicazione su quando sarà completato, né sulla qualità e sui contenuti della scuola proposta. Tutto questo, mentre l’unico posto che un tempo era destinato allo sviluppo di una scuola di medicina vicino a un centro commerciale, ora viene sottratto per uno sviluppo privato”, ha dichiarato l’associazione.

L’associazione ha dichiarato di temere che lo spostamento della scuola di medicina a Gwardamangia possa avere un impatto negativo sulla qualità dell’insegnamento, dal momento che studenti e docenti dovranno spostarsi tra l’ospedale, l’Università e la scuola di medicina.

“Avere una scuola di medicina nelle immediate vicinanze dell’Università e del Mater Dei consente a docenti, operatori sanitari e studenti di essere più vicini, integrando l’organizzazione e la programmazione delle lezioni, delle esercitazioni e delle rotazioni cliniche all’interno di un’unica istituzione, senza la necessità di spostarsi tra il Campus di Msida, il Mater Dei e il nuovo ‘Health Village'”, ha dichiarato.

L’associazione – che si è detta anche preoccupata per le voci di una crescente privatizzazione dell’assistenza sanitaria – ha dichiarato di aver chiesto un incontro al Ministro della Salute per discutere ulteriormente i piani del governo.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Il premio NOMA 2024 a Manuela Tesse e Michele Marcolini

Sliema, Malta - 13 febbraio 2024 Il prestigioso Premio Noma 2024 sarà conferito a Manuela Tesse e Michele Marcolini, allenatori delle nazionali maltesi di...