domenica, Aprile 14, 2024
HomeMaltaAttualitàL'accordo di bonifica promette di rendere le operazioni del Freeport "a prova...

L’accordo di bonifica promette di rendere le operazioni del Freeport “a prova di futuro”

Un accordo per la bonifica del terreno che amplierà uno dei due terminal del Freeport è stato firmato giovedì a seguito di un accordo parlamentare unanime per il trasferimento del terreno alla Malta Freeport Corporation.

L’ente regolatore affitterà ora il terreno a Malta Freeport Terminals, la società privata che gestisce il Freeport.

L’accordo promette di “proteggere il futuro” delle operazioni portuali e di ridurre gli oneri per i residenti di Birżebbuġa, è stato detto giovedì in una conferenza stampa.

Il progetto di bonifica di 30.000 metri quadrati estenderà la banchina nord del Terminal Due del porto franco di 176 metri e la banchina ovest di 195 metri.

Di conseguenza, il Freeport sarà in grado di gestire le navi portacontainer più grandi del mondo.

L’ampliamento del Terminal Due sarà vantaggioso per tutti: per la capacità della nostra struttura di gestire le navi portacontainer più grandi del mondo con la massima efficienza, per i residenti di Birżebbuġa e per gli importatori ed esportatori locali“, ha dichiarato Alex Montebello, amministratore delegato di Malta Freeport Terminals.

Le navi in arrivo e in partenza dal porto franco navigano da e verso 120 porti in tutto il mondo, 50 dei quali nel Mediterraneo.

Come parte dell’accordo, la direzione del Freeport ha accettato di rinunciare al diritto di installare gru di banchina ad alto volume sulla banchina ovest del Terminal One, a metri di distanza dai residenti, e di gestire il terminal solo durante il giorno.

30.000 euro saranno inoltre devoluti per progetti sociali a Birżebbuġa.

Il progetto, che dovrebbe essere completato entro la fine del 2025, creerà 165 nuovi posti di lavoro, ha dichiarato Montebello. Attualmente, più di 1.500 persone lavorano al Freeport.

Il successo del porto franco è il successo di Malta”, ha dichiarato.

Il Ministro delle Terre Silvio Schembri ha dichiarato che l’accordo è un “investimento fondamentale per la crescita economica di Malta“.

Il porto non è solo vantaggioso per l’economia, ma è anche la via principale da cui Malta ottiene le sue materie prime.

L’accordo arriva dopo che, a febbraio, il Parlamento ha approvato all’unanimità il trasferimento del terreno alla Malta Freeport Corporation.

I deputati del PN David Agius e Ivan Castillo hanno partecipato all’evento.

RELATED ARTICLES

ULTIME NOTIZIE