giovedì, Settembre 21, 2023
HomeMaltaAttualitàPaesi che criminalizzano le persone LGBTIQ esposti su un abito a La...

Paesi che criminalizzano le persone LGBTIQ esposti su un abito a La Valletta

Un abito con le bandiere nazionali di ogni Paese in cui la legge punisce i membri LGBTIQ ha rubato la scena allo Spazju Kreattiv di La Valletta.

Esposto nell’ambito delle celebrazioni dell’EuroPride 2023, The Amsterdam Dress è il culmine artistico delle bandiere di 67 Paesi in cui far parte di una comunità è illegale e può portare all’incarcerazione, alla tortura o alla pena capitale.

L’abito, che occupa la maggior parte dello spazio espositivo al centro della galleria, era originariamente composto da oltre 80 bandiere, ma si è lentamente ridotto di numero man mano che i Paesi introducevano la parità di diritti.

Quando un Paese cambia le proprie leggi, i sarti della Fondazione Amsterdam Rainbow Dress tolgono il tessuto e lo sostituiscono con una bandiera arcobaleno, come hanno fatto con Paesi come Singapore e Botswana.

Attualmente, l’abito presenta 67 bandiere nazionali, 10 bandiere arcobaleno e quattro bandiere della città di Amsterdam che compongono il corpetto.

Giovedì mattina presto, la modella maltese Michela Buhagiar ha indossato l’opera artistica nell’ambito dell’EuroPride ed è stata fotografata nella capitale da Lindsey Bahia.

Parlando al lancio dell’abito, uno dei suoi designer, Arnout van Krimpen, ha spiegato che in ogni Paese in cui l’abito viene visitato, vengono utilizzati fotografi e modelli locali per mostrarlo nel suo splendore internazionale.

L’obiettivo dell’abito quando è stato realizzato nel 2016, quando Amsterdam ha ospitato l’EuroPride, era quello di vederlo un giorno diventare un arcobaleno completo, ha detto, ma van Krimpen ha esitato a essere ottimista.

“Spero che nella mia vita diventi completamente arcobaleno, ma non lo sarà”, ha detto sconsolato.

Osservando che Amsterdam è scesa al 14° posto nella classifica dell’Associazione Internazionale Lesbiche, Gay, Bisessuali, Trans e Intersessuali, mentre Malta è attualmente al primo posto, van Krimpen ha invitato i Paesi a non impigrirsi una volta introdotte le riforme.

In occasione del lancio, il Segretario parlamentare per le Riforme e l’Uguaglianza Rebecca Buttigieg ha affermato che le dure discriminazioni di cui sono vittime i membri della comunità non possono essere dimenticate mentre il Paese ospita la celebrazione europea dei diritti civili dell’ultimo decennio.

“A Malta siamo orgogliosi delle riforme che abbiamo fatto nell’ultimo decennio… Tuttavia, non possiamo trascurare le crude realtà che altri Paesi devono affrontare”.

L’abito non è semplicemente un vestito, ma un appello contro l’oppressione, poiché si erge con orgoglio a favore dell’uguaglianza, ha detto.

Insieme, grazie ai nostri sforzi collettivi, possiamo dare forma a un futuro più luminoso e inclusivo”.

L’abito sarà esposto allo Spazju Kreattiv fino a domenica. Il pubblico potrà vederlo gratuitamente.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE

È una grande menzogna che i deputati del PN siano stati coinvolti nel racket delle frodi sui sussidi – Bernard Grech

Il leader del PN Bernard Grech parla durante la riunione di massa annuale del partito per il Giorno dell'Indipendenza. Foto: Chris Sant FournierIl leader...

Selezionati tre nuovi giudici