venerdì, Maggio 31, 2024
HomeMaltaAttualitàI passeggeri di Air Malta del volo interrotto a Ginevra pensavano di...

I passeggeri di Air Malta del volo interrotto a Ginevra pensavano di “precipitare”

Un passeggero di un volo Air Malta che ha dovuto essere interrotto due volte dopo che sono emersi problemi nell’aeromobile, ha dichiarato che i passeggeri, in preda all’ansia, pensavano che l’aereo stesse per precipitare.

Sabato scorso, un volo Air Malta da Ginevra a Malta è dovuto rientrare alla base due volte poco dopo il decollo in entrambe le occasioni, con l’equipaggio del volo KM483 che ha riscontrato problemi tecnici con l’aereo.

“Il secondo volo è stato orribile; c’era un rumore terribile e tutti pensavano che stessimo precipitando”, ha detto Nathalie Bartolo.

L’incidente è avvenuto dopo che, circa quattro ore prima, il primo volo su cui si trovavano era stato costretto a tornare indietro a causa di un “problema di navigazione”.

Dopo circa quattro ore trascorse sulla pista di Ginevra, il secondo volo è decollato per poi tornare all’aeroporto dopo che un forte rumore ha scosso la cabina.

Un membro dell’equipaggio le ha poi detto in via informale che il rumore era dovuto a un test di bordo e che i passeggeri erano sempre al sicuro, ha aggiunto.

Domenica, il volo Air Malta KM483 è stato costretto a tornare alla base per due volte a causa di problemi tecnici.

L’incidente ha segnato l’inizio di un fine settimana di difficoltà, che ha lasciato Bartolo e molti dei suoi compagni di viaggio bloccati in Svizzera fino a lunedì pomeriggio.

Dopo aver effettuato il check-in in un hotel intorno all’una di notte di domenica, Bartolo e suo marito sono stati costretti a fare il check-out nella tarda mattinata, trascorrendo la maggior parte della giornata in aeroporto con i loro bagagli al seguito.

Mentre alcuni passeggeri hanno pagato cifre “esorbitanti” per organizzare il proprio volo di ritorno e altri hanno ricevuto la notifica di essere stati riprenotati su altri voli, Bartolo e suo marito non hanno ancora saputo quando potranno tornare a Malta.

La collega Maria Bartolo, che non è parente dell’ex passeggero, viaggia con il suo compagno e due bambini di quattro mesi e tre anni e ha definito l’esperienza “un incubo”.

“Ho messo in valigia una certa quantità di latte e pannolini… Ho finito i vestiti per il bambino e le cose sono molto costose in Svizzera”, ha detto.

Rispondendo alle domande inviate domenica, Air Malta ha dichiarato lunedì che tutti i passeggeri rimasti che desideravano viaggiare erano stati prenotati su un volo in partenza da Ginevra martedì mattina.

Mentre alcuni clienti sono stati “agevolati e reindirizzati” su voli operati da altre compagnie aeree e altri hanno optato per un rimborso e per non viaggiare, a coloro che sono rimasti in Svizzera in attesa del volo di martedì è stata fornita una sistemazione in hotel, ha dichiarato la compagnia aerea.

“Air Malta desidera ancora una volta scusarsi per questa spiacevole situazione che si è verificata durante uno dei periodi più affollati dell’anno, quando molte persone stavano tornando alla base dopo le vacanze estive e purtroppo non c’erano aerei disponibili per la sostituzione”.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

Donald Trump condannato per tutti i 34 capi d’accusa nel processo per il denaro sporco

Donald Trump è stato condannato per tutti i capi d'accusa nel processo per l'uso di denaro sporco. Foto: AFPUna giuria di New York ha...